Torna alla home page  
il motoclub news albo d'oro galleria delle immagini contatta il motoclub ricettività nella zona links  

:: News ::

Crossodromo "Vinicio Rosadi" Gioiella 7 - 8 ottobre 2017

Campionato Regionale Umbro (Sesta e penultima prova)

Chiude in bellezza la stagione 2017 a Gioiella

Sugli scudi gli umbri Terenzi, Zaccaro, Morelli, Finistauri e Lasagna

campionato regionale umbro motocross 2017Una bella giornata di sole autunnale ha fatto da splendido corollario alla penultima prova del Campionato Umbro – Marchigiano di Motocross andato in scena sul circuito internazionale Vinicio Rosadi di Gioiella di Castiglione del Lago. Ad organizzare in modo impeccabile la gara che chiude la stagione agonistica 2017 sul circuito lacustre, il Moto Club Trasimeno di Castiglione del Lago che manda così in archivio la prima stagione sotto la presidenza di Paolo Burini.
La gara valida per il titolo regionale delle categorie Cross e Minicross, ma allargata alla partecipazione dei piloti delle regioni confinanti, ha visto protagonisti assoluti i piloti di casa soprattutto fra le ruote alte, ma anche fra le giovani speranze delle ruote artigliate i centauri umbri si sono ben comportati.

Nella categoria Top Driver MX1, splendida doppietta per il marscianese Alessio Zaccaro (Honda) che in entrambe le manche si è imposto senza nessuna difficoltà, precedendo il toscano Andrea Laurenzi (Honda) e il magionese Ivo Lasagna (TM). Tripletta umbra nella MX2 con l'eugubino Giorgio Morelli (Honda) davanti ai due portacolori del moto club organizzatore Lorenzo Lupi e Carlo Belli, rispettivamente in sella alla Kawasaki e alla Yamaha.

Il Marchigiano di San Severino Enrico Gasparri ha colto il successo fra gli Amatori MX2 regolando i corregionali Giovanni Politi e Omar Sprega tutti in sella alle Kawasaki. Mentre è stato il toscano Franco Marcheselli (Suzuki) a vincere la classe MX1, dietro a lui l'ottimo rappresentante del Moto Club Trasimeno Giulio Corbelli e ancora il senese Andrea Anselmi.

Troppo forte il diciassettenne portacolori delle Fiamme Oro Gioele Palanca (TM) che ha dominato la classe 125 vincendo entrambe le manche che hanno registrato un arrivo fotocopia, con la coppia KTM formata da Francesco Ombrosi e Alessandro Valeri a completare il podio.

Belle e combattute anche le categorie Minicross, in particolare la classe Senior dove in tutte e due le gare si è imposto Fabiomassimo Palombini davanti a Giorgio Di Crescenzo e al narnese Riccardo Bongarzone già campione regionale con tre prove d'anticipo. Qui si è verificato un arrivo che nel cross è molto raro, infatti nella seconda frazione Palombini, dopo un eccezionale recupero nell'ultimo giro, ha tagliato il traguardo con soli quattro millesimi sul rivale.
Da segnalare anche il terzo posto fra gli Junior del castiglionese Diego Capolsini, categoria vinta dal toscano Simone Marini.

Podio tutto umbro fra i giovanissimi debuttanti con Yuri Lombardo di Bevagna che ha regolato Alessio Ricci di Ponte San Giovanni e il concittadino Cesare Alunno Mancini. Ancora un Mancini ma questa volta marchigiano, ha vinto nei Cadetti.

Ampia soddisfazione per come si è svolta la manifestazione è stata espressa dal presidente del Moto Club Trasimeno Paolo Burini che nel saluto finale ha ringraziato tutti i numerosi collaboratori che in modo del tutto volontario permettono di organizzare questi eventi. Nessun incidente ha turbato la giornata. Le gare sul "Vinicio Rosadi" torneranno la prossima primavera.


Crossodromo "Vinicio Rosadi" Gioiella 7 - 8 ottobre 2017

Campionato Regionale Umbro (Sesta e penultima prova)

A Gioiella si chiude la stagione 2017

Attesi oltre 200 piloti – 14 le gare in programma

Con le gare in programma questa domenica si chiude la stagione agonistica 2017 sul crossodromo internazionale Vinicio Rosadi di Gioiella di Castiglione del Lago.campionato regionale umbro 2017 - sesta prova

Al via circa 200 piloti divisi in otto categorie che si contenderanno punti pesanti per il campionato regionale, visto che questa prova è la penultima delle sette in calendario e a parte il Minicross Debuttanti e la MX2 Agionisti e Veteran che hanno già i loro campioni, nelle altre classi la lotta per il titolo a apertissima.

A impreziosire la giornata agonistica organizzata dal Moto Club Trasimeno, anche il Trofeo Due Mari, riservato ai piloti di Marche, Lazio e Umbria che scenderanno in pista nelle classi 125 e Amatori.

Come detto, assegnati in anticipo i titoli nel Minicross Debuttanti a Nicola Onori e a Lorenzo Lupi e Andrea Terenzi, rispettivamente nelle classi MX2 Agonisti e Veteran, nelle altre categorie tutto è da decidere anche se partono con i favori del pronostico gli attuali capiclassifica che nel Minicross sono: Chiara Profidia (Cadetti), Diego Capolsini (Junior) e Riccardo Bongarzone (Senior), mentre fra le ruote alte al momento conducono lo spoletino Leonardo Angeli nella 125 Under e Andrea Piccirilli nella 125 Senior.

Incertezza anche fra gli Agonisti della MX1 con il portacolori del sodalizio organizzatore Gabriele Neri che parte favorito, così come lo è l’altro rappresentante lacustre Lorenzo Lupi nella MX2 e il marscianese Simone Ceroni e Andrea Terenzi di Deruta nelle due classi riservate a i Veteran.

Spettacolo Assicurato fra i Top Rider, dove, in entrambe le cilindrate sono molti i piloti che possono conquistare il titolo, far i favoriti gli attuali leader delle classifiche: il marscianese Alessio Zaccardo nella MX1 e Bryan Toccaceli nella MX2, il sanmarinese che difende i colori del moto club Spoleto.

La manifestazione si aprirà sabato con le operazioni preliminari e le prove libere. Intensissima la giornata di domenica con i piloti che scenderanno in pista per le batterie di qualifica alle ore 9.00. Le prime manche valide per i titoli alle 11.00, con le gare che proseguiranno, salvo una breve pausa pranzo, ininterrottamente fino le 18.00.

Proseguendo nella politica promozionale dell’attività di base, portata avanti dal Moto Club Trasimeno, anche in questa circostanza il costo dei biglietti è popolare: 10 Euro Intero e 8 Euro il ridotto.


Crossodromo "Vinicio Rosadi" Gioiella 9 – 10 settembre 2017

Acqua e fango condizionano le gare di Gioiella

Piloti di esperienza in crisi, bene i giovani della 125 e del Minicross

motocross gioiellaPrima la pioggia e poi il fango, hanno condizionato le gare di motocross svoltesi sul crossodromo internazionale "Vinicio Rosadi" di Gioiella. Degli oltre 200 iscritti alla penultima prova del Campionato Toscano, ospitato nella circostanza dal Moto Club Trasimeno, solo un centinaio si sono presentati alla manifestazione. Assenti quasi tutti i piloti provenienti dal nord della regione a seguito delle alluvioni che hanno imperversato nella notte e di quelli che sono arrivati, molti hanno scelto di non partecipare alle gare dopo aver effettuato le prove, tanto che delle quattordici corse in programma, alla fine se ne sono effettuate solo sette e sempre a ranghi ridotti. In particolare a dare forfeit sono stati i piloti più esperti, quelli delle categorie Amatori e Over 35/40, mentre pur con numeri modesti, hanno deciso di gareggiare i giovani della classe 125 Under e Over 17 e i giovanissimi del Minicross Senior e Junior.
Un plauso a queste nuove generazioni che con encomiabile impegno, sono riuscite con enormi difficoltà a concludere le gare, non lesinando agonismo e dando anche spettacolo, tanto che il presidente del Comitato Regionale Toscano Andrea Vignozzi, li ha voluti pubblicamente ringraziare in occasione della cerimonia delle premiazioni.
Rischiano invece pesanti sanzioni il gruppo degli Over, del quale fanno parte piloti non più giovani ma che hanno grande esperienza anche a livello internazionale. Questi, infatti, in occasione della prima manche, quando ancora la pista era praticabilissima, una volta posizionatisi al cancello di partenza, si sono rifiutati di partire, adducendo che l’accorpamento di più classi creava pericolo. Dimenticando che quando i piloti sono pochi, è una normale prassi prevista anche dal regolamento federale. Ancor più triste la manche del pomeriggio dove al via si sono presentati solo in sette sui quaranta aventi diritto.
Per la cronaca sono sicuramente da evidenziare le vittorie nella categoria Minicross di Nicola Salvini e Cosimo Bellocci, rispettivamente nelle classi 85 Junior e Senior e di Daniel Bazzucchi e Matteo Colangelo nella classe 125 Under e Over 17.
Nonostante le difficoltà, encomiabile il lavoro svolto dallo staff del Moto Club Trasimeno diretto da Paolo Burini che ha fatto di tutto pur di non annullare la gara, un lavoro straordinario che lo stesso presidente toscano della FMI e il commissario federale, hanno riconosciuto dichiarando che “in queste condizioni meteo” in poche piste al mondo si sarebbe riusciti a portare a termine la manifestazione.
Archiviata questa gara il Moto Club Trasimeno si appresta ad ospitare il prossimo 7 e 8 ottobre l'ultima tappa del Trofeo Centro Italia, riservato alle classi MX1, MX2 e Minicross.


Crossodromo "Vinicio Rosadi" Gioiella 9 – 10 settembre 2017

Dopo la pausa estiva torna il motocross a Gioiella. Il Moto Club Trasimeno ospita nel weekend 9-10 settembre 2017 il Campionato Toscano Motocross

Campionato Interregionale Toscano Motocross 2017 - Crossdromo GioiellaDopo la lunga pausa estiva, con le roventi temperature che hanno costretto il Moto Club Trasimeno a sospendere anche gli allenamenti sul crossodromo internazionale Vinicio Rosadi di Gioiella, questo fine settimana riprende l'attività agonistica con la disputa della penultima prova del campionato interregionale Toscano Motocross, Minicross e Amatori.

Non è la prima volta che il circuito umbro presta la propria struttura e la sua grande esperienza organizzativa ad altre regioni per organizzare manifestazioni crossistiche. In questa circostanza infatti, l'impianto gestito dal Moto Club Trasimeno, verrà prestato al Comitato Regionale Toscano della Federazione Motociclistica Italiana per ospitare il quinto round del Campionato Toscano. Tutto si svolgerà sotto la regia del Moto Club Trasimeno che come di consueto si è impegnato al massimo, come fosse uno dei numerosi eventi internazionali che Gioiella ha ospitato nei suoi trenta anni di vita.

"Il nostro impianto", dichiara il presidente del Moto Club Trasimeno Paolo Burini "ha sempre collaborato con le strutture federali nazionali e regionali e, quando queste lo hanno chiesto, abbiamo sempre messo a disposizione la pista e la nostra capacità organizzativa. In questa circostanza è stato il Comitato Regionale Toscano, una delle regioni con il più elevato numero di praticanti di questa disciplina, ma che purtroppo negli ultimi anni ha visto chiudere numerose piste e quindi non è più in grado di organizzare un torneo alternandolo su più circuiti, a chiederci un aiuto. Siamo stati ben felici di mettere a disposizione il crossodromo di Gioiella, che ricordiamo è considerato una delle migliori piste del mondo, per lo svolgimento di questa prova Toscana".

Sono attesi circa 200 piloti divisi in varie categorie, dal Minicross agli Amatori. Fra questi non mancano piloti di grande esperienza anche internazionale come Fabio Occhiolini e Tommaso Israele.

La manifestazione si aprirà sabato con le operazioni preliminari e prove libere, tutte le gare si svolgeranno domenica con un intenso programma che inizierà alle ore 8,30 con le prove cronometrate a seguire le batterie di qualificazione e poi a partire dalle 11,30 il via delle prime manche, dopo una breve pausa pranzo le gare riprenderanno alle 14.00 per concludersi alle 19.00.

Proseguendo nell'intento promozionale, da anni portato avanti dal moto Club Trasimeno, anche in questa circostanza i prezzi dei biglietti sono assolutamente popolari: 10 Euro intero e 8 Euro il ridotto.


Otto giovani piloti a scuola di motocross sulla pista di Gioiella

Federmoto ha scelto Castiglione del Lago per il proprio campus

Quattro intense giornate di full immersion per crescere e migliorare

Pista Motocross Gioiella - Campus giovani 2017Quando si parla della pista di motocross di Gioiella il pensiero va subito alle grandi competizioni internazionali, ai GP mondiali, alle straordinarie imprese che alcuni fuoriclasse di questo sport hanno firmato sul tracciato intitolato a Vinicio Rosadi. Ma nella sua ormai lunghissima esperienza di gestione di questo impianto (ormai ha superato i 35 anni), il Moto Club Trasimeno ha sempre dimostrato pari attenzione verso l’attività di base e le iniziative rivolte ai giovani ed alla promozione del motocross. Per questo la pista è stata sempre curata e costantemente arricchita, non pensando solo alle competizioni di maggior livello tecnico. L’ennesima conferma della validità di questa impostazione e dell’altissima considerazione in cui l’intero ambiente delle due ruote tiene il tracciato situato a Castiglione del Lago si è avuta dalla scelta effettuata dal Settore Tecnico Sportivo della Federazione Motociclistica Italiana che ha scelto Gioiella per un campus rivolto ad un gruppo di giovani promesse delle ruote artigliate.
Così per quattro giorni sulle colline situate in posizione panoramica sul Lago Trasimeno si è fatta scuola di motocross con le lezioni teoriche che si sono alternate a quelle pratiche, con sessioni dedicate alla preparazione atletica, ad un’adeguata alimentazione ed alla conoscenza dei regolamenti. Non sono mancati anche un paio di forti acquazzoni, considerati provvidenziali in quanto hanno consentito allo staffa di lavorare sia sulla pista asciutta sia sul fondo fangoso ed allentato.
Gli otto giovani protagonisti del Motocross Camp che Federmoto ha portato in Umbria sono stati Matteo Alessi, Tommaso Gioia, Valerio Lata, Emanuele Lattanzi, Daniel Lintozzi, Edoardo Recchi, Daniele Spadolini e Alessandro Traversini, tutti minicrossisti di età compresa tra 10 ed i 14 anni, con diverso livello di esperienza ma animati dalla stessa voglia di migliorare il proprio livello.
Di altissimo livello il parterre dei docenti, formato da Raffaele Prisco, Coordinatore del Settore Tecnico/Sportivo, da Thomas Traversini, Commissario Tecnico del motocross azzurro (e papà del simpaticissimo ed ancora inesperto Alessandro), dal preparatore atletico Yuri Naldini, dall’istruttore federale Davide degli Esposti, ex-pilota, che ha incantato tutti per competenza, autorevolezza e capacità di dialogare con i ragazzi, e da Paolo Burini, Presidente del Moto Club Trasimeno, che si è occupato dell'insegnamento dei regolamenti. Lo staff del moto club di casa ha poi fornito l'assistenza in pista e si è prodigato affinché la permanenza degli ospiti (che hanno alloggiato in un vicino agriturismo) fosse il più confortevole possibile. L'assistenza sanitaria è stata invece garantita dalla Croce Rossa di Perugia.
"E' stata per noi un’esperienza altamente positiva – commenta il Presidente Paolo Burini – e abbiamo avuto la netta impressione che l'intero gruppo si sia trovato a proprio agio, sia sotto il profilo dell'accoglienza che per l’attività svolta nell’impianto. Le nostre strutture sono, evidentemente, ideali non solo per l'agonismo ai massimi livelli e siamo gratificati dalla scelta effettuata da Federmoto che ha puntato la sua attenzione proprio su Gioiella e sulla nostra organizzazione per realizzare questa importante iniziativa". L’attività crossistica a Castiglione del Lago riprenderà il 10 settembre, dopo la pausa estiva, con una prova interregionale, valida anche per il campionato umbro.


CAMPIONATO ITALIANO SENIOR E FEMMINILE (quarta Prova)
Crossodromo "Vinicio Rosadi" Gioiella 10 – 11 giugno 2017

Gran caldo, gare spettacolari, ottima organizzazione del MC Trasimeno. A Gioiella è andato in scena il quarto round del tricolore di motocross
I vincitori del Campionato Italiano Senior e Femminile
Peverieri (Veteran), Occhiolini (Superveteran), Villanueva (125) e Fontanesi (Femminile)

Giornata molto calda, anche se fortunatamente mitigata dalla costante brezza proveniente dal lago, al Crossodromo Internazionale Vinicio Rosadi di Gioiella, dove è andata in scena la quarta prova del Campionato Italiano Senior e Femminile 2017, organizzata dal Moto Club Trasimeno di Castiglione del Lago e dal promoter FX Action.

Tutte le gare si sono svolte regolarmente e non sono mancati lo spettacolo e l'incertezza sul risultato finale, anche a causa del grande dispendio di energie richiesto ai piloti che ha provocato non poche sorprese. In particolare nelle classi Veteran e Superveteran, dove alla fine hanno vinto il marchigiano Tiziano Peverieri e il toscano Fabio Occhiolini. Dominio invece nella classe 125 con il trionfo dello spagnolo, ormai bresciano di adozione, Mahy Villanueva Sanchez e nella Femminile, in cui si è imposta a mani basse la pluricampionessa mondiale Chiara Fontanesi.

Campionato Italiano Senior e Femminile 2017 - Crossodromo GioiellaEspliciti riconoscimenti di stima hanno ricevuto gli organizzatori del "Trasimeno" per la preparazione complessiva dell'impianto, per l'accoglienza riservata a tutti i partecipanti e per il livello dei servizi offerti. Pista dal fondo duro e dalla conformazione veloce, Gioiella "piace" e non pochi hanno auspicato un celere ritorno su questo tracciato di manifestazioni di livello internazionale.

La classe Veteran è vissuta tutta sul duello fra Michele Dal Bosco (Yamaha) e Tiziano Peverieri (Honda), con quest'ultimo che essendosi aggiudicato gara due ha vinto la classifica di giornata, anche se ai fini della generale hanno riportato lo stesso punteggio. La prima manche ha visto Peverieri protagonista di un immediato allungo e poi controllare la corsa per due terzi, ma nel finale il ritorno veemente di Dal Bosco ha fatto la differenza, tanto che una volta passato a condurre ha immediatamente allungato sino a chiudere con ampio margine. Dietro Dal Bosco e Peverieri si è classificato l'altro Peverieri, Graziano che è risultato anche il migliore della classe MX2. Come detto risultato rovesciato in gara due con Dal Bosco che prevale su Tiziano Peverieri, ma in questa frazione, grande protagonista è stato Michele Tosetto (Husqvarna) che ha condotto per oltre metà gara, prima di cedere al ritorno dei della coppia Peverieri – Dal Bosco, riuscendo comunque a conservare la terza piazza che alla fine gli è valsa il terzo gradino del podio della MX1. Graziano Peverieri grazie al terzo e quarto posto assoluto si è aggiudicato la MX2, davanti alla coppia toscana formata da Gabriele Fondelli (KTM) e Andrea Coturri (Kawasaki). Da segnalare fra i Veteran la buona prova dei due piloti umbri con Andrea Terenzi (Yamaha) di Bastia che ha chiuso subito a ridosso del podio nella MX2, mentre il pievese Francesco Fagiolari (KTM) è terminato nei top ten.

Grande spettacolo fra i Superveteran con l'indiscusso leader del campionato Fabio Occhiolini (Honda) sugli scudi in entrambe le manche e protagonista di eccezionali recuperi che lo hanno portato alla fine, a vincere gara uno e a chiudere sul podio la seconda.
Allo starter della prima manche è scattato perfettamente Giuseppe Canella (Honda) che mantiene la testa del gruppo per un paio di tornate prima di cedere il passo a Andrea Goffredi (Kawasaki). Anche per lui due giri di gloria ma poi nulla può contro lo scatenato Occhiolini che partito male, a suon di giri veloci, conquista la leadership della gara e non la molla più fino la bandiera a scacchi, dove precede il già citato Goffredi e l'ottimo Paolo Catalano (Honda) mantenutosi sempre nelle posizioni che contano. Fuochi Campionato Italiano 2017 senior e femminile - Mahy Villaneuva Sanchez - Gioiellaartificiali nella seconda manche, con ancora una partenza a razzo di Canella che precede Adriano Piunti (Honda) e Occhiolini, ma sul tratto misto del circuito c'è una scivolata che coinvolge la testa del gruppo, a farne le spese maggiori è Piunti che esce di scena, mentre Occhiolini riparte attardato. Al comando si installano due piloti della MX2: Bennati e Goffredi, che durante la corsa si scambieranno più volte le posizioni. Occhiolini non ci sta' a restare fuori dal podio e si getta in una forsennata rincorsa che lo porta a guidare la gara a poche curve dalla fine, ma è scritto che non doveva vincere, nel doppiare alcuni ritardatari sbaglia così Goffredi e Bennati ne approfittano per chiudere primo e secondo. Le sorprese non sono finite, Goffredi non si ferma al parco chiuso e a termini di regolamento viene escluso dalla gara. Quindi vittoria a Bennati che si aggiudica anche la MX2. Occhiolini secondo in gara è il primo della MX1 e con la doppietta di Gioiella chiude praticamente in anticipo il campionato. Per i colori umbri da segnalare il quinto posto del ternano Mariano Paterni nella MX2 e dodicesimo nella MX1 del portacolori del M.C. Trasimeno Tiziano Lorenzini.

Come detto nella ottavo di litro si è imposto nettamente il diciannovenne spagnolo di Gran Canaria Mahy Villaneuva Sanchez, ormai bresciano d'adozione, che ha prevalso in entrambe le manche. Il più regolare, alle spalle del vincitore, è stato Simone Croci, che è salito sempre sul terzo gradino del podio, mentre le altre posizioni sono state notevolmente rimescolate. In Gara 1 Villaneuva ha infatti preceduto il leader del campionato Felice Compagnone, rallentato nella seconda da una caduta che lo ha relegato al quinto posto finale e che gli ha poi impedito di partecipare alla cerimonia di premiazione. In Gara 2, alle spalle dell'iberico, si è classificato il giovane toscano Leonardo Frosali, autore di una progressiva ed efficace rimonta dopo una partenza non brillantissima.

Niente da fare contro Kiara Fontanesi nella categoria Femminile. La ventitreenne parmense, due volte campionessa del mondo e attualmente in testa alla classifica iridata, ha controllato con apparente facilità la situazione, viaggiando con grande sicurezza e con margini di vantaggio sempre ampiamente rassicuranti in entrambe le manche. Eppure la Fontanesi ha lamentato una non perfetta messa a punto della sua Yamaha che, nonostante il prodigarsi dei tecnici, le ha impedito di esprimersi al meglio. Kiara ha comunque ricordato con una punta di emozione le sue esperienze di piccola minicrossista proprio a Gioiella "dove – ha rivelato – ho conquistato i miei primi podii nelle ruote piccole".
Nella classifica di giornata la fortissima Fontanesi ha preceduto, come era nelle previsioni, Francesca Nocera, che continua a fare i conti con i postumi di un infortunio alla spalla che le impedisce di utilizzare con le necessaria funzionalità il braccio destro, e Giorgia Montini.

Non ci sono stati incidenti di rilievo, un solo pilota è stato portato all'ospedale di Perugia in via precauzionale per sospetta lussazione di una spalla.

Prossimo appuntamento in calendario sul circuito di Gioiella il 9 e 10 settembre con il campionato Interregionale.


CAMPIONATO ITALIANO SENIOR E FEMMINILE (quarta Prova)
Crossodromo "Vinicio Rosadi" Gioiella 10 – 11 giugno 2017

Le Pole del Campionato Italiano senior e femminile
Peverieri (Veteran) – Occhiolini (Superveteran) – Villanueva (125) - Fontanesi (Femminile)

Ottimo l'umbro Terenzi – bene anche Neri, Fagiolari e Pelosi

Con le prove ufficiali e le batterie di qualificazione del sabato pomeriggio ha preso il via sul Crossodromo Internazionale di Gioiella di Castiglione del Lago la quarta prova, delle sette in calendario, del Campionato Italiano Senior e Femminile di motocross.

Campionato italiano motocross senior e fimminile 2017 - Gioiella - Castiglione del LagoPerfettamente rispettati, almeno in occasione delle prove cronometrate, quelli che erano le previsioni, infatti i migliori crono sono stati realizzati dal marchigiano Tiziano Peverieri (Honda) nella classe Veteran, dal toscano Fabio Occhiolini (Honda) nei Superveteran, dallo spagnolo Villanueva Sanchez Mahy (Yamaha) nella 125 e dalla parmense Chiara Fontanesi (Yamaha) fra le ragazze.

Dietro a Peverieri nei Veteran seguono Ubaldo Di Domenicoantonio (KTM) e a sorpresa il quarantenne umbro di Deruta Andrea Terenzi (Yamaha) che si è iscritto alla gara all'ultimo momento. In questa classe da segnalare anche i buoni risultati conseguiti da altri due umbri, entrambi posizionatisi al centro dello schieramento di partenza, il portacolori del sodalizio organizzatore Gabriele Neri (Husqvarna) e Francesco Fagiolari (KTM) di Città della Pieve.

Dato per favorito a tal punto che potrebbe indossare il casco tricolore già al termine di questa gara, Fabio Occhiolini non ha avuto rivali nelle qualifiche dei Superveteran dove ha messo in riga il corregionale Fabrizio Bennati e il marchigiano Manlio Giachè, entrambi su Honda. A metà schieramento si è posizionato il castiglionese Fausto Pelosi, che nonostante le sue oltre sessanta primavere, rimane ancora sulla breccia.

Nella 125 si prospetta una battaglia fra lo spagnolo Villanueva Sanchez e il leader del campionato Simone Croci (KTM) che almeno in occasione delle prove non si è trovato perfettamente a suo agio nel tecnico circuito umbro, tanto che è riuscito a mantenere la piazza d'onore solo per pochi decimi sul terzo incomodo Yuri Pasqualini (Husqvarna). Nella ottavo di litro in evidenza anche il giovanissimo Alessandro Facca che nel secondo gruppo della 125 ha preceduto l'esperto e plurititolato Felice Compagnone.

Troppo forte nel femminile, la pluricampionessa mondiale Chiara Fontanesi, alla quale è stato sufficiente fare un giro tirato per staccare il miglior crono e distanziare di quasi cinque secondi le rivali Floriana Parrini (Honda) e Giorgia Montini (Yamaha).

Dopo l'intenso e caldo pomeriggio del sabato, oggi (domenica) si prospetta una giornata ancora più rovente e non solo sotto l'aspetto meteorologico, infatti la pista intitolata a Vinicio Rosadi vivrà un programma molto intenso che si aprirà alle ore 8,30 con le warm-up poi le prime manche che assegneranno i punti per il tricolore, dopo la sosta pranzo il programma riprenderà con le seconde manche a partire dalle ore 15.00 e si protrarrà fino le 18,30.

Costo biglietti: Intero 15 €, ridotto 10 €


CAMPIONATO ITALIANO SENIOR E FEMMINILE (quarta Prova)
Crossodromo "Vinicio Rosadi" Gioiella 10 – 11 giugno 2017

Tutto pronto al Crossodromo di Gioiella per il Campionato Italiano Senior e Femminile

200 piloti per sei titoli tricolori

Campionato italiano motocross senior e femminile 2017 - gioiellaTutto è pronto al Crossodromo Internazionale "Vinicio Rosadi" di Gioiella di Castiglione del Lago per ospitare al meglio la quarta prova delle sette in calendario del Campionato Italiano Senior e Femminile.
Il Moto Club Trasimeno che gestisce l'impianto sportivo per conte del Comune di Castiglione del Lago, ha lavorato alacremente in questi ultimi giorni per presentare agli oltre 200 piloti e ai numerosi team ufficiali, una pista di valore mondiale, sia sotto l'aspetto prettamente sportivo che tecnico logistico. Alla gara prendono parte, infatti, molti piloti di livello internazionale e quindi il sodalizio castiglionese non ha voluto lasciare nulla al caso pur di presentare una struttura degna di ospitare un grande evento agonistico.

Confermata la presenza di tutti i big del Campionato Italiano delle sei classi in gara, ovvero 125, Femminile, Vetera e Superveteran, quest'ultimi due divisi nelle categorie MX1 e MX2. Fra i nomi di spicco la pluricampionessa mondiale e attuale Chiara Fontanesi - Campionato italiano motocrossleader del torneo iridato Chiara Fontanesi che già in questa circostanza potrebbe firmare l'ennesimo casco tricolore con due prove di anticipo, così come potrebbe fare nella MX1 dei Superveteran, il toscano Fabio Occhiolini. Grande equilibrio nelle altre classi dove non mancherà spettacolo e agonismo in particolare nella classe 125 che schiera al via tanti piloti che, sin dalle prove di qualificazione del sabato, dovranno sudare le proverbiali "sette camicie" per guadagnarsi un posto in finale. Fra i favoriti il leader attuale del campionato Simone Croci e il diretto rivale Felice Compagnone che vanta una lunga esperienza mondiale e che a Gioiella è stato sempre grande protagonista.
Purtroppo a oggi ed è veramente una rarità, non risultano piloti umbri presenti alla gara, anche se alcuni nomi importanti delle ruote artigliate umbre, potrebbero decide all'ultimo momento di scendere in pista e se così fosse, visto il livello e l'esperienza di cui dispongono, potrebbero essere sicuramente fra i protagonisti.

La manifestazione che è organizzata dal Moto Club Trasimeno in collaborazione con la FX Action e la Federazione Motociclistica Italiana, si aprirà ufficialmente sabato mattina con le operazioni preliminari, ma già nel primissimo pomeriggio entrerà nel vivo con le batterie di qualificazione che definiranno i finalisti delle gare di domenica alle quali accederanno i migliori quaranta di ogni classe.

Tutte le gare valide per i titoli tricolori si svolgeranno domenica con un inteso programma che vedrà le sei categorie scendere in pista due volte per un totale di dodici gare titolate. Per espressa volontà del Moto Club Trasimeno il costo dei biglietti è veramente popolare per un evento di questo livello: 15 € il ticket intero e 10 € il ridotto, sabato gratis. In questo modo gli organizzatori vogliono favorire al massimo l'accesso del pubblico appassionato e non, a un grande spettacolo sportivo.


CAMPIONATO ITALIANO SENIOR E FEMMINILE (quarta Prova)
Crossodromo "Vinicio Rosadi" Gioiella 10 – 11 giugno 2017

La Presidente del Consiglio Regionale Donatella Porzi ha presentato in Regione il Tricolore Senior e Femminile

L'impegno del Moto Club Trasimeno e delle istituzioni pubbliche per l'ampliamento e ammodernamento della pista

Presentato alla stampa questa mattina presso la sede della Regione Umbra il Campionato Italiano Senior e Femminile 2017 di motocross che si terrà sabato 10 e domenica 11 giugno sul Crossodromo Internazionale "Vinicio Rosadi" di Gioiella di Castiglione del Lago.

conferenza_stampa_senior_femminile_2017Alla conferenza sono intervenuti la presidente del Consiglio Regionale dell'Umbria Donatella Porzi, il vicesindaco di Castiglione del Lago Romeo Pippi e l'assessore delegato ai lavori pubblici Marino Mencarelli, per il Moto Club Trasimeno il presidente Paolo Burini e per la Federmoto il presidente dei commissari di gara Giandomenico Baldi.
Tutti gli interventi hanno posto l'accento sull'importanza che assumono eventi sportivi di rilievo sul piano del turismo e per il rilancio dell'Umbria dopo la tragedia del terremo.
In particolare la presidente Porzi ha invitato le istituzioni locali ad adoperarsi in questa direzione, gli ha fatto eco il consigliere Mencarelli che ha sottolineato l'impegno del comune di Castiglione del Lago, pur nelle note ristrettezze economiche, per riqualificare la struttura sportiva di Gioiella in modo di tornare presto ad organizzare eventi di interesse mondiale.

Il Campionato Italiano Senior e Femminile vedrà in pista oltre 200 piloti divisi in sei categorie che si battaglieranno per la conquista del casco tricolore 2017, alcuni titoli potrebbero già essere consegnati in occasione dell'appuntamento umbro, organizzato dal Moto Club Trasimeno “G. Capecchi” in collaborazione con la FX Action, società che gestisce la manifestazione per conto della Federazione Motociclistica Italiana.

Si giunge a questo appuntamento del campionato con situazioni abbastanza differenti nelle classifiche, infatti se in alcune classi, già la prova di Gioiella potrebbe risultare decisiva per l'assegnazione dei titoli tricolori, in altre, è estremamente incerta e questo renderà le gare ancora più avvincenti. Da considerare poi le elevate caratteristiche tecniche che contraddistinguono il circuito umbro, ricco di curve e saliscendi e con un terreno abbastanza duro, sul quale i piloti dovranno sfoggiare le qualità migliori per imporsi e sul quale raramente hanno vinto un outsiders.

Oltre alla classe 125 e alla Femminile scenderanno i pista le classi Veteran e Superveteran, queste due divise in base alla cilindrata in MX1 e MX2. Situazione di grande equilibrio nella classe 125 che al momento vede il lombardo Simone Croci (KTM) guidare la classifica davanti all’espertissimo laziale Felice Compagnone (KTM) che ha perso la leadership del torneo in seguito alla deludente gara di Cremona, dove invece Croci ha sfoggiato una prova maiuscola che in un sol colpo gli ha fatto recuperare con gli interessi, i punti persi nell’appuntamento di Fermo. Il terzo posto, della ottavo di litro è occupato dal veneto Yuri Pasqualini (Husqvarna) ottimo protagonista del terzo round, sul podio in entrambe le manche.

chiara fontanesiLotta a tre nella MX1 della classe Veteran con Michele dal Bosco (Yamaha) che precede Tiziano Peverieri (Honda) e Michele Tosetto (Husqvarna), stessa cosa anche nella MX2 di questa categoria, anche se qui Graziano Peverieri (Yamaha) vanta oltre 300 lunghezze su Ubaldo Di Domenicantonio e pochi più su Gabriele Fondelli, entrambi in sella alle KTM. Trecento punti possono sembrare molti ma va ricordato che in questo campionato se ne assegnano ben cinquecento ad ogni prova, quindi il torneo è ancora apertissimo.

Cosa ben diversa nella Superveteran MX1 con il toscano Fabio Occhiolini (Honda), rientrato al cross dopo la positiva esperienza nell’enduro che se facesse bottino pieno a Gioiella, potrebbe mettere una serie ipoteca sul titolo se non aggiudicarselo addirittura con due prove d’anticipo. Il margine che Occhiolini ha sui diretti avversari è infatti abissale e per impedirgli l’impresa, Luigi Sartori (KTM) e Giuseppe Canella (Honda), dovrebbero veramente tirare fuori dal cilindro un jolly straordinario. Se nella MX1 come detto, sembra quasi tutto deciso, incertissima è la situazione nella MX2, qui in meno di 200 punti sono racchiusi cinque piloti: il leader del torneo Fabrizio Bennati (Honda) e gli immediati inseguitori Corrado Sallicati (Honda), Norbert Lantschner, Ivano Longhi e Emanuele Carosi tutti su Yamaha.

Veniamo adesso al Campionato Femminile, che in questa stagione ha registrato un vero e proprio boom di partecipanti, molte delle quali giovanissime e provenienti dal minicross, confermando che la scelta di iniziare anche le bambine a questa attività sta dando ottimi frutti. Leder indiscussa è la pluricampionessa mondiale e star della manifestazione Chiara Fontanesi (Yamaha) che proprio domenica scorsa, grazie al terzo posto nel Gran Premio di Francia, è tornata a condurre anche la classifica iridata. La portacolori delle Fiamme Oro che guida la classifica a punteggio pieno, potrebbe chiudere i conti in anticipo, anche se la diretta rivale Francesca Nocera (Suzuki) proverà a contrastarla così come sicuramente farà la portacolori Yamaha Giorgia Montini.

Terminata questa gara il Moto Club Trasimeno, gestore dell’impianto sportivo per conto del comune di Castiglione del Lago, metterà immediatamente mano al progetto di ammodernamento della pista per renderla più sicura e spettacolare e dell’ampliamento del paddock, modifiche indispensabili per rispondere alle nuove normative internazionali. Un progetto ambizioso e costoso ma necessario per tornare ad ospitare sul circuito umbro eventi mondiali.

La manifestazione si aprirà sabato mattina con le verifiche tecniche, alle ore 14,30 scatteranno le prove cronometrate ufficiali per decidere gli schieramenti al cancello di partenza, queste proseguiranno ininterrottamente fino le 19,30. Tutte le gare valide per i titoli si svolgeranno domenica a partire dalle ore 11.00, in programma dodici manche, l’intensa giornata agonistica si chiuderà alle 18,30 con la cerimonia delle premiazioni.

Costo biglietti: sabato gratis, domenica intero 15€ ridotto 10€


CAMPIONATO INTERREGIONALE UMBRO-MARCHIGIANO (Seconda Prova)

Crossodromo “Vinicio Rosadi” Gioiella – 22 – 23 aprile 2017

Spettacolo a gioiella nella seconda prova del campionato umbro-marchigiano
Sostanziale equilibrio fra le 2 regioni

Vittorie a: Riottini, Denti, Terenzi, Ciuffetelli, Toccaceli e Gasparri
Nel MINICROSS: Mancini e Lata

Il saluto della presidente del Consiglio Regionale Donatella Porzi

Oltre 220 piloti si sono presentati al crossodromo internazionale Vinicio Rosadi di Gioiella di Castiglione del Lago per la seconda prova del Campionato Interregionale Umbro – Marchigiano, organizzato in modo impeccabile e davanti ad una bella cornice di pubblico dal Moto Club Trasimeno. E’ questa la prima gara che vede alla guida del sodalizio lacustre il neopresidente Paolo Burini che a fine manifestazione ha sentitamente ringraziato tutto lo staff del moto club, capace di condurre perfettamente in porto una giornata intensissima con ben 16 gare.

Campionato Interregionale Umbro Marchigiano 2017 - Classe 125En plein nella classe Agonisti MX2 del portacolori del Motoclub Lion di Montegranaro Mattia Riottini, che domina le prove e poi entrambe le successive manche. Nella prima ha regolato Matteo Braschi e Didomenico Antonio, tutti su Yamaha, mentre nella seconda, dopo un brutto avvio, è passato in testa al secondo passaggio, chiudendo con largo margine sul portacolori del Moto Club Trasimeno Lorenzo Lupi (Kawasaki) e ancora su Didomenico.

Va al fermignanese Marco Denti (TM) la classe 125 riservata alle giovani leve del motocross a ruote alte. Denti ha realizzato una splendida doppietta al termine di due manche molto combattute che ha visto protagonisti, Matteo Fiamin (KTM) e lo spoletino Leonardo Angeli (Husqvarna) nella prima frazione, il quale poi non si è ripetuto nella successiva, sostituito da Francesco Ombrosi (KYM) che ha insidiato la vittoria di Denti sino la bandiera a scacchi, perdendo per soli 47 millesimi. Angeli è comunque risultato il miglior umbro della classifica finale.

Non ha avuto rivali Andrea Terenzi (Yamaha) nella classe Over 40. Il pilota di Deruta ha sbaragliato tutti i rivali con una disarmante superiorità in entrambe le manche, conquistando la prima vittoria di giornata per i colori umbri. E’ stata una classifica fotocopia per entrambe le gare, con il derutese che ha preceduto i marchigiani Giuseppe Prearsi (Yamaha) e Manlio Giachè (Husqvarna), con quest’ultimo grande protagonista nel finale di tutte e due le frazioni, riuscendo a recuperare numerose posizioni fino a chiudere sempre sul podio.

Minicross Interregionale Umro Marchigiano 2017Dominio marchigiano nella classe Agonisti MX1, questo anche per la scarsa presenza dei piloti umbri. E’ stata sicuramente la gara più bella dell’intera giornata con quattro piloti che si sono dati battaglia dall’abbassarsi del cancello di partenza alla bandiera a scacchi. Alla fine la vittoria è andata a Riccardo Ciuffetelli (KTM) che è riuscito, non senza fatica, ad aggiudicarsi entrambe le manche. Il pilota di Montegranaro ha regolato in classifica finale i corregionali Filippo Serena (Honda) e Roberto Pietrella (Suzuki). Miglior umbro il portacolori del Trasimeno Gabriele Neri (Husqvarna).

Troppo forte nei Top Rider il sanmarinese del Moto Club Spoleto Bryan Toccaceli che i sella alla sua Yamaha ha letteralmente stracciato in entrambe le manche i rivali, nonostante che in gara vi fossero piloti con alle spalle anche esperienze iridate, come il laziale Felice Compagnone (KTM) che con un terzo e un secondo posto ha chiuso la giornata alle spalle del portacolori umbro. Terza posizione per Francesco Muratori (KTM), da evidenziare anche la bella prova del magionese Ivo Lasagna (Honda) che ha chiuso nei top ten.

Doppietta del fermignanese Enrico Gasparri (Kawasaki) nella classe Amatoriali MX1- MX2 che nella prima manche ha preceduto il toscano Luca Bittarelli (KTM) e il corregionale Fabio Marchionni (Honda), protagonista di un gran finale, mentre nella seconda ha messo alle spalle ancora Bittarelli e poi Giovanni Politi (Kawasaki). Fra gli umbri ha prevalso il tifernate Matteo Vanghetti (Honda).

MINICROSS
Nettamente superiori i minicrossisti marchigiani che si aggiudicano la classe Debuttanti – Cadetti con Simone Mancini e la Junior – Senior con Giorgio Di Crescenzo, entrambi su KTM. In questa categoria la vittoria assoluta è andata al laziale Valerio Lata che ovviamente non ha preso punti per il campionato. Fra gli umbri in evidenza il ternano Riccardo Bongarzone e la giovanissima Chiara Profidia terza della sua categoria.

Fra i numerosi spettatori anche la presidente del Consiglio Regionale dell’Umbria Donatella Porzi che si è complimentata con gli organizzatori e i piloti per la bella giornata di sport vissuta in pista.

Non sono mancate scivolate e cadute di gruppo, fortunatamente senza gravi conseguenze per i piloti, solo uno è dovuto ricorrere agli accertamenti radiografici all’ospedale di Perugia per una sospetta frattura alla spalla.

Il prossimo appuntamento sulla pista castiglionese il 10 e 11 giugno con il Campionato Italiano Senior.


CAMPIONATO INTERREGIONALE UMBRO-MARCHIGIANO (Seconda Prova)

Crossodromo “Vinicio Rosadi” Gioella – 22 – 23 aprile 2017

A Gioiella si apre questo week-ed la stagione motocrossistica 2017. 200 piloti in pista per rinnovare la sfida fra Umbria e Marche

Campionato interregionale umbro marchigiano 2017Si apre oggi sabato, sul crossodromo internazionale Vinicio Rosadi di Gioiella di Castiglione del Lago, la stagione agonistica 2017. Protagonisti circa 200 piloti che si sfideranno nella seconda prova delle otto in calendario, del Campionato Interregionale Umbro – Marchigiano. Riprende quindi con questa gara l’eterna e infinita sfida fra i crossisti umbri e i rivali marchigiani. E’ questa al momento, l’unica tappa del Campionato Interregionale, prevista sul circuito castiglionese, l’altra si terrà infatti ai primi di giugno a Città di Castello.

Al via le classi: Top Riders, Agonisti, Amatoriali e Over 40, divise nelle categorie MX1 e MX2, in gara anche i giovani della 125 cc e i ragazzi del Minicross delle classi Debuttanti – Cadetti - Junior – Senior. Dipenderà dal numero dei verificati, ma sicuramente saranno almeno sedici le manche che si correranno sui saliscendi della pista di Gioiella in tutta la giornata.

Fra i piloti umbri occhi puntati sul magionese Ivo Lasagna e il piegarese Alessandro Pagliacci fra i Top Riders, con quest’ultimo che raramente ha fallito l’appuntamento casalingo. In questa classe al via anche il plurititolato Felice Compagnone che però non prende punti in quanto laziale, ma ha voluto essere presente per stimolare i tanti giovanissimi del Minicross che compongono il suo team e fra questi i due forti ternani Riccardo Bongarzone e Eugenio Carletti. Negli Over 40 in gara anche l’inossidabile portacolori del Moto Club Trasimeno Fausto Pelosi che, ad onta dei suoi oltre sessanta anni, rimane ancora uno dei migliori della sua categoria a livello nazionale. Da segnale anche gli altri umbri che si sono ben comportati nella gara d’apertura, ovvero: Alessandro Masciali di Foligno, gli spoletini Nicolas Onori e Bryan Toccaceli, Mirko Giustinucci di Gubbio, Luca Proietti di Deruta, Daniele Fassoni di Marsciano. Il Moto club Trasimeno si affida anche a Tiziano Lorenzini e alla giovanissima e “terribile” ragazzina del Minicross Cadetti, Chiara Profidia, al rientro dopo un infortunio ad inizio stagione.

La due giorni di motocross si aprirà oggi sabato con le operazioni preliminari e le successive prove libere che si protrarranno fino tardo pomeriggio.
Le gare valide per il campionato si svolgeranno tutte domenica. La manifestazione si aprirà alle ore 9.00 con le batterie di qualifica, alle 11.00 il via alle prime manche del minicross, poi una breve interruzione per la pausa pranzo e quindi la restante parte del programma che andrà avanti sino le 19.00, quando la cerimonia delle premiazioni chiuderà l’intesa giornata agonistica.
Visto lo spirito promozionale della gara molto popolari i biglietti: 10 Euro interi – 8 Euro i ridotti.


Paolo Burini è il nuovo Presidente del M.C. Trasimeno di Castiglione del Lago

Eletto per acclamazione su proposta di Giandomenico Baldi, ora Presidente Onorario

Rinnovo del direttivo senza traumi, approvato il programma organizzativo

Va nel segno della continuità l'esito dell’Assemblea Ordinaria del Moto Club Trasimeno di Castiglione del Lago che si è tenuta nella Sala Stampa della pista internazionale "Vinicio Rosadi", a Gioiella.

Motoclub Trasimeno - nuovo presidente Paolo Burini e presidente uscente Giandomenico BaldiIl rinnovo del consiglio direttivo per il quadriennio olimpico 2017 – 2020, scaturito dal voto dei soci, ha fatto infatti registrare l'integrale conferma della dirigenza uscente, con dodici consiglieri rieletti, e cinque new-entry, con tre debutti (Daniele Parrettini, Marco Bondi e Luca Bittarelli) e due graditi ritorni, quelli di Sergio Miscio e Mario Tozzo. La novità più importante riguarda invece il vertice dell'associazione al quale non si troverà più, dopo ben 11 anni, Giandomenico Baldi; nuovo Presidente del "Trasimeno" è infatti Paolo Burini, da circa 35 anni componente del consiglio e Direttore di Gara internazionale.

Dunque un passaggio di consegne non traumatico, proprio – come detto – nel segno dell'assoluta continuità e dovuto ad una circostanza che conferma il valore dei dirigenti cresciuti nel moto club castiglionese e la stima di cui godono in un ambito nazionale (ed oltre).

Baldi, da 29 anni consigliere, è stato infatti costretto alle dimissioni in seguito all'impossibilità di conciliare la presidenza con un importante incarico assegnatogli dalla Federmoto; il "pupillo" di Vinicio Rosadi, l'uomo che ha proiettato Castiglione del Lago nell'olimpo del motocross mondiale, è stato infatti chiamato dal nuovo Presidente federale Giovanni Copioli a ricoprire la carica di Coordinatore del Gruppo Ufficiali Esecutivi, l'organismo, cioè, che raggruppa il personale (Direttori di Gara, Commissari di percorso, Ufficiali di zona del trial) che garantisce la regolarità sportiva e la sicurezza delle competizioni.

Baldi ha comunicato le proprie dimissioni il 12 gennaio scorso, a norma di statuto a portare avanti l'ordinaria amministrazione è stato il vice-Presidente vicario Mauro Petrucci che ha anche convocato l'assemblea dei soci.

E' stato il Presidente uscente a proporre all'assise il nome di Paolo Burini per la sua successione e non c'è stato neanche bisogno di ricorrere alle urne visto che i soci lo hanno eletto per acclamazione.

A sua volta Burini, dopo un breve discorso di insediamento, in cui sono stati soprattutto scanditi gli imminenti impegni organizzativi, ha proposto per Baldi la Presidenza onoraria del M.C. Trasimeno con il diritto di presenziare alle riunioni del direttivo. Ed anche in questo caso la risposta dell'assemblea è stata compatta e favorevole.Motoclub Trasimeno - Nuovo Consiglio Direttivo 2017

In precedenza erano stati approvati il Bilancio di previsione 2017 ed il programma organizzativo che, a Gioiella, prevede, quattro appuntamenti: il campionato italiano Senior e Femminile, il 10 e 11 giugno, il Trofeo Centro Italia Junior (7/8 ottobre) e due gare interregionali valide anche per i campionati umbro, marchigiano e toscano, rispettivamente il 22 e 23 aprile ed il 9 e 10 settembre.
Non sono mancati momenti di profonda emozione durante il saluto che Giandomenico Baldi ha rivolto all’assemblea dei soci anche in presenza di Mara Colligiani, storica segretaria del "Trasimeno" fino a che non ha assunto la Presidenza del Comitato regionale umbro della Federmoto. Baldi si è dichiarato soddisfatto del lavoro svolto e degli obiettivi raggiunti ma non ha mancato di fare un accenno al sistema organizzativo del motocross che ha impedito all'associazione di raccogliere frutti sempre proporzionati all'impegno profuso. "Insieme abbiamo scritto un pezzo di storia del motociclismo – ha affermato il Presidente uscente – che lasciamo in eredità a chi verrà dopo di noi e di cui possiamo essere fieri". Baldi ha infine rivolto un attento ringraziamento alle Istituzioni, ai soci, ai colleghi del Direttivo, citando uno per uno, per nome, i collaboratori più stretti ed ha lasciato l'ultimo ricordo per Vinicio Rosadi affermando che con il "Presidentissimo" hanno avuto "una sola anima, un solo cuore, un solo sentimento: il Moto Club Trasimeno".

Anche il neo-Presidente Paolo Burini ha ringraziato l’assemblea per la stima e la fiducia dicendo, tra l’altro, che "l’azione del vertice potrà essere efficace solo grazie all'apporto di tutti" e, prima di affrontare il programma di lavoro, ha affermato che si impegnerà "a restituire quel tanto di impegno, passione, entusiasmo ricevuto negli anni dai soci e dal moto club".

Il nuovo Consiglio Direttivo del Moto Club Trasimeno risulta quindi composto da Beniamino Filoni, Adriano Luigetti, Benito Magionami, Mauro Petrucci ed Andrea Valenti, che hanno fatto il pieno di consensi, e da Luca Bittarelli, Massimo Massinelli, Roberto Menozzi, Sergio Spadoni, Gianluca Tanganelli, Marco Bondi, Paolo Luigetti, Daniele Parrettini, Mario Tozzo, Simona Filoni, Flavio Luigetti e Sergio Miscio.


Convocazione assemblea ordinaria, sabato 4 marzo 2017

Sabato 4 marzo 2017, presso la sala stampa del Crossdromo di Gioiella, convocazione Assemblea Ordinaria dei Soci del Motoclub Trasimeno. Ore 17.00 in prima convocazione e ore 18.00 in seconda convocazione. Per i dettagli visualizza la locandina


Minicross Trofeo delle Regioni a squadre
Crossodromo "Vinicio Rosadi", Gioiella, 8 - 9 ottobre 2016

Annullato a Gioiella il Trofeo delle Regioni di Minicross. La pioggia di sabato sera ha reso impraticabile la pista. La decisione presa dal direttore di gara in accordo con i commissari delle 18 squadre

Non è bastato il caldo sole della mattinata ad asciugare il terreno del crossodromo internazionale di Gioiella, rendendolo praticabile, dopo le forti piogge del tardo pomeriggio di sabato, permettendo così il regolare svolgimento del Trofeo delle Regioni di Minicross.

La decisione di annullare la manifestazione, è stata presa in pieno accordo dal direttore di gara Valerio Baldi, dai responsabili tecnici delle 18 squadre presenti, dalla Off Road Proracing, la società che gestisce il campionato e dal presidente del Moto Club Trasimeno, organizzatore dell’evento Giandomenico Baldi.

Si è tentato di tutto ha detto Baldi, spostando l’inizio delle gare alle 13.00 e facendo correre solo i ragazzi più grandi della 125 cc, ma un sopralluogo effettuato poco prima dell’inizio delle competizioni, dalla commissione tecnica, ha ritenuto che non ci fossero le condizioni di sicurezza per i piloti e da qui la decisione presa all’unanimità di annullare la manifestazione.

Un vero peccato perché all’appuntamento nazionale si erano presentate 18 squadre in rappresentanza di altrettante regioni italiane con circa duecento giovani piloti che pur non avendo corso, non hanno rinunciato alla colorita sfilata di presentazione svoltasi a metà mattinata.

Non viene assegnato quindi, il Trofeo delle Regioni di Minicross 2016 che vedeva favorite le formazioni dell’Emilia Romagna, delle Marche, del Lazio e della Lombardia, campione in carica, cosa pienamente confermata dai risultati delle prove ufficiali del sabato che avevano visto nella classe Senior, primeggiare il laziale Alessandro Facca (KTM) davanti a ai lombardi Alberto Barcella (Suzuki) e Federico Tuani (KTM); mentre nella 125 il miglior crono lo aveva realizzato l’emiliano Alessandro Mannucci (TM) davanti al corregionale Andrea Zanotti (KTM) e al marchigiano (Gianmarco Cenerelli (Husqvarna).

Nelle prove della Senior si era ben piazzata anche l’Umbria con Andrea Spagliccia (Husqvarna) e Davide Bastianini (Kawasaki). Della formazione umbra, guidata dalla presidente del Comitato Regionale Mara Colligiani, che ha preso parte alla sfilata di presentazione, facevano parte anche: Geremy Scucchia, Samuele Pecorari, Leonardo Angeli, Lorenzo Lupi e Nico Gigli.

Con questa gara, purtroppo non disputata, va in archivio la stagione 2016 del crossodromo di Gioiella che comunque rimane aperto per le prove come da calendario. Il presidente Baldi, ha colto l’occasione per ringraziare pubblicamente tutti i soci che anche in condizioni difficili, come in questo caso, si sono impegnati al massimo per portare a termine la manifestazione.


Minicross Trofeo delle Regioni a squadre
Crossodromo "Vinicio Rosadi", Gioiella, 8 - 9 ottobre 2016

A Gioiella il Trofeo delle Regioni di Minicross 2016

In gara 200 piloti in rappresentanza di 18 regioni. Sabato le prove ufficiali, domenica le gare per il titolo 2016

Nelle prove del sabato ottimo esordio della formazione umbra

Presentrazione squadre - Minicross Trofeo delle regioni a squadre 2016 - GioiellaCon le prove ufficiali di sabato pomeriggio, ha avuto inizio sul crossodromo internazionale di Gioiella, l'edizione 2016 del Trofeo delle Regioni di Minicross, la più importante manifestazione nazionale riservata alle giovani speranze del Motocross, organizzata dal Moto club Trasimeno in collaborazione con la Off Road Proracing.

Nonostante le piogge degli ultimi giorni la pista si presenta in ottime condizioni e quindi il programma non subirà nessun cambiamento, a differenza di quanto temuto dagli organizzatori.

Le prove ufficiali di ieri hanno praticamente confermato i valori espressi nelle ultime edizioni con i giovani della Lombardia, pronti a difendere il titolo conquistato lo scorso anno, ma in evidenza anche Emilia Romagna, Marche, Toscana e Lazio, con a sorpresa, l’inserimento dei piloti umbri che, complice l’aria di casa, hanno fatto veramente bene e oggi potrebbero decisamente lottare per un posto importante nella classifica finale.

Sette i piloti umbri in pista, nella classe 65 cc il ternano Geremy Scucchia e il tifernate Samuele Pecorari, nella Jumior le speranze sono affidate al ternano Andrea Spagliccia e a Davide Bastianini di Bastia, mentre nella ottavo di litro, quella agonisticamente più avanzata scenderanno in pista lo spoletino Leonardo Angeli, il castiglionese Lorenzo Lupi e Nico Gigli di San Gemini.

Come detto il programma rimane quello ufficiale con le batterie di qualificazione che inizieranno alle ore 9.00 e le gare che partiranno dalle ore 11,30 per concludersi alle 17,30. Biglietti: 10 Euro intero e 8 Euro ridotto


Minicross Trofeo delle Regioni a squadre
Crossodromo "Vinicio Rosadi", Gioiella, 8 - 9 ottobre 2016

200 giovanissimi crossisti in rappresentanza di 18 regioni si disputano il titolo 2016

La squadra umbra si affida a:Scucchia, Pecorari, Spagliccia, Bastianini, Lupi, Angeli e Gigli

Dopo quasi dieci anni il crossodromo internazionale di Gioiella torna ad ospitare un grande evento riservato alle giovani speranze del motocross. Sabato e domenica si disputa infatti, sul “Vinicio Rosadi” il Trofeo delle Regioni a squadre, riservato ai minicrossisti delle categorie 65 cc, Junior, Senior e 125 cc.
L’evento è organizzato dal Moto Club Trasimeno in collaborazione con la Off Road Proracing, la società che gestisce l'immagine di numerosi campionati nazionali e internazionali.

Minicross Trofeo delle regioni 2016 - Crossodromo di Gioiella 9 ottobre 2016La manifestazione ogni anno suscita una forte aggregazione fra i tanti piloti che vi prendono parte che, attraverso le delegazioni regionali, coordinate dai vari comitati, sono pronti a battersi per contendersi non un titolo individuale, ma quello a squadre in rappresentanza della propria regione.

Il circuito di Gioiella che in questa circostanza ospiterà circa 200 giovanissimi piloti, in rappresentanza di 18 regioni italiane è un banco di prova perfetto per le giovani speranze del motocross azzurro, visto le sue peculiarità tecniche con dolci e repentini saliscendi su un terreno compatto e privo di sassi.

Per ciò che concerne la gara, la Lombardia si presenta ancora una volta favorita e in veste di Campione in carica, pronta a difendere il titolo conquistato con tutte le proprie forze lo scorso anno davanti ad Emilia e Lazio, terzo a pari punti con la Toscana, quarta, seguita in quinta posizione dal Veneto attardato da una sola lunghezza di distacco.
Tuttavia, come spesso accade in questo confronto, è lo spirito di squadra che determinerà il risultato finale. Per questo quasi sempre la "lotta" è aperta fino all'ultima curva, per la conquista dell'ultimo, ma spesso significativo punto disponibile, talvolta determinante per far pesare l'ago della bilancia a favore della vittoria o del podio per i propri colori regionali. E' questa, da sempre, la chiave del successo.

I colori umbri sono affidati per la classe 65 cc al giovanissimo ternano Geremy Scucchia e al tifernate Samuele Pecorari. Assente nella Junior - Senior il panicalese Carlo Cardaccia per infortunio, le speranze sono affidate al ternano Andrea Spagliccia e a Davide Bastinini di Bastia, mentre nella 125 scenderanno in pista lo spoletino Leonardo Angeli, il castiglionese Lorenzo Lupi e Nico Gigli di San Gemini.

Il programma si aprirà sabato con le operazioni preliminari, le prove libere e quelle ufficiali che si terranno nel pomeriggio.
Tutte le gare si svolgeranno la domenica con inizio alle ore 9,30 e si protrarranno fino le 17,30, quando la manifestazione si concluderà con la cerimonia delle premiazioni.

Per volontà degli organizzatori il costo del biglietto è estremamente contenuto, in quanto evento promozionale riservato ai giovanissimi ed è di 10 Euro l’intero e 8 Euro il ridotto


Testimonianze, ricordi e notizie a dieci anni dalla scomparsa di Rosadi

In molti per rievocare il Presidentissimo "Vinicio", fautore di Gioiella

Grande partecipazione all’incontro promosso da Masoliniana e Moto Club

Dieci anni dalla scomparsa di Vinicio RosadiSul crossodromo di Gioiella, per tutta la giornata di sabato 24 settembre, ha dardeggiato un sole quasi estivo, reso ancor più scintillante dall'aria tersa del primissimo autunno. Ma ad approfittare di condizioni così favorevoli non sono stati i piloti di motocross; anzi, è sembrato quasi uno scherzo del destino questo meteo visto che negli ultimi tempi il Moto Club Trasimeno è stato spesso costretto ad annullare o rinviare manifestazioni a causa della pioggia.

Ma c'è anche chi ha detto, ammirando la splendida vallata che si apre sotto la palazzina della direzione gara – per una volta silenziosa – ed il panorama che spazia dalle colline della vicinissima Toscana al lago, sormontato dal promontorio dove sorge Castiglione del Lago, che perfino il cielo ha volto rendere omaggio a Vinicio Rosadi, il Presidentissimo del moto club, che, in una sala stampa attenta e gremitissima, è stato ricordato a dieci anni dalla scomparsa.

Un ricordo che proprio le persone a lui più vicine, dai familiari ai collaboratori, ha avuto il tono che sarebbe piaciuto a Vinicio: celebrativo, come era giusto, ma asciutto, concreto, basato su fatti, notizie, documenti, reperti video (alcuni molto preziosi) e testimonianze.

Merito dell'impostazione che all'incontro hanno voluto dare l'Accademia Masoliniana di Panicale, impegnata in un ciclo di iniziative sui personaggi che hanno segnato la storia del territorio, e dello stesso Moto Club Trasimeno.

Vinicio Rosadi e Mara Colligiani 2002Così c’è stato spazio per i ricordi, molti sportivi ma anche umani, immancabili, vista la ricchezza del personaggio, per i sorrisi, e soprattutto per evidenziare la geniale intuizione di Rosadi che, alla fine degli '70 colse l’evoluzione che stava avendo il motocross e, abbandonando lo spettacolare e redditizio (ma ormai sorpassato) Circuito del Castello, scelse Gioiella e vi allestì la pista che tuttora è nella elite mondiale. Anzi, come è stato detto, questo impianto non ha solo accompagnato la crescita del motocross ma ne è stato un attore ed è stato assunto addirittura a modello dell’innovazione di questo sport.

Al microfono si sono avvicendati il Sindaco di Castiglione del Lago Segio Batino, il rappresentante del CONI umbro Alessandro Rossi, la Presidente dell’Accademia Masoliniana Maria Lucia Roma Perego, e poi in una serie di testimonianze che hanno toccato sia i toni della commozione sia quelli del divertimento, Marco Rosadi, figlio di Vinicio, l’attuale Presidente del Trasimeno, Giandomenico Baldi, e Mara Colligiani, oggi Presidente del motociclismo regionale, ma negli anni '60, da adolescente, co-fondatrice del moto club e poi, per 34 anni, sua fedelissima segretaria ed autentica "ombra".

Piacevole anche la testimonianza di Umberto Mancini, delegato provinciale di Perugia della Federmoto, che con Vinicio ha avuto per decenni rapporti in diverse vesti e che ha aggiunto al caleidoscopio di ricordi altri colorati dettagli. Prezioso anche il contributo dato al ritmo del dibattito ed alla ricostruzione degli eventi (dodici campionati mondiali, quattro europei, quindici Internazionali e Assoluti) dai video selezionati e montati da Giancarlo Crociani. A condurre l’incontro il giornalista Diego Mancuso, altro collaboratore del "Trasimeno" fin dalla giovanissima età.

Significativa la presenza tra il pubblico, oltre che di Licia Rosadi, altra figlia di Vinicio, di alcuni rappresentati dell’associazionismo locale e di tanti dirigenti del passato che, con la propria partecipazione, hanno testimoniato un forte attaccamento al personaggio, al moto club ed alla sua storia. Così Giandomenico Baldi ha rivolto un saluto particolare a Sergio Miscio, Piero Luigetti (che di Vinicio fu anche vice-Presidente), Ferdinando Prosillico, Dino Sorci, Remo Pericoli, Altero Ridoni, Mario Tozzo e Luigino Burico.

E al termine, proprio grazie a quel sole che ha continuato ad inondare la conca di Gioiella, gli organizzatori hanno radunato i partecipanti sulla terrazza panoramica della palazzina per un aperitivo.

Gioiella; o, meglio, il crossodromo internazionale "Vinicio Rosadi" riaprirà i battenti l'8 ottobre per ospitare una grande manifestazione promozionale, il Trofeo Marinoni, campionato italiano di minicross a squadre regionali.


Il "Trasimeno" nel firmamento del motocross mondiale

La figura di Vinicio Rosadi a 10 anni dalla scomparsa

In collaborazione con Accademia Masoliniana di Panicale, un incontro sulla storia, i ricordi, le immagini, i trionfi di un prestigioso sodalizio sportivo e del suo indimenticabile Presidente.

Conduce il Dott. Diego Mancuso

Immagini e video curati da Giancarlo Crociani.

6 luglio 2006: dopo aver affrontato con coraggio un’impietosa malattia, si spegne a Castiglione del Lago, all’età di 83 anni, Vinicio Rosadi, per oltre tre decenni Presidente del Moto Club Trasimeno.

A dieci anni dalla sua scomparsa l’Accademia Masoliniana di Panicale e lo stesso moto club ricorderanno la figura di questo straordinario dirigente sportivo in occasione di un incontro pubblico che si svolgerà sabato 24 settembre, alle 16.00, all’impianto di Gioiella, ovvero la pista internazionale di motocross che porta proprio il nome di Vinicio Rosadi.

L’iniziativa si inserisce nel ciclo dedicato dall’associazione panicalese a personaggi, anche storici, che, con la propria opera, hanno segnato lo sviluppo del territorio e delle sue comunità. Ma l’approfondimento dedicato ad un esponente dell’associazionismo, per di più sportivo, rappresenta una particolarità e anticipa quanto fu eccezionale la sua azione. Vinicio Rosadi, eletto nel 1972 Presidente del Trasimeno, fu infatti il protagonista della creazione della pista di Gioiella, un impianto che – interpretando con perfetta scelta di tempo le tendenze del motocross contemporaneo – proiettò Castiglione del Lago e l’intera area nell’elite mondiale di questo sport.

Ma Gioiella fu addirittura uno degli attori del cambiamento e si è imposta, sotto ogni profilo (tecnico, organizzativo, gestionale), come uno dei modelli di innovazione del motocross.

Lo testimoniano i dodici campionati mondiali di motocross ospitati tra il 1988 ed il 2011, i quattro europei, quindici Internazionali e Assoluti d’Italia su un totale di oltre 100 manifestazioni titolate, nazionali e internazionali, oltre ad innumerevoli gare territoriali e a carattere promozionale.

A disegnare la figura di Vinicio Rosadi concorreranno interventi, testimonianze ma anche foto e rari documenti video che ripercorrono l’evoluzione del motocross a Castiglione del Lago, dal Circuito del Castello all’impianto di Gioiella.


Campionato Interregionale Umbro-Marchigiano 2016 (Recupero 3a Prova)
Crossodromo "Vinicio Rosadi", Gioiella, 30 - 31 luglio 2016

Splendida giornata di Motocross a Gioiella con quasi 200 piloti impegnati
Vincono: Orielli, Terenzi, Matteucci, Toccaceli nel Minicross Mancini e Bongarzone

Bene gli umbri Bandinelli, Pagliacci, Lasagna e l'inossidabile Pelosi

Campionato Interregionale Umbro-Marchigiano 2016 - Crossodromo di GioiellaCi voleva proprio una splendida giornata estiva per riconciliare il crossodromo di Gioiella con le gare, dopo che nei mesi scorsi ben tre prove erano saltate per la pioggia.
A misurarsi sul circuito intitolato al "presidentissimo" Vinicio Rosadi poco meno di 200 piloti impegnati nella quinta prova del Campionato Interregionale Umbro-Marchigiano divisi nella classi Top Riders, Agonisti, Amatoriali Over 40, 125 cc e Minicross Debuttanti – Cadetti e Junior – Senior.

La sfida fra le due regioni confinanti che hanno deciso di far scendere in pista insieme i piloti dei rispettivi club, per garantire alle gare sempre un bel numero di partecipanti, è stata chiusa in sostanziale parità, con le Marche che si sono aggiudicate la categoria Agonisti, con Giacomo Orielli (Honda) e l'Umbria che è salita sul gradino più alto del podio con Andrea Terenzi (Honda) di Deruta vincitore fra gli Amatori – Over 40. Le altre vittorie sono andate al toscano Nicola Matteucci (Honda) nella 125 due tempi e al sanmarinese Bryan Toccaceli (Yamaha) che ha difeso i colori del Moto Club Spoleto.

Fra i giovanissimi del Minicross si sono imposti il marchigiano Simone Mancini (KTM) fra i Debuttanti – Cadetti e il ternano Riccardo Bongarzone (KTM) fra gli Junior - Senior.

La classe più piccola delle ruote alte, la 125 due tempi, ha visto un testa a testa fra il laziale Dell’Ovo e il toscano Matteucci, alla fine ha vinto il livornese che si è aggiudicato la seconda frazione. Dietro al portacolori del Moto Club Torre della Meloria e al romano è terminato il marchigiano Marco Lamponi (KTM). Settimo assoluto e migliore degli umbri, Fabio Carizia (Husqvarna) portacolori del Moto Club Foligno.

Campionato Interregionale Umbro-Marchigiano 2016 - Crossodromo di GioiellaFra gli Agonisti, dopo Orielli che ha realizzato un secondo e un primo posto di manche, sono giunti altri due marchigiani Alessandro Vinozzi (KTM) che è stato anche il più bravo della MX2 e il vincitore di gara uno Andrea Aceri (Honda). Il miglior umbro è risultato l'eugubino Giordano Baldinelli (KTM), quinto assoluto.

La gara della classe Amatori – Over 40 è stata quella che ha regalato maggiori soddisfazioni ai colori umbri, con tre rappresentanti locali ai primi quattro posti. Infatti dietro al vincitore assoluto Terenzi sul podio in entrambe le manche, si sono classificati il toscano Pierluigi Bandini e poi altri due umbri, nell'ordine Manlio Giachè (Honda) e Gabriele Neri (Yamaha).

Spettacolari le due manche dei Top Rider con al via diversi piloti di caratura internazionale. La vittoria è andata al sanmarinese Toccaceli, vincitore di entrambe le manche davanti al laziale pluricampione italiano Felice Compagnone (Honda) e a un fantastico Alessandro Pagliacci (Kawasaki). Il piegarese nonostante la tribolata stagione, dopo il quinto posto in gara uno è stato grande protagonista nella seconda frazione chiudendo terzo assoluto.

Fra i piloti umbri, in evidenza anche il magionese Ivo Lasagna (TM) settimo assoluto nella MX1 Top Rider il tifernate Lorenzo Zanelli (Honda) quinto nei Top Rider MX2 e infine un encomio speciale lo merita l'inossidabile castiglionese, ex motorista degli elicotteri dei Vigili del Fuoco, Fausto Pelosi che alla bella età di 63 anni, ma in perfetta forma fisica, ha chiuso nella top ten degli Over 40.

Prossimo appuntamento sul crossodromo di Gioiella l’otto e il nove ottobre con il Trofeo delle Regioni di Minicross.


Campionato Interregionale Umbro-Marchigiano 2016 (Recupero 3a Prova)
Crossodromo "Vinicio Rosadi", Gioiella, 30 - 31 luglio 2016

A Gioiella questo week end torna il motocross. Oltre 200 piloti, 8 categorie, 16 gare

Campionato Interregionale Umbro-Marchigiano 2016 - Crossodromo GioiellaDopo due gare consecutive rinviate a causa delle pessime condizioni meteo, questo week end, secondo le previsioni, non dovrebbero esserci problemi per disputare regolarmente la gara di motocross, valevole per il Campionato Interregionale Umbro Marchigiano, in scena sul crossodromo internazionale Vinicio Rodadi di Gioiella di Castiglione del Lago, organizzata dal Moto Club Trasimeno.
La gara recupera quella rinviata lo scorso 24 aprile, così che il campionato dopo questa prova, andrà ad assumere una fisionomia più completa e regolare.

Saranno oltre duecento i piloti che si misureranno sui saliscendi della pista intitolata all'ex presidente del Moto Club Trasimeno Vinicio Rosadi, divisi in otto categorie di cui due riservate ai giovanissimi del Minicross, raggruppati nelle categorie cadetti – debuttanti e Junior – Senior, mentre i piloti delle ruote alte sono divisi in: Top Driver MX1 e MX2, Agonisti MX1 e MX2, Over 40 Open, Amatori Open e 125 Open.

Con questa gara il Moto Club Trasimeno che gestisce il circuito di Gioiella, per conto del Comune di Castiglione del Lago, vuole riaffermare il suo impegno a 360 gradi nello sport delle ruote artigliate, organizzando non solo eventi di portata nazionale e internazionale, ma anche gare così dette minori che comunque hanno una notevole importanza nello sviluppo dell'attività di base.

Campionato Interregionale Umbro Marchigiano 2016 - Crossodromo GioiellaNonostante sia un campionato interregionale non mancano i nomi di spicco, impegnati ai massimi livelli nazionali, fra gli umbri, nella classe Elite, da segnalare la presenza del magionese Ivo Lasagna, e del piegarese Alessandro Pagliacci, entrambi più volte vincitori a Gioiella.
Dopo cinque prove disputate nella MX1 guidano il campionato: il lacustre Lorenzo Bardelloni fra gli Amatori, il marscianese Alessio Amadio fra gli Agonisti, il panicalese Gabriele Neri nei Veteran e il già citato Lasagna nei Top Rider, mentre nella MX2 gli spoletini Andrea Petrucci e Bryan Toccaceli conducono rispettivamente la classe Agonisti e Top Rider, il marscianese Manuel Squadroni gli Amatori e il ternano Mariano Paterni i Veteran.

Nel Minicross, purtroppo, assente il figlio d'arte, Luca Cardaccia di Panicale, infortunatosi nella prova tricolore di Ponte a Egola, le speranze umbre sono riposte nel ternano Riccardo Bongarzone, indiscusso leader dei Senior.

Intenso il programma della manifestazione che si aprirà sabato pomeriggio, con le operazioni preliminari e le prove libere, proseguirà domenica con le prove ufficiali che si svolgeranno dalle 8,30 alle 10,30, poi a partire dalle 11.00 si entrerà nel vivo della gare, con una breve pausa dalle 13.00 alle 14.00 per poi proseguire ininterrottamente fino le 19.00. Tutte le classi effettueranno due manche, anche se di diversa durata in base alle rispettive categorie di appartenenza, quindi non mancherà lo spettacolo per il pubblico che potrà assistere a ben sedici corse.

Per volontà degli organizzatori i prezzi sono estremamente popolari: sabato gratis, domenica 10 Euro il biglietto intero e 8 il ridotto.


Annullata per la pioggia la gara di campionato toscano di motocross in programma domenica 5 giugno 2016 a Gioiella. Ecco la la comunicazione pubblicata dagli organizzatori, su Fb, alle 16.30 di venerdì 3 giugno.

"Siamo spiacenti di comunicare che, proprio pochi minuti fa, d'intesa con il Co.Re. Toscana, abbiamo SOSPESO l'effettuazione della gara di Campionato regionale toscano di motocross e minicross programmata per domenica 5 giugno. Dopo le abbondanti piogge degli ultimi giorni, in questo momento la pista di Gioiella è già oltre il limite di praticabilità, con alcuni tratti allagati. Vista l'impossibilità di garantire le condizioni minime di praticabilità (e quindi di sicurezza) e viste anche le proibitive previsioni meteo per le prossime ore, la manifestazione è sospesa.
Come Moto Club Trasimeno abbiamo offerto la nostra disponibilità al Co. Re. Toscana per recuperare la gara in data da destinarsi ed il nostro interlocutore ha accettato.
Seguiranno dunque altre comunicazioni relative al recupero; intanto esprimiamo dispiacere per la situazione che si è purtroppo creata."


1° Motoincontro nazionale "Andrea Antonelli" - PACIANO, 2 giugno 2016

Il 2 giugno, a Paciano, motoraduno nazionale in memoria di Andrea Antonelli

Campionato regionale toscano motocross e minicross - CROSSODROMO "VINICIO ROSADI", GIOIELLA, 5 giugno 2016

Il campionato toscano di motocross emigra in Umbria, a Gioiella: oltre 180 piloti in pista in quindici categorie

Moto incontro nazionale Andrea Antonelli - 2 giugno 2016Per il Moto Club Trasimeno il "ponte" del 2 giugno 2016 è legato ad un evento particolarmente significativo e cioè il Motoincontro Nazionale che si terrà a Paciano proprio nel giorno festivo e che è dedicato alla memoria di Andrea Antonelli, il giovane pilota di Castiglione del Lago drammaticamente scomparso a Mosca, in un incidente di gara, il 21 luglio 2013, ad appena 25 anni.

Il raduno motociclistico è organizzato da un comitato formato dagli Ant8Supporters (ovvero i sostenitori e gli amici di Andrea), e da due associazioni di Paciano, il Centro Sociale Anziani e l’Avis, con il supporto tecnico del moto club castiglionese.

La manifestazione prevede nella mattinata un giro turistico dell'area del Trasimeno che toccherà i Comuni di Castiglione del Lago, Chiusi, Città della Pieve, Piegaro e Panicale e che descriverà un "8", il numero di gara di Antonelli a cui era (ed è rimasto) indissolubilmente legato; nel pomeriggio ai partecipanti sarà offerto un intrattenimento con musica e con le esibizioni dei piloti acrobatici del Full Team che hanno partecipato ad Italia's Got Talent.

Il programma:
- 8.30 Apertura iscrizioni presso area "S.Sebastiano" Paciano
- 8.30 Inizio colazione
- 10.00 Benedizione moto e partenza giro turistico
- 12.00 Arrivo a Paciano
- 12.30 Pranzo presso area "S.Sebastiano" Paciano
- 15.00 Visite guidate su Paciano, Spettacoli Folkloristici ed esibizione dei piloti acrobatici partecipanti ad ITALIA'S GOT TALENT

Andrea Antonelli in moto 2013"Essere a supporto di una manifestazione per motociclisti in ricordo di Andrea Antonelli è per noi motivo di orgoglio" commenta Giandomenico Baldi, Presidente del Moto Club Trasimeno. "Questo evento rappresenta un pò il fiore all'occhiello della nostra stagione 2016. Ad Andrea ci legava un profondo affetto oltre che la stima per la carriera che stava conducendo ma che non lo aveva trasformato. Era sempre il ragazzo cordiale e carico di passione che avevamo conosciuto fin dai primi passi in pista e che, quando poteva, girava a Gioiella con la moto da cross, dimostrando classe cristallina e un'adattabilità alla guida veramente rara. Ha lasciato in noi un vuoto che sarà impossibile riempire ed il rimpianto per un vita spezzata in età troppo giovane – conclude Baldi – ma a noi amici, tifosi, appassionati spetta il compito di far sentire ai suoi familiari tutto l'affetto di cui siamo capaci, per rendere meno insostenibile il loro dolore".

Si avvicina poi l'appuntamento con la 4.a prova del Campionato toscano di motocross che si svolgerà domenica 5 giugno a Gioiella, sulla pista intitolata a Vinicio Rosadi.
La manifestazione, sempre organizzata dal Moto Club Trasimeno, è valida anche come 5.o round del regionale toscano di minicross e della classe 125 Under.
Si attende l'arrivo di almeno 180 piloti, tutti provenienti dalla Toscana, regione che già in più di un'occasione è emigrata con il proprio campionato nella vicina Umbria ed in particolare a Gioiella. Solo nelle categorie del minicross (Debuttanti, Cadetti, Junior e Senior) e alla 125 Under è ammessa la partecipazione dei conduttori dell'Umbria.

Il programma si aprirà sabato 4 giugno alle 14.00 con le sessioni di allenamento mentre domenica, in rapida sequenza, si terranno le prove e poi le manche valide per il campionato. Ben quindici le classi e le categorie che scenderanno in pista; si preannunciano dunque ritmo intenso e spettacolo.


Campionato Interregionale Umbro-Marchigiano (3a Prova)
Crossodromo "Vinicio Rosadi", Gioiella, 23 – 24 Aprile 2016

Annullata per avverse condizioni climatiche

La 3.a prova del Campionato Motocross e Minicross Umbro/Marchigiano 2016, in programma oggi sabato 23 dalle ore 14.00 e domenica 24 aprile presso il Crossodromo Internazionale "Vinicio Rosadi" di Gioiella - Castiglione del Lago, viene rinviata a causa della pioggia caduta durante la notte tra venerdì e sabato e delle previsioni meteorologiche avverse segnalate dalla Protezione Civile ("Ciclone Medusa") per questo week end. La decisione si è resa necessaria poiché non ci sono i presupposti fondamentali per la riuscita della manifestazione.


Campionato Interregionale Umbro-Marchigiano (3a Prova)
Crossodromo "Vinicio Rosadi", Gioiella, 23 – 24 Aprile 2016

Oltre 200 piloti per 8 categorie e 16 gare

Dopo la splendida apertura stagionale dello scorso 20 marzo con le gare del Campionato Italiano, il Crossodromo Internazionale di Gioiella torna ad animarsi questo fine settimana con i piloti del Campionato Interregionale di Umbria e Marche, riunito in un unico evento, anche se con classifiche finali separate, per volontà dei rispettivi comitati regionali della Federazione Motociclistica Italiana che, in questo modo, hanno notevolmente elevato il tasso sportivo e tecnico della manifestazione.
E' questa la terza prova in programma anche se in realtà è la seconda, visto che è saltato a causa delle pessime condizioni meteo, il secondo round in programma ad Esanatoglia. Campionato Interregionale Umbro-Marchigiano 2016

Saranno oltre duecento i piloti che si misureranno sui saliscendi della pista intitolata all'ex presidente del Moto Club Trasimeno Vinicio Rosadi, divisi in otto categorie di cui due riservate ai giovanissimi del Minicross, raggruppati nelle categorie cadetti – debuttanti e Junior – Senior, mentre i piloti delle ruote alte sono divisi in: Top Driver MX1 e MX2, Agonisti MX1 e MX2, Over 40 Open, Amatori Open e 125 Open.

Con questa gara il Moto Club Trasimeno che gestisce il circuito di Gioiella, per conto del Comune di Castiglione del Lago, vuole riaffermare il suo impegno a 360 gradi nello sport delle ruote artigliate, organizzando non solo eventi di portata nazionale e internazionale, ma anche gare così dette minori che comunque hanno una notevole importanza nello sviluppo dell'attività di base. Senza queste categorie, infatti, non esisterebbero i grandi campioni, perché è da queste che si inizia a correre e a scalare le classifiche delle categorie superiori.

Nonostante sia un campionato interregionale non mancano i nomi di spicco, impegnati ai massimi livelli nazionali, fra gli umbri, nella classe Elite, da segnalare la presenza del magionese Ivo Lasagna, e del piegarese Alessandro Pagliacci, entrambi più volte vincitori a Gioiella. Nella MX1 il ternano Diego Bianchi proverà a ripetere l’ottima performance della gara d’esordio, così come ha fatto negli Over 40 Francesco Fagiolari di Città della Pieve. Nel Minicross le attenzioni sono puntate su due figli d'arte, il ternano Riccardo Bongarzone e il panicalese Luca Cardaccia, figlio di Carlo, per anni simbolo del cross regionale e non solo.

Veramente intenso il programma della manifestazione che si aprirà sabato pomeriggio con le operazioni preliminari e le prove libere, proseguirà domenica con le prove ufficiali che si svolgeranno dalle 8,30 alle 10,30, poi a partire dalle 11.00 si entrerà nel vivo della gare, con una breve pausa dalle 13.00 alle 14.00 per poi proseguire ininterrottamente fino le 19.00. Tutte le classi effettueranno due manche, anche se di diversa durata in base alle rispettive categorie di appartenenza, quindi non mancherà lo spettacolo per il pubblico che potrà assistere a ben sedici corse.

Per volontà degli organizzatori i prezzi sono estremamente popolari: sabato gratis, domenica 10 Euro il biglietto intero e 8 il ridotto.


Campionato Italiano Motocross 2016 MX1 E MX2 "Maxxis"
Crossodromo Internazionale di Gioiella "Vinicio Rosadi" 19 - 20 Marzo 2016

A Lupino (MX1) e Cervellin (MX2) l'apertura del Tricolore del 2016 di Gioiella.
Guarneri si aggiudica la Finale del Supercampione

Fra gli umbri bene Ciucci (mx2) e Lasagna (MX1)

Alessandro Lupino testimonial del Motoincontro Nazionale "Andrea Antonelli" del 2 Giugno

Campionato Italiano Motocross 2016 MX1 e MX2 Gioiella - Alessandro LupinoGrande spettacolo sul crossodromo internazionale "Vinicio Rosadi" di Gioiella di Castiglione del Lago per l'apertura del Campionato Italiano MX1 e MX2, perfettamente organizzato dal Moto Club Trasimeno in collaborazione con la FX Action. Entrambe le classi hanno vissuto momenti di altissimo agonismo al termine delle quali il campione tricolore in carica Alessandro Lupino nella MX1 e il rappresentante delle Fiamme Oro Michele Cervellin, nella MX2 si sono aggiudicati la prova.

La spettacolare finale del Supercampione alla quale hanno preso parte i migliori 20 piloti di entrambe le categorie, ha visto la vittoria di Guarneri che ha praticamente condotto l'intera gara in testa. Dietro al neo endurista sono terminati Philippaerts e Lupino. Il giapponese Yamamoto con un eccezionale starter si è aggiudicato il primo "hole shot Maxxis" della stagione ed è poi terminato quarto.

La prima gara della MX1 ha visto Davide Guarneri (Honda) precedere l'ex iridato Davide Philippaerts (Yamaha) e il campione in carica Alessandro Lupino, anch'egli su Honda, il quale però si è rifatto nella seconda frazione che ha letteralmente dominato, precedendo lo sloveno Peter Irt (Yamaha) e il già citato Philippaerts. Molto sfortunato nella seconda manche Guarneri che rimasto coinvolto in una caduta subito dopo lo starter, è stato protagonista di una rimonta eccezionale che lo ha portato al penultimo passaggio a raggiungere la terza piazza, ma poi nella bagarre finale è scivolato chiudendo la gara settimo, per sua fortuna è comunque riuscito a conservare almeno il terzo gradino del podio di giornata, ovviamente preceduto dal vincitore Lupino e da Philippaerts.

Come detto la classe MX2 è andata al veneto Cervellin, grazie al secondo posto di gara uno, ottenuto al termine di una stratosferica rimonta e alla vittoria nella seconda manche.
In pista la prima frazione ha visto la vittoria del portacolori Honda Nicholas Lapucci che però è stato penalizzato di cinque posizioni, per non aver superato la prova fonometrica. Vittoria quindi per Simone Furlotti davanti a Cervellin e Giuseppe Tropepe (Husqvarna).
Anche in gara due Cervellin non è partito bene, mentre è stato rapidissimo il toscano Tommaso Israele Romano (Husqvarna) che haCampionato Italiano Motocross 2016 MX1 e MX2 Gioiella - Memorial Antonelli preso immediatamente il comando della gara, ma non ha retto il forsennato ritmo degli inseguitori e che poi è stato costretto al ritiro per rottura dell'ammortizzatore posteriore. A passare a condurre è stato quindi Simone Zecchina (Yamaha) che l'ha mantenuta per undici giri, quando Cervellin ha completato la forsennata rimonta condotta a suon di giri veloci, transitando per primo sotto la bandiera a scacchi dove ha preceduto Zecchina e Tropepe. Ovviamente il pilota delle Fiamme Oro guida anche della classifica tricolore provvisoria.

Fra i piloti umbri si è messo in evidenza il giovane tifernate Davide Ciucci (Yamaha) che nella MX2 ha chiuso a punti in entrambe le manche, mentre dopo la beffa riportata al termine delle prove ufficiali del sabato, quando è rimasto fuori dalla finalissima della MX1 per pochi millesimi, il magionese Ivo Lasagna si è rifatto con due maiuscole prestazioni nella finale B conquistando una vittoria e un quarto posto.
Bene nella classe regina il giapponese Kei Yamamoto (Honda) iscritto al moto club Trasimeno, soprattutto nella seconda manche quando è terminato quinto, dopo aver accarezzato anche il podio. Giornata da dimenticare per il rappresentante di punta del moto club Spoleto Piefilippo Bertuzzo (Honda), incappato in una brutta caduta ad inizio di gara uno, che lo ha costretto al ricovero in ospedale, per accertamenti.

Ottima la cornice di pubblico che ha assistito alla manifestazione, con piena soddisfazione del presidente del Moto Club Giandomenico Baldi e di tutto lo staff del sodalizio castiglionese che da appuntamento al prossimo 24 aprile per il campionato interregionale.

In occasione della gara di Gioiella il campione italiano Alessandro Lupino ha fatto da testimonial presentando il primo Motoincontro Nazionale memorial "Andrea Antonelli" che si terrà il prossimo 2 giugno a Paciano (PG). La manifestazione promossa da un comitato di motociclisti e approvata dalla Federazione Motociclistica Italiana, vuole ricordare con questa giornata ricca di eventi, lo sfortunato pilota umbro del mondiale Supersport tragicamente scomparso in gara a Mosca il 21 luglio 2013.


Campionato Italiano Motocross 2016 MX1 E MX2 "Maxxis"
Crossodromo Internazionale di Gioiella "Vinicio Rosadi" 19 - 20 Marzo 2016

Guarnieri (MX1) e Cervellin (MX2) in Pole Position a Gioiella
Fra gli umbri bene Ciucci, sfortunato Lasagna, forfait di Pagliacci

Delegazione di piloti visita il reparto di oncologia pediatrica del S.Maria della Misericordia

Campionato Italiano Motocross 2016 MX1 E MX2 "Maxxis" - Alessandro LupinoSono il lombardo Davide Guarnieri nella classe MX1 e il veneto Michele Cervellin nella classe MX2, entrambi su Honda, ad aver realizzato le pole position nelle qualifiche della prima prova del Campionato Italiano di Motocross che si corre oggi sul circuito internazionale "Vinicio Rosadi" di Gioiella di Castiglione del Lago, organizzato dal Moto Club Trasimeno in collaborazione con la FX Action e la Federazione Motociclistica Italiana.

Nella MX1 alle spalle di Guarnieri, tornato provvisoriamente al cross dopo la decisione di partecipare al mondiale Enduro 2016, si sono classificati il piemontese Stefano Pezzuto e il toscano di Arezzo Riccardo Righi entrambi su KTM. Nella top five anche l'attuale casco tricolore Alessandro Lupino (Honda) e l'ex iridato David Philippaerts (Yamaha).

Come detto il migliore della MX2 è risultato Michele Cervellin, il pilota delle Fiamme Oro dopo quanto di bello fatto ai recenti Internazionali d'Italia, parte quindi, con il piede giusto, anche nel Campionato Italiano, realizzando il miglior tempo in qualifica, distanziano di oltre un secondo l'immediato inseguitore Nicholas Lapucci (Yamaha) e Joakin Furbetta (KTM). Dietro i tre, vincitori delle rispettive manche di qualifica seguono Giuseppe Tropepe (Husqvarna), Simone Furlotti e Simone Zecchina entrambi in sella alla casa dei tre diapason.

Fra gli umbri, ottima prova del giovane tifernate Davide Ciucci (Yamaha) entrato nella top ten della classe MX2; sfortunato invece il magionese Ivo Lasagna (TM), risultato il migliore dei piloti in gara con le 300 due tempi che ha mancato l'accesso alla finalissima per pochi millesimi, solo perchè capitato nella manche più veloce. Ha dovuto invece, dare forfait all'ultimo momento, l'altro umbro di punta, il piegarese ed ex casco tricolore Alessandro Pagliacci, per il riacutizzarsi di alcuni problemi fisici che ne stanno pregiudicando questa prima fase della stagione.Campionato Italiano Motocross 2016 MX1 E MX2 "Maxxis" Da segnalare la grande prova del giovane giapponese Kei Yamamoto (Honda), portacolori del moto club Trasimeno che a causa di un guasto meccanico è entrato in pista solo nel finale delle prove ufficiali, realizzando un eccezionale terzo crono di manche, a pochi decimi dalla pole. Bene anche Pier Filippo Bertuzzo (Honda) rappresentante del Moto Club Spoleto entrato nei migliori dieci.

Il moto cross oltre che sport è anche solidarietà, infatti ieri una delegazione di piloti formata dal giapponese del mondiale Kei Yamamoto e dagli azzurri Claudio Sacchini, Lorenzo Camporese e Erik Tesconi e guidati dal patron della FX Action Roberto Bianchini e dalla segretaria del Moto Club Trasimeno Simona Filoni, hanno fatto visita al reparto di oncologia pediatrica e trapianto di midollo, dell'ospedale Santa Maria della Misericordia portando gadget e uova di pasqua dell'AIRC ai piccoli ricoverati. I giovani insieme ai loro familiari, hanno accolto i piloti prima con titubanza, ma poi rotto il ghiaccio è divenuta una grande festa con autografi e foto ricordo.

Il circuito di Goiella è dotato di ampi parcheggi in prossimità dell'ingresso della pista e di attrezzati punti ristoro anche per il pubblico che potrà quindi trascorrere una intera e intensa giornata all'interno del circuito, godendo di un grande spettacolo. Popolari i biglietti: 15 Euro intero 10 Euro il ridotto.

Il programma odierno è intensissimo e si aprirà alle ore 8,30 con gli warm up della classe MX1 a seguire quella della MX2, poi alle 10,30 si entrerà nel vivo della manifestazione con il via alle gare che assegneranno i punti per il campionato. Dopo una breve pausa pranzo, le gare riprenderanno con le seconde manche a partire dalle 14,30 e proseguiranno ininterrottamente fino le 17,30 quando partirà la finale del Supercampione riservata ai migliori 20 piloti della MX1 e della MX2. La cerimonia di premiazione prevista per le ore 18.00 chiuderà questo primo grande week end di moto cross.


Campionato Italiano Motocross 2016 MX1 E MX2 "Maxxis"
Crossodromo Internazionale di Gioiella "Vinicio Rosadi" 19 - 20 Marzo 2016

Scatta sabato 19 marzo a Gioiella il Campionato Italiano di Motocross 2016. In gara i piloti delle classi MX1 E MX2. Al via tutti i big nazionali e molti internazionali

La gara in diretta su Nuvolari e SKY Sportelevision

Campionato Italiano Motocross 2016 - Crossodromo di GioiellaCon le prove libere della mattina e quelle ufficiali del pomeriggio scatta sabato 23 marzo, sul crossodromo internazionale di Gioiella di Castiglione del Lago, il grande week end dedicato al motocross; in palio i primi punti tricolori della stagione 2016 che vede al via il meglio dei piloti italiani e anche tanti big internazionali che partecipano al mondiale e che hanno approfittato della pausa iridata per affinare ulteriormente la preparazione su un circuito, quello di Gioiella appunto, considerato uno dei migliori del pianeta.

La pista che è di proprietà del comune di Castiglione del Lago ed è gestita dal Moto Club Trasimeno, si presenta in condizioni perfette, infatti le piogge dei giorni scorsi hanno reso il terreno morbido ma non fangoso, ideale quindi per i funamboli delle ruote artigliate che non mancheranno di dare grande spettacolo in entrambe le giornate.

Come annunciato la manifestazione che è organizzata in collaborazione con la FX Action che ne cura l'immagine per conto della Federazione Motociclistica Italiana, si apre questa mattina con le prove libere alle ore 11.00 ed entrerà nel vivo alle 15.00, quando scatteranno le batterie cronometrate, prima della MX1 e poi della MX2 che definiranno gli schieramenti al cancello di partenza delle gare di domani. Pertanto già questo pomeriggio si avranno delle indicazioni precise su quali saranno i valori in campo.

Ovviamente partono con i favori del pronostico i piloti che hanno già grande esperienza anche a livello mondiale come il portacolori Honda Alessandro Lupino e il portoghese della Husqvarna Rui Goncalves, ma della partita sarà sicuramente anCampionato Italiano Motocross 2016 - Crossodromo di Gioiellache il rappresentante delle Fiamme Oro Michele Cervellin in sella alla Honda del team Martin Racing, già messosi in grande evidenza in occasione degli Internazionali d'Italia. Fra i giovani c'è attesa per Simone Zecchina (Yamaha) e Samuel Zeni all'esordio nella classe regina e poi, come non parlare della grande esperienza di Cristian Beggi (Yamaha), Matteo Bonini (KTM) e del portacolori del Moto Club Spoleto Pier Filippo Bertuzzo (Honda).

Fra i rappresentanti dei sodalizi locali va evidenziato il giapponese Key Yamamoto (Honda) che da questa stagione difende i colori del Moto Club Trasimeno e che porterà il nome del club umbro in giro per il mondo.
Tre i piloti umbri in gara, il già campione italiano junior Alessandro Pagliacci di Piegaro che però si presenta all'apertura stagionale non in perfette condizioni fisiche, il magionese Ivo Lasagna, erede di una famiglia che da decenni è il simbolo del cross umbro e infine il marscianese Daniele Fattori. Visto i valori in campo, per i tre rappresentanti regionali, sarebbe già un ottimo risultato arrivare a disputare la finale dei migliori quaranta, ma come ha detto lo stesso Lasagna - "correre in casa, davanti ai propri tifosi è come avere una marcia in più e quindi mai mettersi dei limiti."

Veramente popolare il costo dei biglietti, sabato ticket unico 10 Euro, domenicamani 15 Euro l'intero e 10 Euro il ridotto. L'impianto sportivo di Gioiella, offre anche punti ristoro riservati al pubblico che quindi può trascorrere l'intera giornata godendo a pieno di un grande e spettacolare evento motoristico.

Parte delle gare del pomeriggio godranno anche della diretta televisiva su Nuvolari e Sportelevision.


Campionato Italiano Motocross 2016 MX1 E MX2 "Maxxis"
Crossodromo Internazionale di Gioiella "Vinicio Rosadi" 19 - 20 Marzo 2016

A Gioiella la prima prova del Tricolore Motocross 2016. Circa 200 piloti in gara sabato e domenica

Al via anche gli umbri Pagliacci e Lasagna

Campionati Italiano Motocross 2016 MX1 e MX2 - Crossodromo di GioiellaParte questo week end la stagione motocrossistica 2016 sul circuito internazionale Vinicio Rosadi di Gioiella, gestito dal Moto Club Trasimeno e di proprietà del comune di Castiglione del Lago. A darsi battaglia nelle giornate di sabato e domenica, sui saliscendi del circuito umbro, il meglio dei piloti italiani delle classi MX1 e MX2, al via anche una discreta pattuglia di stranieri impegnati nel mondiale, che approfittano della pausa iridata per migliorare la preparazione in vista del prosieguo del campionato.
La gara è organizzata dal Moto Club Trasimeno in collaborazione con la FX Action, la società che cura l'immagine dei maggiori eventi nazionali del fuoristrada ed è realizzata sotto l'egida della Federazione Motociclistica Italiana.

Un appuntamento maiuscolo questa prima prova, delle sei in calendario che apre la stagione su uno degli impianti più importanti del mondo e che si preannuncia assolutamente avvincente. Tra i nomi più attesi l'ex iridato David Philippaerts su Yamaha - Team DP19 Racing e Alessandro Lupino su Honda Red Moto - Team Assomotor (i cui rispettivi team hanno già garantito la presenza per l'intera stagione) poi il portoghese Rui Goncalves in sella alla Husqvarna del Team Ottobiano-Massignani. Ma i grandi protagonisti non si fermano qui, da osservare con attenzione c'è anche il pilota delle Fiamme Oro Michele Cervellin Campionati Italiano Motocross 2016 MX1 e MX2 - Crossodromo di Gioiellasulla Honda del team Martin Racing, apparso già determinato e veloce agli Internazionali di inizio stagione che si presenta al tricolore con tutte le carte in regola per puntare ad una posizione di vertice; così come è attesa la prestazione di Simone Zecchina, passato alla Yamaha CDP-Cortenova, al quale non mancano le motivazioni ber dare spettacolo ed essere protagonista di una grande stagione.
Ad ingrossare le fila dei piloti pronti ad un debutto stagionale sfavillante nella classe maggiore ci sono Samuel Zeni, passato al Team Muzi e Matteo Bonini in sella alla KTM. Da segnalare la partecipazione dei fratelli sloveni Matevz e Jernej Irt entrambi su Yamaha del Team CDP Cortenova e dell'esperto Cristian Beggi sulla Yamaha del Team SM Errezeta. Da segnalare infine i tanti piloti stranieri iscritti, indicazione importante che permette di valutare il notevole interesse che il Campionato Italiano Motocross riscontra anche oltre confine e fra questi spicca il giapponese Key Yamamoto che in sella alla Honda difenderà i colori del Moto Club Trasimeno.
Non folta ma qualificata la pattuglia umbra che vede al via nella classe regina il piegarese plurititolato Alessandro Pagliacci (Kawasaki) e il magionese Ivo Lasagna (Honda). Sono molti poi i piloti di altre regioni che corrono sotto le insegne di club umbri, la parte del leone la fa il Moto Club Spoleto che schiera una decina di concorrenti e fra questi anche Pier Filippo Bertuzzo (Honda), già con importanti esperienze nel mondiale.
La manifestazione si aprirà sabato con le verifiche tecniche, le prove libere che inizieranno alle ore 11.00, nel pomeriggio con inizio alle 15.00 seguiranno quelle ufficiali cronometrate che definiranno gli schieramenti di partenza. Intensissima la giornata di domenica che si aprirà alle 8,30 con gli warm up della MX1 e della MX2, la prima gara vedrà il via alle 10.40 poi altre tre partenze fino le 12.45. Pausa pranzo, per riprendere con le seconde manche alle 14.30. La finalissima del Supercampione alla quale parteciperanno i migliori 20 piloti delle due classi si svolgerà alle 17.20. La consueta cerimonia di premiazione concluderà la prima prova del tricolore 2016.

Per scelta politica degli organizzatori, veramente popolari i biglietti; sabato: unico 10 Euro
domenica intero 15 E. ridotti e tesserati FMI 10 E


Campionato italiano Motocross MX1-MX2 2016
Crossodromo "Vinicio Rosadi", Gioiella, 19 – 20 Marzo 2016

Prima gara della stagione al Crossodromo di Gioiella: Campionato Italiano Motocross MX1 e MX2

Campionato Italiano Motocross MX1-Mx2 2016 - Crossodromo di Gioiella - 19-20Marzo 2016

2 marzo 2016: l'Umbria motociclistica piange Enzo Ridoni, pilota e organizzatore

Guidò la Perugina nel Motogiro d’Italia e poi fondò il Moto Club Trasimeno

L'Umbria motociclistica piange Enzo Ridoni, pilota della Perugina negli anni '50, co-fondatore, nel 1962, del Moto Club Trasimeno di Castiglione del Lago, che riprese un'attività iniziata ai primi del ‘900, e poi fondatore, presidente e animatore del Motor's Club Panicale e della pista di motocross del Poggio.
Ridoni si è spento a 83 anni, nella sua casa di Colgiordano, dopo aver affrontato una dolorosa malattia. Ai funerali, che sono stati celebrati il 1 marzo, sono intervenuti, tra gli altri, Mara Colligiani, oggi Presidente del Comitato Regionale Umbria della Federmoto ma fin dagli anni '60 attiva nel mondo del motociclismo locale, affianco a Ridoni; il Presidente del moto club panicalese Carlo Cardaccia ed il suo predecessore Luigi Marcucci ed il campione di motocross degli anni '70 e '80 Silvano Fratini, che a Ridoni era legato da un'antica e solida amicizia.
Ridoni era un grandissimo appassionato, era stato pilota, con i mezzi (moto e risorse) che offriva l'Italia nell'immediato dopoguerra; poi aveva avuto l'opportunità di far parte della squadra ufficiale della Perugina, con cui aveva disputato il Motogiro d'Italia del '55; ben presto aveva concepito l'idea di realizzare una pista di motocross dove poter organizzare gare.
Struggente il ricordo di quel periodo di Mara Colligiani: "Le moto erano una passione ma negli anni '60 rappresentavano un'opportunità per sentirsi attivi nella vita di provincia, un po' avara di occasioni. Ero ancora adolescente quando mi lasciai coinvolgere in un progetto ambizioso e un po' folle: insieme ad altri giovani di Castiglione del Lago, coordinati da Enzo, che già aveva disputato delle gare, "facevamo i parcheggi" dei gitanti domenicali al lago per raccogliere soldi sufficienti per rilanciare l'attività dell'associazione motociclistica locale. Riscuotendo, lira dopo lira, i magri pedaggi e qualche mancia, mettemmo insieme la somma di 36.000 lire e facemmo ripartire il moto club".
Dopo essere uscito dal "Trasimeno", Ridoni realizzò, nella vicina Panicale, l'impianto del Poggio mettendo a disposizione un proprio appezzamento di terreno agricolo. Questa pista tecnica e spettacolare è stata teatro di tantissime manifestazioni anche di livello internazionale; imperdibile era l'appuntamento di Pasquetta, giorno in cui, immancabilmente, si disputava un'attesissima gara che richiamava sempre, con qualsiasi condizione atmosferica, migliaia e migliaia di persone.
Ridoni era un uomo energico, capace di trasferire l'entusiasmo in maniera quasi contagiosa, non pensava solo alle sue gare ma in generale al motocross e prima di altri aveva intuito la necessità che questo sport guadagnasse più spazio sugli organi di informazione.


Informazioni sul calendario degli allenamenti, in vista del primo round del Campionato Italiano MX1 – MX2 del 19 e 20 marzo 2016

.

A Gioiella si potrà girare sabato 27 febbraio e mercoledì 3 marzo dalle 14.00 alle 17.30. La pista riaprirà sabato 5 marzo, dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.30 e domenica 6, dalle 9.00 alle 13.00.
Poi l'impianto sarà chiuso fino alla gara tricolore.
Per informazioni, è consigliabile comunque contattare il custode, sig. Corrado, al n. 335 1788439.


Campionato italiano Quadcross e Sidecarcross 2015, quinto round
Crossodromo "Vinicio Rosadi", Gioiella, 11 – 12 Luglio 2015

A gioiella grande spettacolo dei funamboli del Quad e Sidecar cross
Nei Quad domina il portoghese Joao Silva
Gara e titolo tricolore all'equipaggio Costa - Ravera nei Sidecar

Ottimo terzo posto del perugino Monaci nella classe sport dei quad. Sfortunati i tifernati Mattoni - Gualatrucci nei sidecar

Campionato italiano Quadcross e Sidecarcross 2015, quinto round - Gioiella 11-12 luglio 2015Nonostante il caldo torrido, i funamboli del quad e sidecar cross hanno regalato una grande giornata di spettacolo al crossodromo Internazionale Vinicio Rosadi di Gioiella di Castiglione del Lago. L'evento è stato realizzato dal Moto Club Trasimeno, in collaborazione con la FX Action, la società che per conto della Federazione Motociclistica Italiana gestisce numerosi campionati di cross.
Rispettati quasi tutti i pronostici con vittorie del lombardo di Sondrio Cristian Pinoli (KTM) nei Veteran, del laziale di Velletri Rodolfo Salustri (Yamaha) negli Juinior, del modenese Mattia Papa (Yamaha) nella classe Sport e del portoghese Joao Silva (Yamaha) nella Elite Internazionale. All'equipaggio piemontese Costa - Ravera (WSP - Zabel) è andata la gara dei sidecar.
Grazie a questi successi, Pinoli e Papa nei quad e Costa-Ravera nei sidecar, si sono aggiudicati in anticipo il titolo tricolore.

Nella classe Veteran dominio assoluto di Pinoli che ha stravinto entrambe le manche. Nella prima ha preceduto Davide Gigli (Suzuki), partito malissimo e giunto attardato nella seconda, mentre in gara due ha avuto la meglio su Silvano Grola (Honda) e Emilio Nelli (KTM).

Doppietta anche negli Juinor, con Salustri che ha regolato Francesco Testa (Yamaha) e Paolo Galizzi (Can-am). Gara sfortunata per Alessandro Persichilli (Yamaha) che si è giocato il podio all'ultimo giro della seconda frazione, a causa di un banale guasto meccanico.

Ha meritato pienamente il titolo tricolore Papa, infatti anche a Gioella è stato il protagonista assoluto della classe sport, vincendo entrambe le manche. E' stata questa la gara più bella della giornata, perchè dietro al vincitore è stata battaglia vera fra l'umbro di Marsciano, Gianmarco Monaci (Kawasaki) che alla fine è riuscito a conquistare il terzo gradino del podio e l'aretino di Castiglion Fiorentino Marco Barbagli (Can-am). Spettacolare la seconda frazione, quando l'umbro partito male, è riuscito a recuperare fino a sfiorare l'impresa di superare il rivale che lo ha preceduto sul salto d'arrivo di pochi millesimi, soffiandogli così la piazza d'onore.

Nella Elite Internazionale ancora un successo per il portoghese Silva che nella classifica finale ha preceduto Andrea Cesari (KTM) e Simone Mastronardi (Yamaha). Giornata da dimenticare per il numero uno italiano, Nicola Montalbini (Suzuki) che dopo essere arrivato terzo in gara uno, al termine di una bella rimonta, stava lottando alla pari con il portoghese in gara due, quando a tre giri dal termine, è stato vittima di un guasto meccanico che lo ha privato se non della vittoria, sicuramente di un meritato podio.

Campionato italiano Quadcross e Sidecarcross 2015, quinto round - Gioiella 11-12 luglio 2015Spettacolo stellare nella gara dei sidecar con l'equipaggio piemontese Costa-Ravera che grazie al doppio successo, ha chiuso in anticipo i conti per il casco tricolore 2015. Dietro ai dominatori del campionato sono giunti i corregionali Pozzi-Ceresa (WSP - Zabel) che hanno preceduto l'equipaggio Costa-Pedroni. In gara anche tre equipaggi umbri, tutti iscritti al Moto Club Baglioni di Città di Castello: Mattoni-Gualatrucci, Migno-Gattoni e quello misto formato da Maurizio Mattoni e Giada Corsini. I migliori sono stati Mattoni - Galatrucci che dopo aver chiuso al terzo posto gara uno, sono stati sfortunatissimi nella seconda frazione, quando si sono ribaltati sul salto finale a tre giri dal termine, mentre erano in lotta per il podio. Fortunatamente solo un grande spavento per pilota e passeggero che non hanno riportato nessuna conseguenza fisica.

Con questa gara si conclude per quest'anno, la stagione agonistica sul circuito di Gioiella, che comunque rimane aperto per allenamenti e test. Una stagione ricca di eventi nazionali e internazionali che ha visto il Moto club Trasimeno, gestire come sempre al meglio, i numerosi appuntamenti che la Federazione Motociclistica gli ha assegnato.
Nella circostanza il presidente Giandomenico Baldi, ha voluto pubblicamente ringraziare tutto lo staff del sodalizio castiglionese e le associazioni che hanno collaborato con il Moto Club alle gare, a partire dalla Misericordia di Castiglione del Lago, allo staff medico formato dal dottor Giuseppe Bacci e dai medici traumatologi dell'ospedale di Perugia Michele Bisaglia e Michele Palleri. Un grazie particolare anche all'associazione Radioamatori per i puntuali e precisi collegamenti all'interno della pista e al circolo ARCI di Castiglione del Lago che da anni gestisce il bar del circuito.

 

 

 


Campionato italiano Quadcross e Sidecarcross 2015, quinto round
Crossodromo "Vinicio Rosadi", Gioiella, 11 – 12 Luglio 2015

In Umbria la Quinta Tappa del Campionato Italiano Quadcross e Sidecarcross

Si preannunciano scontri infuocati e non solo per il clima

Campionato italiano quadcross e sidecarcross 2015, quinto round - Crossodromo GioiellaAncora un appuntamento con il motociclismo fuoristrada di altissimo livello sul circuito di Castiglione del Lago. Sabato 11 e domenica 12 luglio 2015, a Gioiella, va infatti in scena il quinto round del Campionato Quadcross e Sidecarcross, rassegna internazionale riservata a questi specialissimi mezzi, rispettivamente a quattro ed a tre ruote, sotto la regia organizzativa del Moto Club Trasimeno.

Se il tradizionale motocross è garanzia di divertimento, in questa particolare declinazione il confronto agonistico diventa quasi un'esibizione di funamboli: i duelli a distanza ravvicinata, la mole dei mezzi, la loro esuberante potenza, diventano tutti ingredienti per uno spettacolo mozzafiato. E la pista intitolata a Vinicio Rosadi appare palcoscenico ideale per permettere a tutti i protagonisti delle due categorie di offrire il meglio del proprio repertorio.

La manifestazione si animerà fin da sabato pomeriggio con le prove libere. Domenica mattina, dalle 9.00, scatteranno le qualificazioni e poi, dalle 11.00, le manche che assegneranno i punti del campionato.

Il Quadcross vede tra i suoi protagonisti il portoghese Joao Silva (Yamaha) che guida la classifica della classe Elite Internazionale, seguito da Andrea Cesari (KTM). L'iberico si è dimostrato veramente un fuoriclasse, la sua guida spettacolare e velocissima regala manciate di spettacolo mentre sorprende la tecnica che gli consente di guidare il quad come una moto da cross. Oltre a Cesari, l’avversario più temibile per Silva è il pluricampione Campionato italiano quadcross e sidecarcross 2015, quinto round - Crossodromo Gioiellanazionale Nicola Montalbini (Suzuki-TM). Tra i giovani emergenti c'è Simone Mastronardi (Yamaha), sempre nelle zone alte della classifica tanto da accusare un distacco da Cesari di soli tre punti.

Tutti i titoli sono ancora da decidere ma Gioiella potrebbe incoronare fin da domenica i nuovi campioni italiani delle classi Veteran e la Sport. Nella prima Cristian Pinoli ha un vantaggio di 46 punti sul più diretto inseguitore che è Alessandro Fontanazzi; se il leader dovesse riuscire a portare a casa la quinta vittoria dell'anno potrebbe bissare il titolo 2014.
Stesso discorso nella Sport per Mattia Papa che ha fin qui dominando accumulando sul secondo, Christopher Fulgeri, un margine di 46 punti.

Per quanto riguarda il Sidecarcross, appare scontato il successo dell'equipaggio formato da Simone Costa e Lemuel Ravera. I due sono imbattuti dall'inizio della stagione ed hanno già 90 punti di vantaggio sui secondi classificati. Per quanto riguarda invece le posizioni di rincalzo, si preannuncia grande bagarre con almeno quattro equipaggi in lotta per il platonico titolo di vicecampione 2015.

 

 

 

 

 


Campionato Regionale Toscano motocross e minicross, 4.a prova
Crossodromo "Vinicio Rosadi", Gioiella, 20 – 21 giugno 2015

Motocross toscano a Gioiella: il perugino Zaffini mette in fila tutti!

Ottime prestazioni anche per i giovani Bongarzone, Boninsegni e Gubbiotti

Quasi trecento piloti, sedici gare, nel primo giorno dell'estate 2015, finalmente caratterizzato da condizioni meteo favorevoli e soprattutto stabili.

Campionato Regionale Toscano motocross e minicross 2015 - Gioiella - Marco ZaffiniIl Moto Club Trasimeno ha dovuto mettere in gioco tutta la propria capacità organizzativa per condurre felicemente in porto la 4.a prova del campionato toscano di motocross, emigrato "in forze" a Castiglione del Lago. Nonostante la pioggia della vigilia, il caldo sole che ha brillato sulla domenica di gare ha infatti imposto massima cura nel trattamento della pista di Gioiella.
Così, terminata la prima tornata di partenze, il programma è stato interrotto per irrigare il tracciato e sottoporlo ad un'ulteriore fresatura. In questo modo è stato scongiurato il pericolo della polvere ed i piloti hanno potuto confrontarsi in condizioni ideali.
Ma la macchina organizzativa si è dovuta impegnare a fondo ed il programma ha sfruttato fino all'ultimo le tante ore di luce.

"Siamo molto soddisfatti per l'andamento della giornata" ha commentato Giandomenico Baldi, Presidente del Moto Club Trasimeno. "Quando affermiamo che una gara regionale richiede lo stesso impegno di una internazionale pensiamo proprio a manifestazioni come queste, in cui i piloti non professionisti hanno diritto alle stesse attenzioni riservate ai campioni. Ne va anzitutto della sicurezza e infatti anche oggi, salvo poche scivolate (che per il motocross possiamo considerare fisiologiche), non si è verificato nessun incidente di rilievo".

Dal punto di vista sportivo, i responsi più stimolanti giungono dalle categorie in cui i piloti umbri si sono potuti confrontare con i colleghi toscani. E le sorprese positive per la squadra di casa non sono mancate.

Campionato Regionale Toscano motocross e minicross 2015 - Gioiella - Alex GubbiottiAddirittura nella classe 125 Over 17 due posizioni su tre del podio sono state occupate da specialisti della regione, con il fortissimo Marco Zaffini (KTM) che ha messo in fila tutti, imponendosi nella Gara 1 e classificandosi quarto nella seconda manche. Il diciassettenne di Ponte Valleceppi gareggia con i colori del Moto Club Rosignano (Livorno) ed è dunque in lizza per il campionato toscano ma la sua vittoria, davanti all'attuale leader Erik Del Pace, è una chiara dimostrazione di classe e competitività. A completare il successo umbro nella ottavo di litro, la terza posizione del perugino Alex Gubbiotti (KTM), portacolori del Moto Club Spoleto, che si è lasciato alle spalle una ventina di agguerritissimi avversari; eccellente il secondo posto che Gubbiotti ha conquistato nella Gara 2.

Ottime prestazioni in campo umbro sono venute anche dal tifernate Filippo Boninsegni (Husqvarna), terzo nella classe 125 Under 17, e dal ternano Riccardo Bongarzone (KTM), quarto assoluto nella classe 85 Junior.
Per quanto riguarda le categorie del campionato toscano, reso ancor più combattuto dalla presenza a Gioiella di alcuni "top riders" provenienti da altre regioni dell'Italia centrale, le vittorie sono andate, nel minicross, a Morgan Bennati (Cadetti), Ferruccio Zanchi (Debuttanti), Cosimo Bellocci (Junior) e Alessandro Facca (Senior); nella 125 si sono imposti Riccardo Lauretti (Under) ed il già citato Zaffini (Over); tra gli Amatori hanno primeggiato Mirco Capotosto (MX1) e Cristian Arnetoli (MX2); nella Over 40 affermazioni per gli inossidabili David Liardi (MX1) e Furio Franceschi (MX2); nella MX1 vittorie per Manuel Beconcini, Christian Cherubini e Felice Compagnone; infine, nella MX2, gradino più alto del podio per Tommaso Lilli, Romano Tommaso Isdraele e Alessandro Lentini.

Prossimo appuntamento con il motocross a Castiglione del Lago l'11 e 12 luglio con la quinta e penultima prova del Campionato Italiana Quadcross – Sidecarcross 2015.

 

 


Campionato Regionale Toscano motocross e minicross, 4.a prova
Crossodromo "Vinicio Rosadi", Gioiella, 20 – 21 giugno 2015

Gioiella saluta l'arrivo dell'estate con il motocross toscano

Trecento piloti in pista, protagonisti anche i giovanissimi umbri del minicross

Il Moto Club Trasimeno si appresta a vivere un periodo ad "alta intensità"; la fase estiva del circuito di Gioiella prevede infatti due nuovi appuntamenti con il motocross, il primo dei quali coincide proprio con l'inizio della nuova stagione.
Sabato 20 e 21 giugno 2015 l'impianto intitolato a Vinicio Rosadi, pioniere del motocross nell'area del Trasimeno, ospiterà la quarta prova del campionato toscano, con i suoi 300 partecipanti un autentico evento motoristico, mentre l'11 e 12 luglio sarà spettacolo puro con la quinta e penultima prova del Campionato Quad e Sidecarcross. "Come è ormai nostra radicata abitudine – spiega Giandomenico Baldi, Presidente del Moto Club Trasimeno – lo standard organizzativo che garantiamo ai partecipanti è lo stesso, dalle gare internazionali a quelle per i non-professionisti. La pista si presenta nella stessa configurazione delle manifestazioni di livello mondiale, una cornice che offre ai piloti comfort, sicurezza e possibilità di concentrarsi esclusivamente sull'impegno agonistico. E' una impostazione alla quale non rinunciamo, tenendo sempre vivo il fondamentale legame con l'attività di base".
Per il secondo anno consecutivo, dunque, la Toscana "emigrerà" nella vicina Umbria per disputare una prova del proprio campionato, aperta alla partecipazione dei piloti di altre regioni. La scelta extraterritoriale di Gioiella – e dell'altra pista regionale di Città di Castello – conferma il valore dell'impianto di Castiglione del Lago e della sua organizzazione.
La manifestazione comprende anche la sesta prova del Campionato Umbro Minicross e classe 125, categorie riservate ai giovanissimi; un programma dunque intensissimo che promette grande spettacolo e che si aprirà sabato alle 14.00 con le prove libere; domenica 21, in sequenza, tutte le gare valide per l'assegnazione dei punteggi.
L'11 e 12 luglio, poi, sarà di nuovo spettacolo puro con la quinta e penultima prova del Campionato Quad e Sidecarcross.

 

 

 


Campionato regionale motocross e minicross umbro-marchigiano

Crossodromo "Vinicio Rosadi", Gioella, 23 – 24 maggio 2015

A causa delle pessime condizioni meteo della notte, RINVIATE le gare di motocross a gioiella

La pioggia che è caduta ininterrottamente su Gioiella, così come in tutto il comprensorio del Trasimeno, per tutta la notte fra sabato e domenica, in aggiunta a quella dei giorni scorsi, ha costretto gli organizzatori del Campionato Regionale di Motocross e di Minicross a rinviare le gare in programma per oggi domenica 24 maggio, sul crossodromo internazionale Vinicio Rosadi, gestito dal Moto Club Trasimeno.

Il sodalizio castiglionese, con il testa il presidente Giandomenico Baldi, ha tentato di tutto per portare avanti la manifestazione in programma, ma alla fine si sono dovuti arrendere di fronte all'evidente impraticabilità del circuito che in molte zone era completamente allagato.

"Ci dispiace molto ha commentato Baldi, ma in queste condizioni non era proprio possibile gareggiare, perchè si sarebbe potuto mettere in discussione anche l'incolumità dei piloti che viene prima di tutto, per adesso la gara è rinviata a data da destinarsi. Ci consulteremo con i comitati regionali di Umbria e Marche per trovare una data libera e recuperare la gara odierna, in modo che il campionato si disputi sempre sul numero di gare previste in calendario".


Campionato regionale motocross e minicross umbro-marchigiano

Crossodromo "Vinicio Rosadi", Gioella, 23 – 24 maggio 2015

Sabato 23 e domenica 24 maggio sfida incrociata tra umbri e marchigiani.
Duecento piloti in pista a Gioiella per il ritorno del motocross regionale

Sedici gare in programma, compresi i giovanissimi del minicross e della 125

Fine settimana all'insegna del motocross a Castiglione del Lago. La pista di Gioiella, intitolata a Vinicio Rosadi, pioniere di questa specialità nell'area del Trasimeno, ospita infatti sabato 23 e domenica 24 maggio la quarta prova del campionato umbro-marchigiano.Campionato Regionale Motocross Umbro Marchigiano 2015

Ad organizzare la manifestazione il Moto Club Trasimeno “G. Capecchi” che, dopo aver magnificamente superato la prova rappresentata dagli Internazionali MX del febbraio scorso, torna a dedicare il proprio impegno all'attività territoriale.

A livello locale il motocross sembra non accusare particolari flessioni visto che si preannuncia la presenza di circa 200 piloti provenienti sia dalle due aree per cui sono in gioco i titoli di campione sia dalle altre regioni dell’Italia centrale.

Per accogliere al meglio l’evento, lo staff presieduto da Giandomenico Baldi mette in campo la stessa macchina organizzativa di una gara internazionale, dimostrando attenzione verso i piloti non-professionisti e passione per la qualità delle manifestazioni ospitate; anche l’impianto, con i servizi che lo rendono uno dei migliori a livello mondiale, e la pista si presentano nella stessa configurazione dell’appuntamento invernale con i big delle ruote artigliate.

Il programma prevede per sabato 23 le operazioni di iscrizione e di verifiche tecniche oltreCampionato Regionale Motocross Umbro Marchigiano 2015 alle prove libere per i piloti iscritti alla gara; domenica 24, dopo gli ulteriori turni di prove (ore 8.00 –11.00), scatterà la raffica delle manche valide per l’assegnazione dei punti regionali. Ben 16 le partenze che vedranno alternarsi tutte le categorie, dai giovanissimi del minicross fino ai Top Rider, piloti con esperienza nazionale, capaci di offrire uno spettacolo di elevato spessore tecnico.

Le classifiche del campionato regionale umbro, dopo le prime tre prove, vedono al comando nella categoria Amatori due piloti del Moto Club Baglioni di Città di Castello, Walter Banelli (Yamaha) nella MX1 e Luca Alcidi (Honda) nella MX2; egemonia del Moto Club Spoleto nella Agonisti con Ivan Caparvi (Yamaha – MX1) e Sandro Bianca (Kawasaki) nella MX2; negli Over 40 domina la “vecchia guardia” dell’area del Trasimeno grazie a Gabriele Neri (Motor’s Panicale, TM) nella MX1 e a Francesco Fagiolari (“Trasimeno” – Castiglione del Lago, KTM) nella MX2; infine, nella Top Rider, si registrano la supremazia del magionese Ivo Lasagna, portacolori del Motor’s Panicale nella MX1, su Husqvarna, e di Alessio Polidori, del Baglioni di Città di Castello, su Yamaha, nella MX2.

Per quanto riguarda il minicross ed la classe 125, che domenica giungeranno al quinto appuntamento stagionale, in vetta alle classifiche si trovano rispettivamente Luca Cardaccia (Panicale – Cadetti), Riccardo Bongarzone (Racing Terni – Junior), Eugenio Carletti (Racing Terni – Senior), Nico Gigli (Racing Terni – 125 Junior) ed Elia Meniconi (Spoleto – 125 Senior).

Al botteghino, biglietto intero Euro 10,00, ridotto Euro 8,00, ingresso libero per i tesserati Federmoto.


INTERNAZIONALI D'ITALIA MOTOCROSS SIDI SERIES 2015 (2.a prova)

Crossodromo "Vinicio Rosadi", Gioella, 7-8 Febbraio 2015

Oltre 5.000 persone applaudono il motocross a Gioiella
Philippaerts, nella MX1, porta a casa l’unica vittoria per l'Italia

Sfortunata la pattuglia umbra, ritiri per Angeli e Pagliacci

Il grande cuore degli appassionati di motocross, che formano una comunità non sterminata ma molto unita e solidale, ha risposto con generosità all'immenso sforzo organizzativo del Moto Club Trasimeno e della Off Road Pro Racing che, sabato pomeriggio, mentre – dopo una settimana di pioggia – cominciava a cadere anche la neve, hanno deciso di portare avanti comunque il secondo round degli Internazionali d'Italia di motocross.

E così, sotto il sole tanto atteso, incuranti del gelo e della temperatura sottozero, fin dalla prima mattina della domenica in migliaia si sono presentati ai cancelli del crossodromo Vinicio Rosadi di Gioiella, premiando il coraggio e la fiducia degli organizzatori, con i quali condividono la stessa, intensa passione.

Alla fine, nel week end, si sono contate oltre 5.000 presenze, un risultato di grande soddisfazione in assoluto, dopo due anni di assenza dei grandi confronti internazionali dalla pista di Castiglione del Lago, e straordinario se si considerano le condizioni ambientali in cui è maturato e che l'intera organizzazione ha dovuto affrontare.

Il pubblico ha seguito la spettacolare sfida fino all'ultima bandiera a scacchi, incitando e sostenendo gli specialisti italiani e ammirando i fuoriclasse esteri. Il bilancio sportivo pende dalla parte dei piloti in trasferta: il giovane polacco Gabriel Chetnicki (KTM) si è imposto nella 125, confermandosi in testa alla classifica generale; lo sloveno Tim Gajser (Honda) ha fatto sua la MX2 mentre il tedesco Max Nagl (Husqvarna) ha dominato la spettacolare finale Elite. Il punto della bandiera per la squadra italiana lo ha segnato l'ex-iridato David Philippaerts (Husqvarna) che ha vinto la MX1.

E' rimasto dunque a bocca asciutta l'attesissimo Tony Cairoli (KTM) che ha dato l'impressione di non forzare eccessivamente su un fondo obiettivamente insidioso e su una pista che, proprio per il terreno duro su cui è disegnata, non gli è stata mai troppo congeniale.

Poca fortuna anche per la pattuglia umbra: nella 125 lo spoletino Leonardo Angeli Jr. (KTM) ha dovuto fare i conti con problemi tecnici che lo hanno estromesso praticamente subito dal vivo della competizione; nella MX1 il solo Pier Filippo Bertuzzo (Yamaha), veneto di nascita ma spoletino di adozione, è riuscito a staccare, con un ventesimo posto, il biglietto per la finale Elite; il magionese Ivo Lasagna (Husqvarna), 22°, ed il tifernate Dawid Ciucci (KTM), 28°, ne sono rimsti esclusi mentre sfortunatissimo è stato il piegarese Alessandro Pagliacci (Honda), 17° fino a quando, al quinto giro, non è costretto all'abbandono.

"Il bilancio è eccellente sotto ogni punto di vista" dichiara con soddisfazione Giandomenico Baldi, Presidente del Moto Club Trasimeno. "Quando, sotto la nevicata di sabato, abbiamo deciso di andare avanti, lo abbiamo fatto non in maniera scriteriata ma sulla base di un'esperienza ormai più che trentennale: ci siamo sottoposti ad un superlavoro per garantire le migliori condizioni a piloti e pubblico ma siamo stati premiati".
"Il maltempo ci ha costretto a rinunciare ai parcheggi previsti a bordo strada ma resi impraticabili dal fango" spiega Baldi. "Con l'Amministrazione Comunale abbiamo varato un piano alternativo che ci ha consentito di far posteggiare le auto lungo le strade circostanti Gioiella (che hanno infatti formato un interminabile serpentone, n.d.r.) mentre una "navetta" ha continuato a percorrere itinerari circolari per risparmiare agli spettatori qualche chilometro da percorrere a piedi. La nostra riconoscenza – conclude il Presidente – va dunque al pubblico, che ha compreso e condiviso il nostro sforzo, premiandolo, e al Comune di Castiglione del Lago che ci è stato vicino. Grazie anche a tutte le associazioni che ci hanno dato una mano".

Pressoché inattivo il servizio medico in pista, circostanza che ha smentito chi temeva le possibili conseguenze del fondo allentato: a coordinare l'attività dei sanitari il Dott. Giuseppe Bacci, coadiuvato dai giovani ortopedici del "Silvestrini" Dott. Michele Bisaccia e Dott. Giovanni Colleluori e dall'infermiere Francesco Trinati; preziosa come sempre la collaborazione prestata dal volontariato e coordinata da Franco Becciolotti, Responsabile della Misericordia di Castiglione del Lago.

Prossimo appuntamento con il motocross a Gioiella il 23 e 24 maggio con il campionato interregionale motocross.

CRONACHE GARE

CLASSE 125 – gara 1 – Il bulgaro Ivan Petrov (KTM) ha vinto, dominandola, gara 1 della 125. Petrov ha preso la testa della corsa al quarto giro e ha incrementato il suo vantaggio fino a chiudere con oltre mezzo minuto di vantaggio su Paolo Lugana e sul polacco Gabriel Chetnicki, anch'essi in sella alle moto austriache.
Il terreno pesante ha provocato una severa selezione: otto piloti su trentadue partiti hanno chiuso a pieni giri, gli altri hanno accusato problemi tecnici o hanno accumulato forti ritardi.
Al via ottimo start del giovane portacolori del team TM - FMI Paolo Lesiardo, ma alla conclusione del primo passaggio è Lugana a transitare per primo con il comasco alle spalle che poco dopo torna a condurre per due giri, quando è costretto a fermarsi a causa di un problema al cambio che lo costringe a una lunga sosta, ripartito concluderà la gara settimo. Ottima prova anche di Tommaso Algati (KTM) e Alessandro Lentini (Husqvarna) che, nonostante le numerose scivolate, sono riusciti a rimanere nel gruppo dei migliori, chiudendo rispettivamente quarto e sesto.

CLASSE 125 – gara 2 – Il leader del campionato Chetnicki non si è fatto sorprendere in gara 2 ed è scattato benissimo dal cancello di partenza, prendendo saldamente le redini della corsa per non mollarle fino allo sventolare della bandiera a scacchi. Il polacco ha messo in riga Alessandro Lentini e il danese Glen Meier (KTM). Quarto il vincitore di gara uno Petrov che proprio nel finale ha approfittato della scivolata di Filippo Zonta (Husqvarna) che comunque è riuscito a riprendere la corsa, conquistando la quinta piazza.

CLASSE MX2 - Lo sloveno Tim Gajser, in sella alla Honda ufficiale del Team Gariboldi, ha dominato la manche della MX2, conducendola dallo start fino alla bandiera a scacchi. Il diciottenne ex-campione degli Internazionali d'Italia 125 (nonché europeo e mondiale junior) ha inizialmente preceduto l'olandese Kouwenberg (Honda), poi ritiratosi, e per tutto il resto della manche il ventenne francese Benoit Paturel (Yamaha) il cui svantaggio dal battistrada non è però mai sceso sotto i 3,5''. Assenti gli "ufficiali" Red Bull KTM Factory Jonass e Pootjes, che in via precauzionale hanno preferito non schierarsi al cancello, e coinvolti in una scivolata alla prima curva il poleman Isdraele e l'atteso Furbetta, anch'essi su KTM, ad infiammare la platea è stato il duello per la terza posizione tra Alessandro D'Angelo (KTM) e Simone Zecchina (Kawasaki); quest'ultimo è stato però bloccato nella tornata finale da un doppiato, scivolato in uno stretto tornante, ed ha dovuto così cedere all'avversario l'ultimo gradino del podio.

CLASSE MX1 - David Philippaerts (Yamaha) riscatta a pieno la sfortuna patita in Sardegna e si aggiudica la gara della MX1, guidando la corsa dall'inizio alla fine. A dare battaglia fino all'ultimo all'ex iridato è stato il tedesco Max Nagl (Hsquavarna), l'unico a rimanere costantemente incollato alle spalle del battistrada.
Gara quasi “di allenamento” per l'otto volte iridato Antonio Cairoli (KTM) che, partito non benissimo, ha a lungo navigato a ridosso del podio, prima di mollare dopo una rischiosa sbandata, pensando più a ottenere un posto nella finale Elite che alla gara della MX1, chiusa in quinta piazza.
Terzo è terminato il belga Jeremy Van Horebeek (Yamaha) che ha guadagnato l'ultimo gradino del podio fin dal secondo passaggio e non lo ha più mollato fino alla bandiera a scacchi, respingendo in più occasioni prima gli attacchi di Tommy Searle (KTM) e poi quelli del francese Romain Febvre (Yamaha), detentore del miglior crono nelle prove ufficiali. Da segnalare anche la bella prova del portacolori TM Davide Guarnieri, che per due terzi di gara ha cercato in tutte le maniere di avere la meglio su Searle, finendo alle sue spalle con appena un secondo di ritardo. Migliore dei piloti in sella alle 300 due tempi è stato il toscano Marco Maddii (KTM) finito tredicesimo ma che a lungo è stato nella top ten.
Prova da dimenticare per i piloti locali. Unico a qualificarsi per la finale Elite il portacolori del Moto Club Spoleto Pier Filippo Bertuzzo (Yamaha), ventesimo. Un guasto meccanico ha messo fuori gara il piegarese Alex Pagliacci (Honda) quando era nei migliori quindici, nulla da fare nemmeno per magionese Ivo Lasagna (Husqvarna), ventiduesimo, e per il tifernate Dawid Ciucci (KTM) ventottesimo.

CLASSE ELITE
Va al tedesco Max Nagl (Husqvarna) la finale Elite della seconda prova degli Internazionali d'Italia di motocross Sidi Series, alla quale hanno avuto accesso i primi 20 classificati della MX1 e della MX2.
Nagl ha fatto una partenza bruciante all'abbassarsi del cancello e si è immediatamente involato in testa della corsa per non mollarla più fino alla bandiera a scacchi. Già alla conclusione del primo giro vantava ben tre secondi sull'immediato inseguitore, il britannico della KTM Tommy Searle che poi chiuderà la corsa alle sue spalle. Il tedesco è arrivato ad avere un margine di oltre quindici secondi prima di limitarsi a controllare la gara nei giri finali, quando ha leggermente rallentato la marcia, ma non ha mai messo in discussione la sua netta supremazia.
Terzo un fantastico David Philippaerts (Yamaha) che nonostante qualche problema alla sua moto, è riuscito nel finale ad avere la meglio sul giovane francese Romain Fabvre (Yamaha) con il quale ha ingaggiato un vero e proprio duello, entusiasmando il numerosissimo pubblico intervenuto alla gara perfettamente organizzata dal Moto Club Trasimeno, in collaborazione con la Off Road Pro Racing.
Leggermente sotto le aspettative è stato l'otto volte iridato Tony Cairoli (KTM Red Bull Factory), quinto, che ha preferito non rischiare sul terreno pesante, in vista degli imminenti impegni iridati.
Nonostante abbia chiuso fuori dal podio, il siciliano rimane in testa alla classifica generale degli Internazionali anche se in coabitazione con Searle e con Nagl a sole cinque lunghezze; decisiva sarà quindi l'ultima prova di Ottobiano. Da evidenziare il settimo posto assoluto dello sloveno Tim Gajser (Honda), il migliore fra i piloti della MX2 e il decimo di Davide Guarnieri (TM), nonostante sia stato coinvolto in una caduta con il russo Evgeny Bobriyshev (Honda) e il belga Jeremy Van Horebek (Yamaha), rimasti tutti attardati ma che hanno comunque concluso la gara.


INTERNAZIONALI D'ITALIA MOTOCROSS SIDI SERIES 2015 (2.a prova)

Crossodromo "Vinicio Rosadi", Gioella, 7-8 Febbraio 2015

Oggi a Castiglione del Lago gli Internazionali d'Italia di motocross

In programma il secondo round con Cairoli grande favorito

Più forti del maltempo che da una settimana tiene organizzatori, piloti e appassionati col fiato sospeso: è grazie alla caparbietà del Moto Club Trasimeno ed alla capacità dei suoi uomini di preservare la pista, curando con millimetrica precisione tutte le soluzioni necessarie per non far ristagnare sul tracciato la tanta acqua piovana caduta nella conca di Gioiella, che oggi potrà andare in scena il secondo round degli Internazionali d'Italia di motocross.

Anche nelle ore della vigilia, quando la perturbazione che ha flagellato il centro Italia si sarebbe dovuto allontanare, lo staff organizzatore, rinforzato dalla squadra della Off Road Pro Racing, che cura l'immagine del campionato, ha invece dovuto fare i conti con il maltempo.
Ora, finalmente, tutto dovrebbe volgere al bello e protagonisti saranno solo i piloti ed il rombo delle loro moto.

Il programma è intensissimo: alle 8.30 avranno inizio le prove che termineranno alle 11.30, consegnando gli schieramenti di partenza delle tre classi, 125, MX2 e MX1.
Le prime gare scatteranno alle 11.40 mentre gli appuntamenti clou si terranno alle 14.00 (MX2), alle 14.45 (MX1) e alle 16.20, quando il confronto nella Elite tra i primi venti classificati di ciascuna formula, chiuderà la giornata.

L'uomo su cui si appunta l'attenzione di tutti è ancora un italiano, il campionissimo Tony Cairoli (KTM), otto volte campione mondiale, sportivo dell'anno 2014-Sky, che ha iniziato gli Internazionali d'Italia una settimana fa in Sardegna, dominando la finale Elite.
Il ventinovenne siciliano è il favorito d'obbligo anche a Castiglione del Lago ma lo schieramento della MX1 è ricco di piloti di spicco, pronti ad approfittare di qualsiasi sua incertezza. I più attrezzati sono i portacolori delle squadre ufficiali della stessa KTM e poi di Honda, Husqvarna, Yamaha e TM; da non sottovalutare poi le chance di altri due italiani, l'ex-iridato David Phlippaerts e Davide Guarneri.

"Squadroni" a confronti anche nella MX2, che in Sardegna ha visto prevalere il lettone Pauls Jonass (KTM) mentre suscita curiosità il semisconosciuto polacco Gabriel Chetnicki (KTM), 15 anni, che guida la classifica della 125.

Fra le tante stelle mondiali, trovano posto anche alcuni piloti che rappresentano l'Umbria, quattro schierati nella classe MX1 (Filippo Bertuzzo, Dawid Ciucci, Ivo Lasagna e Alex Pagliacci) e due (Leonardo Angeli jr. e Filippo Boninsegni) nella classe 125.

Per favorire l'affluenza alla pista degli appassionati, è stato organizzato in collaborazione con il Comune un servizio di bus navetta gratuito, da e per la stazione ferroviaria, in concomitanza con i principali treni in arrivo e in partenza verso Roma e Firenze: i bus partiranno alle 9.30 e 11.15, ritorno dalla pista, 17.20.

Il costo dei biglietti è di 30 Euro intero, 25 Euro ridotto soci FMI e ragazzi dai 14 ai 16 anni, gratis fino a 13 anni.

Per raggiungere il Circuito di Gioiella di Castiglione del Lago (PG)


INTERNAZIONALI D'ITALIA MOTOCROSS SIDI SERIES 2015 (2.a prova)

Crossodromo "Vinicio Rosadi", Gioella, 7-8 Febbraio 2015

Iniziato a Gioiella il countdown per il grande evento sportivo
A Castiglione del Lago si confronta l'elite del motocross mondiale

Domenica il secondo round degli Internazionali d'Italia 2015

Nella top class l'Umbria punta su Pagliacci, Bertuzzo, Ciucci e Lasagna

Al crossodromo internazionale "Vinicio Rosadi" di Gioiella è già count down in vista del secondo round degli Internazionali d'Italia Sidi Series di Motocross, il premondiale che domenica animerà per l'intera giornata l'impianto gestito dal Moto Club Trasimeno, di proprietà del Comune di Castiglione del Lago. L'evento è organizzato dal sodalizio castiglionese in collaborazione con la Off Road Pro Racing, il promoter che da anni cura i grandi appuntamenti con il motocross.

Al via circa 150 piloti divisi nelle classi MX1, MX2 e 125. Ovviamente l'attesa maggiore si concentra sulla top class, la MX1, che vedrà in gara il meglio del cross mondiale. Fatta eccezione infatti per poche defezioni, lo schieramento di partenza ricalca quello di un GP iridato, con tutte le squadre ufficiali che rappresentano le principali case motociclistiche (Honda, Husqvarna, KTM, Yamaha, TM). Il clou della manifestazione sarà rappresentato dalla finale Elite che vedrà fronteggiarsi i primi venti classificati della MX1 e della MX2 e che, come di consueto, chiuderà l'intensa giornata agonistica.

Dopo la prima prova degli Internazionali d'Italia, disputata domenica scorsa sulla sabbia di Riola, in Sardegna, il pilota da battere è ancora lo straordinario fuoriclasse italiano Tony Cairoli (Red Bull KTM Factory Racing), 8 volte campione del mondo, sportivo dell'anno 2014 nel sondaggio di Sky Sport, che, dopo aver ceduto la vittoria per un soffio al francese Gautier Paulin (Honda – Team HRC) nella MX1, si è largamente rifatto nella Elite.
Oltre che con il transalpino, ingaggiato dalla Honda proprio per vincere il mondiale, e con il suo co-équipier Evgeny Bobryshev, il ventinovenne siciliano dovrà vedersela anzitutto con i compagni di team Tommy Searle e Ken De Dyker e poi con i piloti ufficiali Yamaha Jeremy Van Horebeek e Romain Febvre, con quelli Husqvarna Nagl, Ferris, Watson e Waters e non ultimi con i nostri Davide Guarnieri (TM) e David Philippaerts (Yamaha). Quest'ultimo, che è stato grande protagonista in Sardegna, prima di uscire di scena a causa di un problema meccanico, è in forma smagliante è potrebbe rappresentare una delle grandi sorprese della gara.

Nella MX2 atteso ad una riconferma, dopo la netta vittoria in Sardegna, il diciottenne lettone Pauls Jonass (KTM) mentre suscita curiosità il semisconosciuto polacco Gabriel Chetnicki (KTM), 15 anni, che guida la classifica della 125.

Fra le tante stelle mondiali, trovano posto anche alcuni piloti che rappresentano l'Umbria, quattro schierati nella classe MX1 (Filippo Bertuzzo, Dawid Ciucci, Ivo Lasagna e Alex Pagliacci) e due (Leonardo Angeli jr. e Filippo Boninsegni) nella classe 125.

L'attento lavoro di preparazione e di conservazione del fondo svolto dagli organizzatori consentirà di proporre il tracciato nelle migliori condizioni, nonostante il maltempo e le abbondanti precipitazioni che hanno caratterizzato il periodo precedente la manifestazione. Il paddock si presenterà invece rinnovato e ancora più accogliente e confortevole grazie al lavoro di livellamento dell'area parcheggi, già coperta dai pannelli solari.

Fra le iniziative collaterali da evidenziare il seminario riservato ai Direttori di Gara nazionali, organizzato sabato presso la pista dalla Federazione Motociclistica Italiana, a rimarcare ancora una volta l'attenzione che la Federmoto ha nei confronti del Moto Club Trasimeno.

Per favorire l'affluenza alla pista degli appassionati, è stato organizzato in collaborazione con il Comune un servizio di bus navetta gratuito, da e per la stazione ferroviaria, in concomitanza con i principali treni in arrivo e in partenza verso Roma e Firenze: i bus partiranno alle 9.30 e 11.15, ritorno dalla pista, 17.20.

Il programma della manifestazione si aprirà sabato con le verifiche tecniche; il clou sarà domenica a partire dalle ore 8.30 con le prove, seguiranno le manche della 125, della MX2 (ore 14.00) e della MX1 (14.45), quindi alle 16.20 il gran finale con la classe Elite.

Il costo dei biglietti è di 30 Euro intero, 25 Euro ridotto soci FMI e ragazzi dai 14 ai 16 anni, gratis fino a 13 anni.


INTERNAZIONALI D'ITALIA MOTOCROSS MX1/MX2 2015

Crossodromo "Vinicio Rosadi", Gioella, 7-8 Febbraio 2015

A GIOIELLA DOMENICA PROSSIMA 8 FEBBRAIO IL PREMONDIALE DI MOTOCROSS.
IN GARA TUTTI I GRANDI DEL CROSS MONDIALE A PARTIRE DA TONY CAIROLI

Punta in alto la pattuglia umbra capitanata da Pagliacci e Bertuzzo

Tutto è pronto al crossodromo internazionale "Vinicio Rosadi" di Gioiella per ospitare domenica prossima 8 febbraio, la seconda prova, delle tre in programma, degli Internazionali diItalia di Motocross 2015, un vero e proprio premondiale che schiera al via il gotha del fuoristrada iridato. La gara è organizzata dal Moto Club Trasimeno in collaborazione con la Off-Road Pro Racing, la società di gestione che da anni cura eventi internazionali di moto cross.

Al via i piloti delle classi MX1, MX2 e i giovani della 125. Da evidenziare nella MX1 la presenza di tutti i più forti piloti del mondo a partire dall'otto volte iridato Tony Cairoli (KTM).

Internazionali d'Italia motocross 2015 - Ivo LasagnaIn gara anche una nutrita pattuglia umbra con ben quattro piloti schierati nella classe MX1 (Filippo Bertuzzo, Dawid Ciucci, Ivo Lasagna e Alex Pagliacci) e due (Leonardo Angeli jr. e Filippo Boninsegni) nella classe 125.
Bertuzzo, 26 anni, veneto ma ormai sportivamente adottato dall'Umbria visto che per il terzo anno indossa la casacca del Moto Club Spoleto, è stato brillantissimo nella prima prova di Riola Sardo: 19.o nella classe MX1, guadagnandosi l'accesso alla finale Elite che ha chiuso in 23.a posizione, nonostante la scarsa consuetudine con il fondo sabbioso. Filippo, che guida una Yamaha del Team Italian Factory, nel 2015 parteciperà al Campionato Italiano ed al Supermarecross senza disdegnare alcune apparizioni nelle tappe mondiali.
Il giovane tifernate Dawid Ciucci, tornato ai primi amori con la KTM del Team Steels, ha pagato in Sardegna i due anni di lontananza dal motocross: dopo essere stato protagonista (anche sfortunato, a causa degli infortuni) del mondiale enduro, il ventunenne pluri-campione italiano sapeva che avrebbe faticato a ritrovare il ritmo ideale, soprattutto sulla sabbia, e ora non vede l'ora di correre a Gioiella.
Non hanno affrontato la trasferta a Riola i due piloti dell'area del Trasimeno, il ventiseienne Alex Pagliacci, di Piegaro, ed il trentatreenne magionese Ivo Lasagna che nel fine settimane si sono però dedicati ad intense sedute di preparazione in vista del confronto di Gioiella.Internazionali d'Italia Motocross 2015 - Alex Pagliacci
Rientrato a metà del 2014 nel team perugino Salucci Racing ed autore di un finale di stagione in crescendo, costellato di successi, Pagliacci disputerà il Campionato Italiano 2015 e sta dunque dosando le energie per arrivare nella forma ideale agli appuntamenti di aprile. Ma il richiamo della pista è forte e dunque, dopo la prova casalinga di domenica 8 febbraio, disputerà anche l'ultimo round degli internazionali ad Ottobiano – Pavia.
Lasagna disporrà ancora della Husqvarna 450 messagli a disposizione dall'ex-campione panicalese Silvano Fratini e, dopo il bellissimo secondo posto conquistato proprio a Gioiella nel tricolore 2014, è deciso a farvi valere anche nell'arena degli Internazionali. Poi nei suoi programmi c'è la partecipazione a tutto l'italiano.
Il tredicenne spoletino Leonardo Angeli Jr. ha rinunciato a malincuore, per problemi organizzativi, alla trasferta in Sardegna ed è dunque ansioso di confrontarsi con i colleghi della 125 dopo un 2014 caratterizzato in negativo dal grave infortunio che lo ha bloccato proprio nella gara di esordio con la ottavo di litro. Leonardo, studente modello di 3.a media, si è allenato moltissimo, in moto e in palestra, porterà le insegne del Team Vola di Spello ma disporrà della Yamaha messagli a disposizione dal Team Trasimeno.

Fra le iniziative collaterali da evidenziare il seminario riservato ai Direttori di Gara nazionali, organizzato presso la pista dalla Federazione Motociclistica Italiana, a rimarcare ancora una volta l'attenzione che la Federmoto ha nei confronti del Moto Club Trasimeno.

Anche in questa circostanza, per favorire l'affluenza alla pista degli appassionati, è stato organizzato in collaborazione con il Comune di Castiglione del Lago, un servizio di bus navetta gratuito da e per la stazione ferroviaria, in concomitanza con i principali treni in arrivo e in partenza verso Roma e Firenze: i bus partiranno alle 9.30 e 11.45, ritorno dalla pista, 17.45.

L'intenso programma della manifestazione si aprirà sabato con l'arrivo dei piloti e le verifiche tecniche, il clou sarà domenica a partire dalle ore 9.00 con le prove libere, seguiranno le batterie di qualifica e le gare della 125, della MX2 e della MX1, quindi alle 16,30 il gran finale con la classe Elite.


INTERNAZIONALI D'ITALIA MOTOCROSS MX1/MX2 2015

Crossodromo "Vinicio Rosadi", Gioella, 7-8 Febbraio 2015

Sbarca nel grande circuito internazione di Gioiella la gara più attesa di inizio stagione, gli INTERNAZIONALI D'ITALIA DI MOTOCROSS MX1 E MX2 2015. Tutti i grandi nomi del motocross mondiale saranno presenti, appuntamento pertanto assolutamente da non perdere.

TIME TABLE CAMPIONATI INTERNAZIONALI D'ITALIA MOTOCROSS 2015

Sabato 7 Febbraio 2015

16:00 20:00 - Operazioni preliminari (tutte le categorie)

Domenica 8 febbraio

07:30 08:00 - Operazioni preliminari (tutte le categorie)
08:30 08:55 - Prove 125 Gr. 2 (10’ lib. + 15’ cron.)
09.00 09:25 - Prove 125 Gr. 1 (10’ lib. + 15’ cron.)
09:30 09:55 - Prove MX2 Gr. 2 (10’ lib. + 15’ cron.)
10:00 10:25 - Prove MX2 Gr. 1 (10’ lib. + 15’ cron.)
10:30 10:55 - Prove MX1 Gr. 2 (10’ lib. + 15’ cron.)
11:00 11:25 - Prove MX1 Gr. 1 (10’ lib. + 15’ cron.)

Chiusura P.P. Part. Gara

11:30 11:40 - 1a corsa 125 Gr. B (10’ + 2 giri)
12:00 12:10 - 1a corsa 125 Gr. A (20’ + 2 giri)
13:40 13:50 - Corsa MX2 (25’ + 2 giri)
14:25 14:35 - Corsa MX1 (25’ + 2 giri)
15:10 15:20 - 2a corsa 125 Gr. B (10’ + 2 giri)
15:40 15:50 - 2a corsa 125 Gr. A (20’ + 2 giri)
16:30 16:40 - Corsa ELITE (25’ + 2 giri)

Ingresso

Biglietto intero: € 30

Biglietto ridotto: € 25

Per i ragazzi fino a 13 anni l'ingresso è gratuito

 

Per raggiungere il Circuito di Gioiella di Castiglione del Lago (PG)


Campionato Interregionale Umbro-Toscano - Crossodromo "Vinicio Rosadi", Gioella, 12 – 13 Luglio 2014

A Gioiella fra pioggia e squarci di sole il tosco-umbro di motocross. Toscani a proprio agio sulla pista umbra in riva al Trasimeno

Fra gli umbri bravo ma sfortunato il giovane ternano Riccardo Bongarzone nel minicross, bene Carlo Cardaccia fra gli Over 40

Come annunciato, poco dopo le 15.00, il cielo si è rapidamente addensato di nuvole nere e in pochi minuti sul crossodromo internazionale Vinicio Rosadi di Gioiella di Castiglione del Lago, si è scatenato un vero e proprio nubifragio che ha costretto gli organizzatori del Campionato Umbro – Toscano di Motocross a interrompere per mezz’ora l’intenso programma della giornata, poi, fortunatamente il cielo si è riaperto, alternando squarci di sole a pioggia leggera, permettendo così il regolare svolgimento delle gare, con l’assegnazione completa dei punti ai fini del campionato.
Venendo al bilancio sportivo della giornata, i piloti toscani hanno dimostrato di trovarsi perfettamente a proprio agio sulla pista umbra che ha ospitato la quinta tappa del campionato della regione confinante. Gloria anche per il dodicenne laziale Alessandro Facca che si è imposto nella classe Junior del Minicross. Proprio dalle giovani speranze delle ruote artigliate sono arrivati due podi umbro, grazie al ternano Riccardo Bongarzone, terzo nella classe Cadetti, ed al perugino Matteo Ciani, terzo nella Senior. Da notare che la maggior parte dei piloti umbri non ha preso parte alla gara, che non assegnava punti per il campionato regionale di casa ed hanno quindi logicamente privilegiato i concomitanti impegni in manifestazioni nazionali.

Over 40 MX1 – MX2 - Niccolò Zanchi (Honda) dopo aver vinto, al termine di un lungo testa a testa con Giacomo Lucchesi (Kawasaki), gara uno si è ripetuto anche nella seconda frazione, aggiudicandosi così a punteggio pieno la sua categoria. Nella classifica finale il toscano ha preceduto i corregionali Lucchesi e Bertini (Honda), giunti alle sue spalle in entrambe le manche.
Migliore degli umbri Carlo Cardaccia (KTM), quinto assoluto e secondo della MX2, mentre dopo una buona prima manche è stato costretto al ritiro nella seconda l’altro portacolori del Moto Club Panicale Gabriele Neri (Honda).

125 JUNIOR – SENIOR – Doppietta del livornese Lorenzo Galluzzi nella ottavo di litro e ovviamente primo posto assoluto davanti Gabriele Fondelli e Marco Pioli, tutti su KTM. Da segnalare nella seconda manche l’ottima piazza d’onore, del marchigiano Gabriele Oteri (TM) che era scivolato nella prima manche in prossimità del traguardo, quando era saldamente al secondo posto.

MX2 – Dopo aver dominato gara uno l’aretino Manuel Iacopi (Suzuki), cade pochi metri dopo la partenza della seconda manche e mestamente da l’addio a quella che poteva essere una giornata da incorniciare, lasciando via libera a Mirko Vandelli (Yamaha) che grazie al secondo posto nella frazione d’apertura e alla vittoria nella successiva, si aggiudica la prova davanti a Leonardo Frosali e al portacolori del moto club Baglioni di Città di Castello Manuel Paolanti (Yamaha). Buona prova anche dello spoletino Mattia Petruccioli (Honda) quinto assoluto.

MX1 – Entrambe le gare sono vissute sul binomio Lorenzo Cucini (Honda) – Riccardo Righi (Husqvarna), che hanno fatto letteralmente il vuoto alle loro spalle. Nella prima manche Cucini è stato bravo a sfruttare un errore a poche curve dalla bandiera a scacchi di Righi e a operare il sorpasso decisivo, mentre nella seconda l’aretino è partito male ed è stato costretto a recuperare fino ad arrivare a un soffio dal livornese che ha quindi realizzato una doppietta. Sul podio anche Riccardo Mocini (Honda) che ha preceduto l’altro livornese Michele Galluzzi (KTM). Da segnalare che la delusione della sconfitta per Righi è stata mitigata dalla convocazione a far parte della nazionale che difenderà la maglia azzurra nella FIM Junior Motocross World Championship che si correrà l’8 e 9 agosto in Belgio.

MINICROSS - DEBUTTANTI CADETTI – Con due gare fotocopia Cosimo Bellocci, giovane pilota pisano si è aggiudicato la gara riservata alle giovani leve del Minicross, praticamente un monomarca KTM. In entrambe le manche il toscano ha regolato il corregionale Morgan Bennati. Terzo assoluto l’aretino Jacopo Fabbri. Prova sfortunata per il ternano Riccardo Bongarzone che dopo l’ottimo terzo posto di gara uno e partito molto male nella seconda e non è stato in grado di recuperare, a causa anche di un contatto con un doppiato e del terreno pesante. Alla fine si è dovuto accontentare del settimo posto che gli è comunque valsa la sesta posizione assoluta. Per lui è arrivata la convocazione per la Red Bull MX Superchampions che si corerrà a Maggiora il 13 e 14 settembre.

MINICROSS – JUNIOR SENIOR – Splendida solitaria doppietta per il giovane viterbese Alessandro Facca (KTM) che si è aggiudicato la categoria maggiore del Minicross. Il laziale dopo aver dominato gara uno si è ripetuto anche in gara due e ha messo alle spalle, relegando al ruolo di comprimari i toscani Francecso Bassi e Mark Mausser tutti in sella alle moto austriache. A tenere alto l’onore umbro lo spoletino Matteo Ciani, settimo.

AMATORI MX1 – MX2 - Ancora una doppietta, questa volta la realizzata Fabio Lorenzini (Yamaha) nella classe Amatori, il portacolori dell’S.P. Racing in entrambe la manche ha preceduto il valdarnese Giovanni Tiranno (Honda), mentre grazie a un quarto e terzo posto è salito sull’ultimo gradino del podio assoluto il senese Paolo Nulli (Honda) che è stato anche il migliore della classe MX1.


Campionato Interregionale Umbro-Toscano - Crossodromo "Vinicio Rosadi", Gioella, 12 – 13 Luglio 2014

A Gioiella sabato e domenica il motocross promozionale - Oltre 250 piloti, 7 categorie, 14 gare

Campionato Interregionale Umbro-Toscano 2014 - 12-13 luglio 2014Dopo tre appuntamenti nazionali che hanno richiamato a Gioiella i migliori piloti italiani di Motocross, dalle giovani speranze a quelli che grandi lo sono stati negli anni ottanta e novanta, è ora la volta del motocross promozionale, quello dei non professionisti, ma che mettono in questo sport tanta passione e fanno tanti sacrifici per correre.
Sabato 12 e domenica 13 luglio, infatti, sui saliscendi del crossodromo Vinicio Rosadi di Gioiella di Castiglione del Lago, si misureranno i piloti del Campionato Interregionale Tosco – Umbro e del Campionato regionale Minicross Cadetti e Debuttanti, più altre categorie promozionali. In totale oltre 250 iscritti divisi in 7 categorie per 14 gare che monopolizzeranno l’intera giornata di domenica.

Con questa gara il Moto Club Trasimeno che gestisce il circuito di Gioiella, vuole riaffermare il suo impegno a 360 gradi nello sport delle ruote artigliate, organizzando non solo eventi di portata internazionale e nazionale, ma anche gare così dette minori che comunque hanno una notevole importanza nello sviluppo dell’attività di base. Senza queste categorie, infatti, non esisterebbero i grandi campioni, perché è da queste che si inizia a correre e a scalare le classifiche delle categorie superiori.

Nonostante che la gara rivesta un interesse limitato all’Umbria e alle regioni confinanti, l’impegno del sodalizio castiglionese è sempre ai massimi livelli, ansi è proprio in questi casi che serve ancor di più organizzazione e capacità gestionale, perché una cosa è avere a che fare con cento professionisti e un’altra è trattare con 250 piloti, molti dei quali salgono sulla moto giusto la domenica in occasioni delle gare.

La manifestazione inizierà sabato pomeriggio con le iscrizioni e le prove libere. Intensissimo il programma della domenica che si aprirà alle 9.00 con i turni cronometrati delle prove ufficiali che proseguiranno fino le 11.30; poi a partire dalle 11,45 alle 13,30 le prime manche degli Over 40 MX1 e MX2 e a seguire la 125 Junior. Dopo una breve pausa pranzo, la manifestazione riprenderà alle 14.30, e andrà avanti ininterrottamente fino le 19.00, quando tutto si chiuderà con la cerimonia delle premiazioni.

Fra gli umbri presenti anche il vincitore della recente gara del Campionato Italiano Motocross d’Epoca, Ivo Lasagna che questa volta non sarà in gara con una storica Maico, ma con nuovissima Husqvarna 450 4T, con la quale punterà al gradino più alto della classe MX1. Nei Veteran in pista il beniamino locale Fausto Pelosi che nonostante abbia girato la boa dei quasi 60 anni, rimane un emblema del cross castiglionese.

In linea con la politica di promuovere l’attività di base del Motocross, il Moto Club Trasimeno, ha deciso dei prezzi molto bassi: 10 Euro il biglietto intero e 8 Euro il ridotto. Ragazzi minori di 14 anni gratis.


Campionato Italiano Motocross d'epoca (Quarta Prova)
Crossodromo "Vinicio Rosadi", Gioella, 28 – 29 Giugno 2014

Oltre 120 piloti nell’italiano per moto d’annata in riva al Trasimeno

Lasagna domina. Il magionese firma una doppietta, anche Fausto Pelosi sale sul podio

Campionato Italiano Motocross d'epoca 2014 - Ivo LasagnaDue piloti umbri sono stati grandi protagonisti del quarto round del Campionato italiano motocross d'epoca che si è disputato al crossodromo "Vinicio Rosadi" di Gioiella sotto la regia organizzativa del Moto Club Trasimeno di Castiglione del Lago (PG).
Autentica star della giornata si è rivelato il magionese Ivo Lasagna che ha festeggiato come meglio non avrebbe potuto il suo trentatreesimo compleanno, caduto alla vigilia della gara, imponendosi da dominatore nella categoria C (moto costruite dal '77 al '79).
Lasagna ha vinto nettamente entrambe le manche ed ha offerto anche uno spettacolo di notevole levatura: "Ho utilizzato una Maico 440 del ‘79 – ha spiegato – che mi è stata prestata dal mio concittadino Paolo Mariuccini: questa moto aveva già vinto un titolo italiano, più bel regalo di compleanno non avrebbe potuto farmi, mi sono divertito e sono soprattutto sorpreso dalle possibilità che un mezzo con 35 anni di vita riesce ad offrire".
Altro pilota locale in evidenza il non più giovanissimo ma sempre brillante Fausto Pelosi, castiglionese e portacolori del moto club organizzatore, che ha chiuso al secondo posto nella categoria D3, riservata agli over 30 in sella a moto prodotte dall'86 all'89. L'ex-elicotterista dei Vigili del Fuoco ha utilizzato una Kawasaki 250 del '88, "un modello alla quale sono particolarmente legato per aver corso per oltre dieci anni con le "verdone", proprio nella quarto di litro. A Gioiella ho potuto usare una moto che conoscevo bene, essendo stata acquistata nel 1988 insieme alla mia ed usata per una stagione da un mio collega; mi è stato offerto di guidarla e per me è stata un'emozione, ho un po' tribolato perché qualche acciacco (della moto), dovuto all'età, si è fatto sentire, ma è stato comunque un piacere. Ho rintracciato anche la mia ma non era in condizioni ideali per affrontare la prova. Sono contento anche per il Moto Club Trasimeno che ha organizzato questo campionato italiano così suggestivo".
Oltre 120 piloti hanno preso parte al round tricolore, animando le dodici manche si cui si è articolato il programma domenicale e le passerelle non competitive che hanno stemperato l'intenso clima agonistico.
Tra i tanti risultati, da sottolineare il secondo posto nella cat. A3 del lombardo Franco Malanchini, su Maico 360 del 1968, il "nonno" del campionato con i suoi incredibili settantaquattro anni.
L'attività crossistica in riva al Trasimeno si ferma ora per sole due settimane: il 12 e 13 luglio sarà infatti di scena a Gioiella una competizione interregionale, valida anche per il campionato toscano.


Campionato Italiano Motocross d'epoca (Quarta Prova)
Crossodromo "Vinicio Rosadi", Gioella, 28 – 29 Giugno 2014

Week-end con il motocross d'epoca a Castiglione del Lago - Quarta prova del campionato italiano

Al via il giovane magionese Ivo Lasagna. La star è Malanchini (74 anni)

Campionato Italiano Motocross d'epoca 2014 - Crossdromo di GioiellaPer il terzo anno consecutivo il Campionato Italiano motocross d’epoca fa tappa a Castiglione del Lago. La quarta prova del torneo tricolore 2014 riservato alle moto d’annata (ma anche ai piloti di non più verdissima età) andrà infatti in scena sabato 28 e domenica 29 giugno sul crossodromo internazionale "Vinicio Rosadi” di Gioiella, organizzata dal Moto Club Trasimeno.
Oltre 130 sono gli specialisti attesi in Umbria per un confronto che si preannuncia al tempo stesso suggestivo, per lo straordinario fascino che emanano le moto d’epoca, e spettacolare, in considerazione del tasso tecnico che questo settore riesce ad esprimere.
Intenso il programma della manifestazione che si aprirà il sabato con le iscrizioni e le verifiche tecniche, previste dalle 11.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 16.30, e con i primi turni di prove libere che scatteranno alle 15.00.
Domenica mattina prove cronometrate dalle 9.15 e poi, dalle 11.00, partenza delle prime finali di ogni classe; alle 14.30 avrà inizio la tornata delle seconde finali ed al termine le premiazioni di giornata.
Ma anche per i non addetti ai lavori, la passerella di Maico, Bultaco, CZ nonché di Ancillotti, Beta, Villa, Cagiva e delle immancabili giapponesi Honda, Kawasaki, Suzuki e Yamaha, costituirà uno spettacolo che andrà al di là del puro aspetto agonistico.
Una commissione di esperti presenti sul campo di gara vigilerà sulla regolarità delle moto schierate la cui congruità è già certificata dall’iscrizione al Registro Storico della Federmoto.
Dunque porte chiuse ai mezzi "taroccati” visto che tra gli obiettivi del campionato c’è anche quello culturale, ovvero la divulgazione del valore tecnologico del motocross.
Tra i tantissimi motivi di interesse che offrirà la manifestazione ne emerge anche uno di carattere territoriale. Ai nastri si schiererà anche il giovane magionese Ivo Lasagna che, per un fine settimana, abbandonerà le moto attuali con le quali disputa i campionati regionali e nazionali e inforcherà una Maico per confrontarsi anche in questa originale formula. Un’altra curiosità riguarda il personaggio forse più singolare e altrettanto emblematico di questo campionato, il lombardo Franco Malanchini che, con la sua Maico, domina la categoria delle veterane (moto prodotte prima del 1973) dall’alto dei suoi 74 anni, un età-record per qualsiasi sport. Malanchini, che ha già gareggiato a Gioiella nelle precedenti edizioni del campionato, continua a raggiungere traguardi avendo anche superato a 70 anni una fastidiosa polmonite e nel 2012 i postumi di un grave incidente.
Considerato che secondo alcune ricerche il motocross a livello agonistico è secondo per impegno fisico solo al canottaggio, si può aver una chiara percezione dell’invidiabile forma psico-fisica dell’inossidabile pilota.
Sono ben sedici le categorie su cui si articola il campionato e tengono conto sia dell’età dei piloti sia di quella delle moto utilizzate ma lo spettacolo sarà unico ed avvincente, su una delle piste che rappresenta l’eccellenza del motocross nazionale.


Campionato Italiano Junior 125 Cc - Campionato Italiano Minicross 65 Cc e 85 Cc - 7 e 8 Giugno 2014 Crossodromo di Gioiella

I vincitori del Tricolore Junior e Minicross a Gioiella
Furbetta (125 Junior), Lugana (Minicross 85 c.c.) e Bonaccorsi (Minicross 65 c.c.)

Fra gli umbri in evidenza il ternano Bongarzone

La prima vera giornata estiva ha messo a dura prova sia l'organizzazione che i piloti del Campionato Italiano Junior 125 e ancor più i giovanissimi del tricolore Minicross, arrivati in gran numero sul crossodromo internazionale Vinicio Rosadi di Gioiella di Castiglione del Lago per il terzo round, dei sei in calendario.
A causa della elevata temperatura, la direzione gara ha deciso di dilazionare le corse nelle ore più calde, consentendo così agli addetti al circuito di innaffiare abbondantemente il terreno, rendendolo perfettamente agibile anche ai "pilotini" della classe 65 c.c. del Minicross.

Al termine di gare molto combattute e prive di incidenti di rilievo a salire sul gradino più alto del podio sono stati il romano Joakin Furbetta (KTM) nella classe 125 Junior, mentre nel Minicross dominio lombardo con Paolo Lugana (KTM) che ha vinto la classe 85 e Andrea Bonaccorsi (Bucci) classe 65 c.c.

Furbetta si è aggiudicato la vittoria di giornata nella ottavo di litro, davanti a Filippo Zonta (KTM) e a Riccardo Righi (Husqvarna) che nonostante la deludente seconda manche mantiene la leadership del campionato.
Riccardo Bongarzone - Classe 65 cc Campionato Italiano Terza Prova - GioiellaIn gara uno, dopo un brutto inizio, Righi è andato a cogliere la vittoria dopo una lunga rincorsa, terminata al penultimo giro quando in pochi metri ha superato prima Lorenzo Ravera (TM) e poi Filippo Zonta (KTM). È stata questa la gara più bella di quelle in programma, con tre piloti che si sono alternati in testa alla corsa, oltre al vincitore e a Ravera, a lungo ha guidato le danze anche Furbetta che ha poi mollato nel finale chiedendo quarto. Prova da dimenticare per il fiorentino Tommaso Romano Isdraele (KTM), secondo in classifica prima di questa prova che è scivolato al quinto giro quando era secondo, ripartito ultimo ha chiuso ventesimo.
Nella seconda manche Furbetta ha indovinato la partenza, prendendo subito margine, mentre non altrettanto ha fatto Righi che si è trovato a dover recuperare terreno, ma nella foga è scivolato quando era quarto ed è retrocesso di ben cinque posizioni, finendo alla fine nono.
Dietro Furbetta ha chiuso Zonta che è riuscito a respingere gli attacchi finali di Isdraele che, con il terzo posto in gara due, si mantiene in lotta per il campionato.

Paolo Lugana realizza una splendida doppietta, dominando entrambe le manche della classe 85 c.c. e scavalca il rivale Andrea Zanotti (TM) in classifica generale. Il sanmarinese che giungeva a questa prova in netto vantaggio e dato superfavorito alla vigilia, è incappato in una giornata no, è infatti partito male in entrambe le frazioni e poi nella foga di rimontare è scivolato in tutte e due le manche. Costretto a forzare ha chiuso con un secondo e un quarto posto, che gli è valso comunque il secondo gradino del podio di giornata, terzo ha chiuso il toscano Matteo Puccinelli (Husqvarna).

La classe 65 c.c. ha visto la vittoria dell’undicenne lombardo Andrea Bonaccorsi (Bucci) che dopo una sfortunata prima manche si è riscattato nella seconda. In classifica generale il pilota di Berbenno ha preceduto il napoletano Antonio Giordano (KTM) e il piemontese Alberto Brida (Kawasaki).
In questa classe da segnalare la buona prova del ternano Riccardo Bongarzone (KTM) entrato nel gruppo dei migliori quindici è stato anche il miglior umbro della giornata.


Campionato Italiano Junior 125 Cc - Campionato Italiano Minicross 65 Cc e 85 Cc - 7 e 8 Giugno 2014 Crossodromo di Gioiella

A Gioiella il terzo appuntamento tricolore del 2014

Oltre 250 piloti in gara compresa una nutrita pattuglia umbra. Al via il meglio delle giovani leve del motocross azzurro

Campionato Italiano Junior 125 Cc - Campionato Italiano Minicross 65 Cc e 85 Cc - 7 e 8 Giugno 2014 Crossodromo di GioiellaTerzo evento nazionale in meno di tre mesi, sul crossodromo internazionale "Vinicio Rosadi" di Gioiella di Castigliane del Lago, organizzato dal Moto Club Trasimeno. Questa volta protagonisti della manifestazione non saranno i grandi nomi del cross internazionale già affermati, come nelle occasioni precedenti, ma le future speranze del cross azzurro, quelli che si spera, a breve, possano andare a sostituire i vari Cairoli, Philipparts Guarnieri ecc. A misurarsi sui saliscendi della pista Gioiella, domenica 8 giugno 2014, saranno infatti i giovani del Campionato Italiano Junior 125 Under 19 e i ragazzi del Campionato Italiano Minicross classi 65 c.c. e 85 c.c.

Non sarà certo facile trovare l'erede di Cairoli, un pilota che da quasi un decennio domina le scene mondiali delle ruote artigliate, tanto da essere divenuto un emblema nella storia mondiale di questo sport, ma stando a quanto si è visto nelle due prove del tricolore Junior 125 già disputate, non mancano giovani che a breve potrebbero andare ad inserirsi nel gruppo dei migliori piloti al mondo.

Fra questi, due in particolar modo hanno dimostrato di avere una marcia in più, sono i toscani, Tommaso Romano Isdraele (KTM) di Firenze e l'aretino Riccardo Righi (Husqvarna), entrambi del team Solarys che dopo due prove guidano appaiati il campionato. Righi ha dominato la prova di Montevarchi di tre settimane fa, vincendo con autorità entrambe le manche, dimostrandosi in forma smagliante e certamente non vorrà fallire l'appuntamento di Gioiella, altra pista che lui considera di casa. Dall'altra parte Isdraele che, sul circuito umbro, già da bambino ha colto importanti successi, è deciso a non mollare anzitempo e a giocarsi le carte del campionato fino in fondo. Fra i sicuri protagonisti da inserire anche il veneto Filippo Zonta (KTM), attualmente terzo in campionato e il sanmarinese Thomas Marini (Husqvarna) che lo insegue subito dietro.

Campionato Italiano Junior 125 Cc - Campionato Italiano Minicross 65 Cc e 85 Cc - 7 e 8 Giugno 2014 Crossodromo di GioiellaNel gruppo dei giovanissimi del Minicross, si è distinto il sanmarinese Andrea Zanotti (TM) che sta dominando questo inizio di stagione, sarà interessante, quindi vedere, se anche a Gioiella, continuerà a dettare legge; una eventuale terza vittoria consecutiva gli farebbe mettere una seria ipoteca sul titolo già a metà campionato. Dietro il rappresentante del "Titano" inseguono anche se distaccati, il lombardo Paolo Lugana e il toscano Manuel Dolce, entrambi su KTM).

Folta la pattuglia umbra in gara, con quattro piloti nella 125: Nico Gigli di Terni, Marco Zaffini di Città di Castello e la coppia spoletina formata da Elia Meniconi e Belvini Lorenzo. Cinque i giovani impegnati nella classe 85 c.c. del Minicross, tutti appartenenti al Moto Club Spoleto: Samuele Onori, Alessio Russo, Matteo Profidia, Matteo Sani e Alessio Luciani e infine i giovanissimi della classe 65 c.c. con il ternano Riccardo Bongarzone che parte favorito insieme a Davide Bastianini di Bastia e a Francesco Sacalandrini di Spoleto.

La manifestazione si aprirà sabato pomeriggio, 7 giugno, con le operazioni preliminari e le verifiche tecniche. Intensissima la giornata di domenica 8 che inizierà alle 8,30 con le prove libere e quindi le batterie di qualifica. Alle ore 11,30 si entrerà nel vivo, con la prima manche della 125 Junior e del Minicross. Breve pausa pranzo per riprendere alle 14,30 e proseguire ininterrottamente fino le 18.00, quando tutto si concluderà con la cerimonia delle premiazioni.
Fedele alla linea di avvicinare le famiglie al moto cross, anche in questa occasione il prezzo del biglietto è molto contenuto: 15 Euro intero, 10 Euro ridotto, gratis i minori di 14 anni.


La 2.a prova del Campionato Italiano Motocross MX1 e MX2 svoltasi domenica 4 maggio 2014 vince sul maltempo e sugli imprevisti

Zecchina (Ktm, MX1) e Cervellin (Honda, MX2) svettano in testa

Tra i perugini ottimo Monni. Pagliacci stringe i denti, Lasagna e Lucaroni opachi

Centosettanta piloti, che rappresentano l'elite del motocross nazionale, hanno animato il secondo round del Campionato italiano di specialità, classi MX1 ed MX2, organizzato dal Moto Club Trasimeno al crossodromo internazionale "Vinicio Rosadi" di Gioiella.

Le vittorie di giornata sono andate al diciassettenne vicentino Michele Cervellin (Honda) che, a poco più di un anno di distanza dalla sua precedente affermazione, è tornato ad imporsi a Castiglione del Lago in una gara di campionato italiano MX2, e al ventenne mantovano Simone Zecchina (KTM) nella top class. Quest'ultimo si trova al vertice della classifica di campionato davanti all'emiliano Cristian Beggi (Honda) e al toscano Samuele Bernardini (TM). Nella MX2 la classifica generale è invece guidata dal lombardo Alessandro D'Angelo (Honda) che precede Cervellin e il piemontese Stefano Pezzuto (Suzuki).

Pilota di punta della pattuglia umbra si è rivelato il rientrante perugino Manuel Monni (Husqvarna) che, a tre anni di distanza dalla sua ultima apparizione su una pista di motocross, ha messo in mostra tutta la sua classe e, nonostante un inconveniente tecnico, si è classificato quarto assoluto nella MX1, imponendosi nettamente nella seconda manche.
Al rientro dopo due mesi di inattività per un infortunio alla schiena, il piegarese Alessandro Pagliacci (Honda) ha stretto i denti classificandosi al 14° posto assoluto mentre il magionese Ivo Lasagna (Husqvarna) è incappato in una giornata opaca in cui non è mai riuscito a prendere il ritmo che gli è abituale. Per lui la parziale consolazione del secondo posto nella speciale classifica per gli Over 21.
Nella MX2 le cattive partenze e una forma fisica non impeccabile, dovuta alla mancanza di allenamento, hanno rallentato il promettente Filippo Lucaroni (Husqvarna): il diciassettenne di Castel del Piano ha concluso al decimo posto della Under 21.

Le ultime gare del programma si sono disputate sotto un cielo quasi sereno, spazzato dal vento di tramontata che ha tenuto lontane le nuvole gonfie di pioggia. Ma se l'intera manifestazione è approdata regolarmente alla conclusione si deve alla capacità organizzativa ed all'esperienza del "Trasimeno", capace di affrontare le condizioni ambientali proibitive.

Alle abbondanti piogge che hanno caratterizzato la vigilia si è fatto fronte con una meticolosa preparazione del tracciato, che si è presentato allentato ma non inzuppato e senza pozze d'acqua, e con una formulazione del programma di gara che ha scommesso sul lieve miglioramento della situazione meteo, diventato poi effettivo.

Ma la situazione obiettivamente difficile, insieme probabilmente alla fatalità, ha anche provocato nella notte della vigilia un grave guasto agli impianti del tracciato che ha messo in forte dubbio l'effettuazione stessa della prova. E forte proprio dell'esperienza ma soprattutto di una struttura e di una programmazione che contempla anche le emergenze, lo staff presieduto da Giandomenico Baldi non ha esitato a lavorare fino all'alba, in tempo per far decollare nelle migliori condizioni il complesso evento, organizzato in collaborazione con la FX Action.

CLASSE MX1
Gara ricca di colpi di scena, quella che ha visto al via il meglio dei piloti italiani non impegnati nel mondiale MX1, con Matteo Bonini (Kawasaki) che taglia per primo il traguardo di gara uno, al termine di una forsennata rincorsa, ma che poi si vede retrocesso di cinque posizioni dopo le verifiche fonometriche. La vittoria va a Samuele Bernardini (TM) che ha avuto il merito di crederci fino alla fine. All'abbassarsi del cancelletto di partenza Zecchina brucia il beniamino locale Manuel Monni (Husqvarna) e Felice Compagne (Honda) che in quest'ordine chiudono anche il primo passaggio. Il perugino incalza sempre di più il battistrada e al quinto giro va in testa, prendendo anche un certo margine, sembra fatta ma al decimo passaggio l'endurista rompe la frizione e Zecchina torna in testa. Intanto Bonini che si era sempre mantenuto alle spalle dei fuggitivi, fa due giri velocissimi e nel finale ha la meglio su Bernardini che poco prima aveva superato Zecchina. Poi, come detto, l'ultimo colpo di scena alle fonometriche e così Bernardini vince la manche davanti a Zecchina e Beggi. Il migliore degli umbri Alessandro Pagliacci, quindicesimo nonostante le cattive condizioni fisiche e decisamente a disagio sul terreno pesante; ventunesimo Lasagna che non riesce mai a prendere il ritmo giusto.
Monni si riscatta pienamente della sfortuna patita in gara uno e domina la seconda frazione. Passato al comando della corsa al terzo giro, quando di slancio supera Zecchina, allunga immediatamente fino a chiudere con un notevole vantaggio sullo stesso Zecchina e Compagnone che nel finale ha avuto la meglio su Bernardini. Il terzo posto in gara 2 di Compagnone spodesta dal podio di giornata Monni che non nasconde la sua amarezza per quanto accaduto in gara uno un episodio che, con molte probabilità, gli pregiudica il prosieguo del torneo tricolore, al quale ha deciso di prendere parte all'ultimo momento, dopo aver verificato la compatibilità delle date con il campionato di Enduro.
Ancora una gara incolore per Lasagna, mentre migliora la prestazione della prima manche Pagliacci terminato tredicesimo.

CLASSE MX2
Gara dominata da Michele Cervellin (Honda) che partito in testa allo start ha subito preso il largo fino a chiudere con oltre 40 secondi di vantaggio su Alessandro D'Angelo (Honda) e ben 52 su Riccardo Righi (Husqvarna), poi penalizzato alla fonometrica di cinque posizioni e così guadagna il terzo gradino del podio Stefano Pezzuto (Suzuki).
Gara da dimenticare per il perugino Filippo Lucaroni (Husqvarna), molto atteso a questa prova che dopo una pessima partenza non è riuscito a recuperare, chiudendo oltre la trentesima posizione.
La seconda manche è la fotocopia della prima, almeno per le prime tre posizioni che valgono quindi anche la classifica di giornata, con la vittoria di Cervellin davanti a D'Angelo e Pezzuto. Il veneto ha ripetuto quanto fatto in gara uno, partito fortissimo ha immediatamente allungato fino a chiudere con oltre mezzo minuto sulla coppia D'Angelo – Pezzuto che si sono dati battaglia per l'intera prova.
Ancora una brutta partenza per Lucaroni che conferma la sua giornata no confermata dal diciottesimo posto finale.

Prossimo appuntamento con il motocross a Gioella il 7 e 8 giugno con il Campionato Italiano Junior e Minicross.


Domenica 4 maggio a Gioiella le gare della seconda prova del Campionato Italiano MX1 – MX2.

Tanti piloti e pista perfetta nonostante la pioggia delle ultime ore

L'Umbria si affida a Pagliacci, Lucaroni e Lasagna

Si corre oggi (domenica 4 maggio) sul crossodromo internazionale Vinicio Rosadi di Gioiella di Castiglione del Lago, la seconda prova del Campionato Italiano di Motocross, classi MX1 e MX2. Un appuntamento che ha richiamato sui saliscendi del circuito umbro oltre 200 piloti, praticamente il meglio di quanto esprime il motocross a livello nazionale. Piloti che sin da venerdì hanno preso contatto con la pista che, nonostante le incessanti piogge delle ultime ore, si è mantenuta in perfette condizioni, grazie al terreno estremamente permiabile e all’incessante lavoro dei soci del Moto club Trasimeno che hanno creato canali di scolo, in modo da evitare ristagni di acqua, come ha dichiarato il presidente del sodalizio castiglionese Giandomenico Baldi.

Difficile fare pronostici, ma sicuramente non mancheranno di dire la loro i protagonisti della prima prova svoltasi alla Malpensa e in particolare Alessandro Lupino, Matteo Bonini e Cristian Beggi nella MX1 e Alessandro D’Angelo, Andrea Cervellin e Davide Bonini nella MX2.
Saranno sicuramente della partita e non fanno mistero di puntare a un risultato importante anche i tre alfieri umbri, Alessandro Pagliacci di Piegaro, Ivo Lasagna di Magione e il giovanissimo Filippo Lucaroni di Castel del Piano di Perugia.

Il plurititolato Pagliacci nella MX1, si presenta a questo importante appuntamento dopo quasi due mesi di stop a causa di problemi muscolari alla schiena e quindi non è certo al cento per cento, ma correre sulla pista di casa che tante volte lo ha visto sul gradino più alto del podio e sostenuto dai suoi numerosi fans, sarà un valore aggiunto importante.

In questa classe in gara anche Ivo Lasagna, che dopo la parentesi KTM torna alla fida Husqvarna, fornitagli dal concessionario Silvano Fratini che lo segue da tempo e che ha sempre creduto in lui. Il magionese ha avuto sin qui una carriera altalenante, alternando grandi stagioni ad altre opache, questa in corso sembra iniziata con il piede giusto, quindi anche per lui la gara casalinga potrebbe valere molto in vista del prosieguo del campionato.

Situazione ben diversa per il diciassettenne Lucaroni, anch’egli in sella alla Husqvarna fornitagli dall’ex campione tricolore Fratini, l’astro nascente del motocross umbro, stando a quanto fatto sin qui, ha tutte le intenzioni di scalare rapidamente i vertici delle ruote artigliate. Infatti, già nella prima prova si è messo in evidenza e solo la sfortunata, un guasto meccanico nella seconda manche a tre giri dalla fine della gara, gli ha impedito di salire sul podio. Da ricordare poi che proprio a Gioiella, nemmeno un mese fa, colse una fantastica doppietta nel campionato interregionale, quindi per lui parlare di podio è una cosa molto concreta.

Il programma della manifestazione è molto intenso e si aprirà alle ore 8,15 con le prove ufficiali e le qualifiche dei tre gruppi della MX1, ai quali seguiranno alle 10,05 quelli della MX2. Alle 12.00 il via della gara della classe regina gruppo B. Breve pausa per il pranzo per riprendere alle 13,35 con la MX2 B. Da questo momento in poi avanti ininterrottamente con le gare valide per il titolo tricolore 2014 sino le 18.00

Popolari i biglietti: 15 Euro Intero e 10 Euro il ridotto, gratis i minori di 14 anni.


Il 3-4 Maggio 2014 a Gioiella il grande Motocross con il Campionato Italiano MX1 – MX2

Oltre 200 piloti al via, tanti big mondiali - tra gli umbri Pagliacci, Lucaroni e Lasagna

Sabato "porte aperte al motocross" per i ragazzi dai 7 ai 14 anni

Crossdromo Gioiella - PartenzaAncora una volta il grande motocross fa tappa a Castiglione del Lago. Sabato 3 e domenica 4 Maggio la pista situata a Gioiella e intitolata a Vinicio Rosadi ospiterà infatti il secondo round del Campionato Italiano Motocross, il torneo che assegna i caschi tricolore della specialità nelle classi MX1 ed MX2.
A fare gli onori di casa, come sempre, il Moto Club Trasimeno che dal 1981 (anno di inaugurazione dell'’impianto) ad oggi ha ospitato oltre cinquanta manifestazioni titolate, stavolta in collaborazione con la Fx Action, la società toscana che gestisce il campionato per conto di Federmoto.

Oltre 200 piloti sono attesi per un confronto che si preannuncia di altissima spettacolarità e che concentrerà tutte le fasi agonistiche nella giornata di domenica. La vigilia sarà invece dedicata alle operazioni di iscrizione e verifiche tecniche e ad un'iniziativa promozionale che già nel 2013 ha fatto tappa a Gioiella. Si tratta di "Porte aperte al motocross", una manifestazione destinata ai giovanissimi di età compresa tra i 7 ed i 14 che, semplicemente presentandosi all'impianto, a partire dalle ore 14.30, avranno la possibilità di provare gratuitamente, su un "pistino" appositamente allestito, una piccola moto da cross, partecipando al corso Hobby Sport Minicross. Le moto e l'abbigliamento completo saranno messi a disposizione dagli organizzatori e la scuola sarà curata dai tecnici e dagli istruttori di guida della Commissione Sviluppo Attività Sportive di Federmoto.

Crossdromo di Gioiella - Alessandro PagliacciDa domenica mattina, si farà sul serio con la serie di prove di qualificazione che definiranno le griglie di partenza delle due classi. La prima prova tricolore, disputata alla Malpensa, ha visto le affermazioni di Alessandro Lupino davanti a Bonini e Beggi nella MX1 e di Alessandro D'Angelo su Cervellin e Davide Bonini nella MX2. Il cast appare dunque di altissimo livello e offre garanzie di qualità; ma molto attesa è anche la prova dei piloti di casa, in particolare del giovanissimo perugino Filippo Lucaroni che, in sella alla Husqvarna del Team Solarys/Fratini Moto, ha conquistato il quinto posto assoluto nella classifica della MX2 riservata agli Under 21, disputando una seconda manche particolarmente brillante. E tra le vedette dovrebbe spiccare anche il nome del magionese Ivo Lasagna (Husqvarna), schierato ai nastri della MX1, sempre incisivo sulla pista di casa. Ritorna poi in gara, dopo una lunga assenza, anche il plurititolato Alessandro Pagliacci (Honda) di Piegaro, praticamente all'esordio in questa stagione a causa dei problemi alla schiena che sin qui lo hanno tenuto lontano dalle gare.

Come detto, il programma agonistico si svolgerà tutto nella sola giornata di domenica, ed è intensissimo, si aprirà alle ore 08.15 con le prove ufficiali e le qualifiche dei tre gruppi della MX1, ai quali seguiranno alle 10.05 quelli della MX2. Alle 12.00 il via della gara della classe regina gruppo B. Breve pausa per il pranzo per riprendere alle 13.35 con la MX2 B. Da questo momento in poi avanti ininterrottamente con le gare valide per il titolo tricolore 2014 sino le 18.00

Mantenendo fede alla tradizione di garantire a tutti, appassionati e non, un grande spettacolo, anche in questa circostanza il Moto Club Trasimeno contiene al massimo il prezzo del biglietto d'ingresso: 15 Euro Intero e 10 Euro il ridotto, gratis i minori di 14 anni.

 

 

 

 

 


Campionato Regionale Umbro-Marchigiano (Terza Prova) - 29-30 marzo 2014

Le Marche vincono la sfida nel Campionato Interregionale

Il perugino Lucaroni domina nei top rider. Bene anche Robellini, Pelosi, Paterni e Lasagna

Va ai marchigiani la sfida della terza prova del Campionato Umbro-Marchigiano di motocross, svoltosi ieri, domenica 30 marzo, sul circuito internazionale Vinicio Rosadi di Gioiella di Castiglione del Lago, ma un grande Filippo Lucaroni ha tenuto alto l'onore dei piloti umbri, grazie alla splendida doppietta riportata nella classe MX2 dei Top Rider.

Alla gara, perfettamente organizzata, come di consueto, dal Moto Club Trasimeno, vi hanno preso parte oltre 200 piloti e fra questi anche alcuni protagonisti assoluti delle ruote artigliate, provenienti da altre regioni, che hanno partecipato alla corsa in vista della gara del Campionato Italiano che si svolgerà sempre a Gioiella il prossimo 3 e 4 maggio.
La splendida giornata primaverile ha favorito anche l'afflusso degli appassionati di motocross che hanno assistito a gare molto belle e combattute, regalando emozioni e spettacolo per l'intera giornata.

L'apertura spetta di diritto al giovanissimo perugino Filippo Lucaroni (Husqvarna) che ha dominato entrambe le manche della MX2 fra i Top Rider. Il diciassettenne, ormai molto più che una promessa del moto cross, ha preceduto in tutte e due le frazioni il piemontese Stefano Pezzuto (Suzuki) e il marchigiano Luca Pedica (KTM). I tre hanno regalando un grande spettacolo, fatto di continui avvicendamenti in testa alla gara, ma poi come detto, Lucaroni ha imposto la sua classe cogliendo il successo pieno.

Negli Amatori la vittoria è andata al marchigiano Davide Morosini (Honda) che si è aggiudicato entrambe le manche, sempre preceduto l'umbro Luca Robellini (Honda). In questa classe da segnalare anche l'assisano Marco Broccatelli (Yamaha), portacolori del Moto Club Baglioni di Città di Castello che dopo aver ottenuto il miglior crono nelle qualifiche, non si è ripetuto in gara terminando sesto assoluto.

Ancora una doppietta marchigiana fra gli Over 40, con l'esperto Manlio Giachè (Honda) che ha regolato nella classifica assoluta il laziale Giovanni Annibaldi (KTM) e il fermignanese Ermenegildo Trebbi (Honda). Qui in evidenza anche la coppia umbra formata dal castiglionese Fausto Pelosi e dal ternano Mariano Paterni, entrambi su Yamaha, rispettivamente terzo e quarto nella classe MX2. Bene anche l'altro portacolori del moto organizzatore, il perugino Tiziano Lorenzini, quarto nella MX1.

Infine, grande spettacolo e vittoria toscana nella MX1 Top Rider, grazie al giovane cortonese Samuele Bernardini, in sella alla TM ufficiale che nella prima frazione ha preceduto il campano Nicola Di Luccia (Kawasaki) e il marchigiano Alessio della Mora (Honda), mentre nella seconda ha dovuto cedere il passo, al termine di una esaltante sfida, all'esperto Felice Compagnone (Honda). Terzo ancora su Di Luccia. In questa classe il migliore degli umbri è stato il magionese Ivo Lasagna (KTM) terminato settimo assoluto


29-30 marzo 2014: 250 piloti a Gioiella per la Terza Prova del Campionato Regionale Umbro-Marchigiano

In gara anche i big nazionali – Alessandro Pagliacci tra i favoriti

Dopo la pausa invernale, tornano a rombare i motori sul crossodromo internazionale Vinicio Rosadi di Gioiella di Castigliane del Lago gestitoCampionato Regionale Umbro Marchigiano 2014 - Alessandro Pagliacci dal Moto Club Trasimeno, dove questo finesettimana si svolgerà la terza prova, delle sette in calendario, del Campionato Umbro-Marchigiano di Moto Cross. E’ questa la prima tappa umbra del torneo che raggruppa le due regioni, le prime due si sono svolte infatti a Esanatoglia e a Cingoli sempre con la partecipazione di tantissimi piloti, a conferma della vocazione motocrossistica delle due regioni.
La gara sarà l'ennesimo confronto fra due realtà che da decenni esprimono piloti ai vertici nazionali e internazionali e anche in questa circostanza, saranno presenti atleti di altissimo livello. Fra gli umbri spicca il plurititolato piegarese Alessandro Pagliacci, che nonostante le non perfette condizioni fisiche, non vuole perdere in nessun modo l'appuntamento casalingo, mentre fra i marchigiani spiccano Samuele Bernardini e Alessio Della Mora. Al via altri grandi nomi del cross internazionale, come i laziali Daniele Bricca e Felice Compagnone che pur non prendendo parte al campionato regionale, in quanto residenti ad altre regioni, partecipano alla gara per preparare al meglio l'appuntamento tricolore del 3 e 4 maggio che si svolgerà sempre a Gioiella.
In totale saranno circa 250 i partecipanti a questa prova che vedrà al via le classi MX1 e MX2, entrambe divise in quattro categorie: Amatori, Agonisti, Veteran over 40 e Top Rider.
Dopo le prime due prove nella categoria Amatori il tifernate Nico Cerquaglia (Honda) capeggia la MX1, mentre nella MX2 è il portacolori del Moto Club Trasimeno Andrea Burrini (Husqvarna) a menare le danze; Francesco Lucarelli di Panicale (KTM) è il leader degli Agonisti nella massima cilindrata e Diego Ceccarini (Kawasaki) di Città di Castello è il migliore in quella inferiore. Ancora un appartenente al sodalizio organizzatore, Tiziano Lorenzini (Honda) è ai vertici dei Veteran over 40 nella MX1, mentre il ternano Mariano Paterni (Yamaha) lo è nella cilindrata più piccola. Infine dominio dei piloti del Motor’s Panicale fra i Top Rider, con Ivo Lasagna (Husqvarna) e Filippo Lucaroni saldamente al comando rispettivamente nella MX1 e nella MX2.

La manifestazione si aprirà sabato pomeriggio con le operazioni preliminari e le prove libere; intensissima la giornata di domenica, con le batterie di qualifica che avranno inizio alle ore 8,30, il via alle gare che assegneranno i punti per i titoli alle 11,30, dopo una breve pausa pranzo si riprenderà alle 14,30 e si andrà avanti fino le 18.00 quando tutto si concluderà con la tradizionale cerimonia delle premiazioni.

Come in altre occasioni, il Moto Club Trasimeno, prosegue la politica di incentivare l’affluenza del pubblico, contenendo al massimo il costo dei biglietti che è stato fissato in 8 Euro l’intero e 5 il ridotto, gratis i minori di 14 anni.


29-30 Marzo Campionato Interregionale Motocross MX1-MX2 Umbro/Marchigiano

Iscrizione € 40.00 con Bonifico IT96 R070 7538 3500 0000 0071 733 ENTRO Giovedì 27 Marzo


E' ufficiale il calendario 2014 del Moto Club Trasimeno

Campionati regionali e nazionali di motocross

La pista di Gioiella sempre grande protagonista

Il Moto Club Trasimeno è già al lavoro in vista degli appuntamenti che caratterizzeranno la stagione 2014. Anche quella alle porte sarà un’annata ricca di eventi, sottolinea il Presidente Giandomenico Baldi e, ovviamente, la parte del leone toccherà sempre al crossodromo di Gioiella, intitolato a Vinicio Rosadi, da anni punto di riferimento di manifestazioni nazionali e mondiali.
"Nel 2014 non ospiteremo gare internazionali, sarà però una sosta breve, prima di tornare con grandi eventi nella stagione successiva. Questo non vuol dire che sarà un anno in tono minore, anzi, tutt’altro, in quanto concentreremo tutte le nostre energie nell’organizzare al meglio le manifestazione che ci ha assegnato la Federazione Motociclistica Italiana".
La stagione si aprirà a marzo, la data ancora non è certa ma dovrebbe oscillare intorno alla metà del mese, con la prova d’apertura del Campionato regionale Umbro Marchigiano di Motocross, riservato a tutte le categorie, che porterà a Gioiella oltre 250 piloti.
Il primo evento nazionale sarà il 3 e 4 maggio, con il secondo round del Campionato Italiano MX1 e MX2, al quale parteciperà il meglio dell’ambiente nazionale.
Appena un mese di pausa e ancora una prova nazionale, in programma il 7 e 8 giugno, quando sui saliscendi di Gioella si misureranno le giovani speranze del motocross, impegnate nel Campionato Italiano 125 Junior, riservato agli under 19. In gara anche i ragazzi del Campionato Italiano Minicross, classi 65cc e 85cc. che pochi mesi fa, proprio a Gioiella, regalarono un grande spettacolo con la selettiva del campionato europeo.
Tre settimane di sosta, giusto il tempo per recuperare le energie, e il 28 e 29 giugno sarà la volta con la 4° prova del Campionato Italiano di Motocross d’Epoca, gruppo 4 e gruppo 5. Un evento che richiama sempre tanti appassionati che in sella a moto che hanno segnato l’epopea di questo sport, faranno rivivere le epiche sfide degli albori.
Dopo la pausa estiva, si riprenderà a settembre con le prove conclusive dei campionati regionali che, come tradizione, chiuderanno la stagione agonistica.


CAMPIONATO ITALIANO MOTOCROSS D'EPOCA 2013 – 5.a prova

Spettacolo d'altri tempi al Crossodromo di Gioiella

In evidenza nei sidecar i tifernati Migno-Gattoni e Mattoni-Ravera

Campionato Italiano Motocross d'epoca - Crossdromo GioiellaSpettacolo d'altri tempi al crossodromo internazionale Vinicio Rosadi di Gioiella che ha ospitato la quinta prova del campionato italiano di motocross d'epoca organizzata dal Moto Club Trasimeno di Castiglione del Lago.

Nonostante la non più verde età di moto e piloti, la manifestazione ha entusiasmato il pubblico presente, in particolar modo gli appassionati del fuoristrada epico che si correva spesso su piste improvvisate e polverose che trasformavano i piloti, a fine gara, in maschere irriconoscibili.

La manifestazione, divisa in numerose categorie, ha visto salire sul gradino più alto del podio specialisti provenienti da varie parti della penisola. In particolare le vittorie sono andate nella classe A1 a Massimo Trollo (BSA 500), nella classe A2 a Renzo De Santis (CZ 360) e nella classe A3 al settantatreenne Franco Malanchini (Maico 360).
Nella categoria B si è imposto Gianluca Galligani (Villa 350), mentre a Lorenzo Bozzi e Alessandro Orbati (Villa 410) sono andate rispettivamente le classi E1 e C.
Il toscano Franco Ulivi (Yamaha 490), iscritto al Moto Club Baglioni di Città di Castello, è salito sul gradino più alto del podio nella classe D2mentre la D1 é andata a Mario Francucci (Maico 250).
Gianluca Gonnelli si è aggiudicato la classe E5 nella cilindrata di 80 cc, in sella alla piccola Ancillotti, la moto fiorentina ambitissima negli anni settanta, in questo raggruppamento si sono imposti anche Alessandro Vaccari (Honda 125), Simone Vigni (Villa 125) e Massimo Signorin (Beta 125). Mattia Masi (Aprilia 50) e Gianluca Pettinari (Aspes 50) hanno prevalso rispettivamente nella F2 ed F1; con una doppietta in entrambe le manche Luca Iacomini (TM 125) ha infine dominato la classe G.

Fra i sidecar dominio degli equipaggi gardesani che hanno vinto sia la classe S1 con Pozzi-Ceresa (VHT – Zabel 700) sia la SE con Campese – Parmeggiani (Cagiva WMX 500). Ottimi secondi nella SE gli umbri di Città di Castello Paolo Migno e Nicola Gattoni mentre sul terzo gradino del podio della S1 è salita ancora una coppia tifernate, composta da Mattoni e Ravera.

La giornata si è chiusa con un tono di colore particolare quando sul sidecar dell’ex-campione italiano Ivo Lasagna, di Magione, è salita, come passeggera, la Presidente del comitato regionale umbro della Federmoto Mara Colligiani; per nulla intimorita dalla posizione nel carrozzino ma anzi divertita dall’inedita esperienza, la dirigente federale ha percorso un tratto di pista tra gli incitamenti del pubblico, ricevendo anche l’onore della bandiera a scacchi dal Presidente del Moto Club Trasimeno, Giandomenico Baldi.


CAMPIONATO ITALIANO MOTOCROSS D'EPOCA 2013 – 5.a prova

Week end a Gioiella con il motocross d'epoca il 7 e 8 settembre 2013

Moto protagoniste di epiche sfide di nuovo in pista

A tre anni dall’ultima apparizione, torna sulla pista di Gioiella lo spettacolo del motocross d'epoca.
Sabato 7 e domenica 8 settembre, infatti, l'impianto intitolato a Vinicio Rosadi ospiterà la quinta e penultima prova del campionato italiano riservato alle moto d'annata, organizzata dal Moto Club Trasimeno di Castiglione del Lago.

Nel 2010 la manifestazione non godette dei favori della sorte: dopo le prove del sabato, un improvviso peggioramento delle condizioni meteo rese il tracciato impraticabile per mezzi di 30 o 40 anni di età.
Le previsioni per il week end alle porte garantiscono invece bello stabile, con temperature estive, situazione che dovrebbe favorire lo svolgimento del programma.

Il Tricolore per moto d'epoca prevede una capillare suddivisione di mezzi e piloti in base ad uno stesso criterio, quello dell'età; non c'è limite all'antichità di produzione: le "nonnette" sono tutte raggruppate nella classe "fino al '73" che non ammette dunque i veicoli under 40. Le moto più recenti ammesse sono invece quelle prodotte nell'85.

La categoria storica, sicuramente la più suggestiva, è aperta anche ai piloti più longevi visto che prevede un raggruppamento per gli inossidabili driver di età compresa tra i 68 ed i 75 anni.
Nomi come quelli dei lombardi Franco Malanchini e Giovanni Balzarotti o del piemontese Mario Viganò, tutti e tre over 70, non godono della stessa popolarità di un Tony Cairoli ma, abbinati a moto leggendarie come la Suzuki 400 del '73 o le Maico 360 e 400 del '68, fanno correre autentici brividi lungo la schiena degli appassionati più puri.

Mentre per la formula vintage si può parlare di una vera e propria passerella, il confronto è decisamente più vivace nelle classi di maggiore attualità. E ad attribuire un deciso tocco di spettacolarità in più alla gara di Castiglione del Lago è la presenza dei sidecar cross che richiedono a piloti e passeggeri doti atletiche fuori della norma ed un funambolismo quasi circense.

Il Moto Club Trasimeno, alla ripresa dell'attività dopo la pausa estiva, attende oltre 100 piloti; per questo (e per riconoscere alla categoria il giusto prestigio) l'organizzazione è stata curata nei minimi dettagli non solo sotto l'aspetto tecnico ma anche sotto il profilo dell'ospitalità.
Il programma prevede due turni di prove libere per sabato, a partire dalle 15.00, mentre domenica le qualificazioni e le gare occuperanno l'intera giornata. Per sottolineare il carattere promozionale dell'evento, il moto club ha stabilito un prezzo dei biglietti d'ingresso molto popolare, 10 Euro interi e 8 Euro i ridotti.

Particolarmente nutrita e qualificata è la rappresentanza dei piloti provenienti dall'Umbria o iscritti ai moto club della regione. Tra i tanti, da ricordare l'ex-campione italiano di sidecar cross Giuliano Fanelli, portacolori del "Trasimeno", e ben nove rappresentanti del Moto Club Baglioni di Città di Castello e cioè Maurizio Mattoni, Giuseppe Corsini, Luca e Marco Bernardini, Marco Pallavicini, Mario Taglioni, "Gommino" (al secolo, Dino Perioli) e Paolo Migno, attuale leader della classifica tricolore con il suo Yamaha – EML da ben 840 cc del 1982.

Per il Moto Club Trasimeno la gara di motocross d'epoca costituirà molto probabilmente l'ultimo appuntamento dell'anno. A causa della concomitanza con una prova tricolore, repentinamente spostata rispetto al calendario originario, non sarà infatti possibile disputare il 29 settembre la 10.a prova del campionato interregionale MX1 e MX2 e, al momento, appare praticamente impossibile trovare una data alternativa che non si sovrapponga ad altri appuntamenti. Per ora l'evento è dunque "congelato" ma con ben poche possibilità di risolvere l'impasse.


CAMPIONATO ITALIANO QUADCROSS FMI 2013
CROSSODROMO VINICIO ROSADI – GIOIELLA, 30 giugno 2013

Montalbini conquista a Gioiella il titolo Elite del Campionato Italiano Quadcross 2013

Nelle altre categorie si impongono Marchionni (Sport), Rossetto (Veteran) e Papa (Junior)

Il marchigiano Nicola Montalbini (Suzuki), conquista con una gara d'anticipo il titolo della categoria Elite del Campionato Italiano Quadcross 2013, è questo il quarto casco tricolore consecutivo per il pilota di Macerata. Nelle altre categorie si sono imposti l'urbinate Fabio Marchionni (KTM) nella classe Sport, il veronese Denis Rossetto (KTM) nella classe Veteran e il parmense Mattia Papa (Yamaha) nella classe Junior. I titoli di queste ultime tre classi verranno assegnati in occasione dell'ultima prova che si terrà il prossimo 25 agosto a Fermo.

Più facile del previsto per il plurititolato Montalbini, confermare il numero uno sulla tabella del proprio quad, infatti il marchigiano nella classe Elite, è stato favorito, oltre che dal suo innato talento, anche dell'assenza all'ultimo minuto del diretto rivale al titolo, il portoghese Joao Silva Vale, costretto a dare forfait a causa di un incidente in allenamento, occorsogli la scorsa settimana, proprio alla vigilia della gara umbra, dove ha riportato la frattura di una gamba. Montalbini ha chiuso la prima manche al secondo posto dietro Emanuele Giovannelli (Yamaha) e precedendo il terzo incomodo, il giovane Andrea Cesari (KTM), mentre nella seconda frazione è partito fortissimo, scattando in testa alla corsa all'abbassarsi del cancello e non lo ha più mollato fino la bandiera a scacchi, dove ha preceduto il vincitore di gara uno Giovannelli e Cesari che si conferma così uno dei migliori piloti emergenti del quad tricolore.

Nella classe Sport Marchionni ha dominato entrambe le manche facendo bottino pieno, avvicinandosi sempre più alla conquista del casco tricolore 2013.
In gara uno il pilota di Urbino ha letteralmente dominato la scena infliggendo oltre 30 secondi di distacco al secondo classificato, il comasco Davide Galli (Can Am) e quasi 40 al compagno di marca, il bresciano Matteo Del Bono. Da segnalare l'infortunio occorso al materano Arturo Adorisio, caduto malamente quando era terzo che ha riportato la frattura del polso destro. Stesso copione anche nella seconda frazione dove Marchionni, ha regolato ancora Galli e il corregionale Graziano Bruni (Suzuki).

E' stata la prova fonometrica a decidere la classifica di giornata della classe Veteran, infatti Tiziano Sette (Yamaha) che si era aggiudicato la seconda manche è stato poi retrocesso al sesto posto per eccesso di rumorosità dello scarico del proprio quad, impedendogli così di chiudere in anticipo il discorso sul campionato. La prima frazione è andata al veneto Denis Rossetto (KTM) che ha dominato su Sette e sul modenese Maurizio Arrighi (KTM), mentre la seconda è stata molto più combattuta con Sette che partito in testa, ha prima allungato e poi nel finale, è riuscito a contenere il grande ritorno di Rossetto, tagliando il traguardo con lieve vantaggio. Terzo gradino del podio per il lucchese Davide Gigli (Can Am), poi come detto, Sette è stato retrocesso e quindi Rossetto bissa gara uno, aggiudicandosi la quinta prova del campionato italiano e rinviando l’assegnazione del titolo all’ultima prova. Rossetto riscatta così la sfortunata gara dello scorso anno, quando proprio a Gioiella ebbe un grave incidente, che gli compromise l’intera stagione agonistica.

Con la splendida doppietta il giovanissimo parmense Mattia Papa mette una seria ipoteca sul campionato della classe Junior. Il quattordicenne portacolori della Yamaha, ha inflitto distacchi abissali ai suoi rivali in entrambe le manche, dove nella prima ha preceduto Mattia Ioli (Yamaha) e Gregorio Ciceri (Honda), mentre nella seconda ha regolato il diretto rivale al titolo Paolo Galizzi (Yamaha), sfortunato nella prima frazione quando è stato vittima di un guasto meccanico, poco prima della conclusione della gara, quando era secondo. Terzo è terminato ancora Ciceri, abbonato così al gradino più basso del podio.

Perfetta, come di consueto, l'organizzazione del Moto Club Trasimeno, al quale sono andati i complimenti di tutti i piloti e della Federazione Motociclistica Italiana. Il prossimo appuntamento sulla pista di Gioiella il 15 luglio, con il campionato regionale toscano e il campionato umbro minicross.


A Gioiella il grande spettacolo delle moto a "quattro ruote".

Domenica 30 giugno 2013 il quinto e penultimo round del Tricolore Quadcross.

Nella top class atteso duello Italia - Portogallo

Campionato Italiano 2013 Quad Cross - Crossdromo GioiellaAncora un grande evento sul crossodromo Vinicio Rosadi di Gioiella di Castiglione del Lago, gestito dal Moto Club Trasimeno. Dopo gli internazionali d’Italia, il minicross e l’Europeo 125, domenica 30 giugno tocca ai Quad dare spettacolo sui saliscendi del circuito umbro. Di scena i migliori piloti della specialità delle moto a "quattro ruote" che, divisi nelle categorie Elite, Sport, Veteran e Junior si daranno battaglia nella quinta e penultima prova del Campionato Italiano.

E’ questo il secondo anno consecutivo che Gioiella ospita il Tricolore Quad o Atv (all terrain vehicle), si tratta di moto a quattro ruote che si guidano con il manubrio e si dividono in due grandi famiglie, le utility (ovvero da lavoro) e le sport, dotate di motori da competizione di 450 cc. e di telai particolari che sono un vero e proprio concentrato di tecnologia.

Si giunge a questo quinto appuntamento con classifiche aperte in tutte le categorie, di particolare interesse si presenta gara della classe regina, la Elite, dove la sfida sarà tutta fra il plurititolato marchigiano Nicola Montalbini e il portoghese Joao Silva che insegue l’azzurro a venti punti. Con una vittoria in entrambe le manche Montalbini potrebbe chiudere i giochi e aggiudicarsi l’ennesimo casco tricolore con una gara d’anticipo. A rompere il dualismo Montalbini – Silva, potrebbe essere il bresciano Andrea Cesari, non nuovo a improvvisi exploit come ha fatto anche recentemente. Nella classe Sport la lotta per il titolo è ristretta all’urbinate Fabio Marchionni e al casertano Mario Cinotti, più definita invece la classifica fra i Veteran, dove, al vicentino Tiziano Sette basterebbero due piazzamenti per chiudere la partita, mentre è lotta serrata negli Junior fra il bergamasco Paolo Galizzi e il romano Mattia Papa distanziati di soli cinque punti.

La manifestazione si apre come di consueto con le operazioni preliminari del sabato, ma tutta la parte sportiva si svolge domenica, 30 giugno. Intenso il programma che si aprirà alle ore 9,30 con le prove ufficiali delle quattro categorie, poi a partire dalle 11,00 le prime manche che proseguiranno fino le 13,00. Una breve interruzione fino le 14,30, per proseguire ininterrottamente fino le 17,30 con le seconde manche.

Per l’occasione gli organizzatori del Moto Club Trasimeno hanno optato per un biglietto d’ingresso estremamente contenuto: 10 Euro (intero ) e 8 euro, ridotto per i tesserati Fmi e i ragazzi.


Campionato EUROPEO Motocross classe 65 -85 cc
CROSSODROMO INTERNAZIONALE DI GIOIELLA 27 – 28 APRILE (seconda prova)

Sole e spettacolo sulla pista di Gioiella con i giovani talenti europei.
Cristino (Ita) e Bompar (Fra) sono i vincitori dell’Eurocross

Campionato Europeo 2013 classe 65-85L’italiano Kevin Cristino nella classe 65 ed il francese Ludovic Bompar nella 85, entrambi su KTM, sono i vincitori della seconda prova selettiva, area sud-ovest, del Campionato europeo di motocross disputata al crossodromo Vinicio Rosadi di Gioiella.
Dopo la vigilia caratterizzata dal meteo incerto e da alcuni acquazzoni, la giornata di gara è stata favorita da un caldo sole che ha esaltato lo spettacolo offerto dai giovanissimi specialisti provenienti da sette nazioni del vecchio continente.

E il risultato sportivo ha confermato che i saliscendi dell’impianto gestito dal Moto Club Trasimeno si addicono particolarmente ai francesi. Ad allungare una serie già lunga di successi conseguiti a Gioiella dai piloti transalpini è stato, come detto, il giovanissimo Ludovic Bompar, 14 anni, da Albi, recente trionfatore nella classifica individuale del Motocross delle Nazioni d’Europa, che si è imposto nella classe 85. In realtà il giovane portacolori del Team de France ha terminato la gara a pari punti con l’italiano Gianluca Facchetti (Suzuki) ma decisivo per la classifica assoluta è stato il risultato della seconda manche, favorevole all’ospite. Nella classifica finale della classe maggiore Bompar ha preceduto quindi il rivale bergamasco e l’altro italiano Filippo Grigoletto (KTM). A tre prove dal termine della fase selettiva, si rafforzano le chance dei piloti italiani di conquistare il passaporto per la finale che a fine agosto, in Inghilterra, assegnerà i titoli.

Da sottolineare la presenza nella cilindrata maggiore del piccolo Leonardo Angeli Jr., di Spoleto, dodicenne, iscritto come wild card per confrontarsi con avversari più grandi di età e più esperti. Leonardo, che frequenta la 1.a media, è assistito dal Team Vola di Bevagna dell’ex-pilota Feliciano Onori e dal papà Leonardo Sr., ex-pilota di enduro, ed è stato sostenuto dal tifo degli amici del Moto Club Spoleto che hanno organizzato un pullman per seguire il proprio beniamino. Per l’unico umbro in gara sulla pista di casa la soddisfazione di aver portato a termine entrambe le manche accusando distacchi tutto sommato contenuti dai primi della classe.

Kevin Cristino (KTM), 9 anni, da Cuneo, è stato la grande sorpresa della classe 65. Il giovanissimo pilota, assente alla prima selettiva europea in Spagna, ha dominato la gara di Gioiella, imponendosi con autorità in entrambe le manche, sempre davanti al romano Alessandro Facca. Kevin, i cui genitori hanno entrambi praticato l’agonismo, il papà nella velocità, la mamma prima sull’asfalto e poi nell’enduro, è un talento sbocciato da poco al quale si sta interessando sia la Federmoto, con i suoi tecnici, sia l’ex-campione del mondo Chicco Chiodi che lo ha avuto come allievo in un corso e lo ha seguito anche nella gara umbra. Dopo questa vittoria Cristino disputerà le altre selettive con l’obiettivo di staccare il ticket per la finale continentale. Nella classifica assoluta Cristino ha preceduto Facca e il russo Nikita Kukerov, anch’egli su KTM, che mantiene comunque la prima posizione in campionato.

Campionato Europeo 2013 Classi 65-85La prima manche della classe 65 è stata animata dal duello tutto azzurro fra il piemontese Kevin Cristino, 10 anni, e il romano undicenne Alessandro Facca, entrambi su KTM come la stragrande maggioranza dei diciotto piloti in gara. Dietro ai due battistrada si è posizionato l’austriaco René Hofer che solo nella prima metà della corsa ha provato a reggere il ritmo imposto dai due azzurri, per poi accontentarsi del terzo gradino del podio, a quasi 10 secondi dal vincitore.
Cristino, vincitore della batteria di qualificazione del sabato, è scattato subito in testa inseguito da Facca, Hofer, dal russo Nikita Kukerov, leader provvisorio del campionato, e dallo spagnolo Oliver Oriol mentre l’altro iberico David Martin Braceras, partito ultimo, in una sola tornata è stato capace di ritornare sul gruppo dei migliori.
La corsa è vissuta tutta sul duello Cristino – Facca, con il romano che ha tentato numerose volte di avere ragione del rivale, ma questi è stato bravissimo a chiudere sempre tutte le porte, anche quando è quasi scivolato dopo un salto e il rivale lo ha affiancato; ma Cristino, seguito a bordo pista dai genitori, entrambi ex-piloti, e dal tre volte campione del mondo Chicco Chiodi, suo istruttore, è stato bravissimo a riprendere subito quel piccolo margine che ha poi conservato fino alla bandiera a scacchi. Quarto il russo Kukerov e poi quattro spagnoli, nell’ordine Braceras, Oriol, Congost e Ramos.

Gara 2 della 65 ha confermato i valori in campo al punto da proporre un copione molto simile alla manche di apertura. La coppia italiana Cristino – Facca ha imposto alla corsa un ritmo insostenibile per nessuno dei rivali come dimostra il vantaggio accumulato sul russo Kukerov e sull’austriaco Hofer. Da segnalare la bella prova dello spagnolo Gerard Congost Aguilera che, partito nelle retrovie, ha recuperato fino alla quinta posizione, ad un soffio da Hofer.

Campionato Europeo 2013 classi 65-85Gianluca Facchetti, leader dell’Europeo e vincitore della batteria di qualificazione del sabato, ha confermato il pronostico imponendosi nettamente nella gara 1 della classe 85. Solo nelle prime battute il tredicenne bergamasco ha lasciato spazio al francese Brian Strubhart Moreau (KTM), che ha firmato l’hole shot; poi, alla fine del primo giro, con un sorpasso da manuale, si è impossessato della prima posizione e non l’ha più mollata fino all’arrivo. Alle spalle di Facchetti, che ha marciato con grande regolarità, hanno dato spettacolo in tre, il francese Ludovic Bompar, l’altro italiano Filippo Grigoletto e lo sloveno Luka Milec, tutti su KTM, poi terminati nell’ordine, che si sono scambiati più volte le posizioni. Prova opaca per il veneto Alberto Forato (KTM), terzo in classifica generale dopo la prima prova in Spagna, 12° al termine di una rimonta dalle retrovie, mentre con il 5° posto si è confermato nel gruppo dei migliori il siciliano Gabriele Oteri (TM).

La seconda manche della classe 85 vede la vittoria di Bompar che si conseguenza si aggiudica anche la tappa italiana del campionato europeo di minicross.
Il quattordicenne transalpino, passato in testa a metà del settimo giro, si è immediatamente involato, allungando decisamente sui rivali per poi vincere in scioltezza su Luka Milec (KTM) e Gianluca Facchetti, in sella alla Suzuki ufficiale. Lo sloveno è però stato squalificato dalla giuria internazionale per aver effettuato il sorpasso decisivo in regime di bandiere gialle e così Facchetti è tornato sul secondo gradino del podio davanti a Gabriele Oteri (TM).
Protagonisti della seconda frazione sono stati anche Alessandro Manucci e Filippo Grigoletto che più volte si sono alternati sui vari gradini del podio.
La svolta della corsa si è avuta a metà del settimo giro quando Bompar e Facchetti si sono toccati, lasciando via libera a Milec, il quale alla curva successiva è caduto perdendo ben quattro posizioni; nella bagarre che ne è seguita Bompar ha avuto la meglio e, una volta in testa, ha guadagnato immediatamente terreno su Oteri, Facchetti, Grigoletto, Manucci e Milec. Il francese ha imposto un ritmo serrato, al quale solo Milec ha risposto, tanto che in breve ha recuperato la seconda piazza che ha conservato fino alla bandiera a scacchi, precedendo Facchetti. Poi, come detto, la giuria ha rivisto la classifica e quindi dietro Bompar hanno chiuso nell’ordine Facchetti, Oteri, Grigoletto e Manucci. Il podio della classifica assoluta è formato da Bompar, Facchetti e Grigoletto. Grazie ai punti ottenuti, Facchetti consolida la leadership del campionato continentale.

"Sono molto soddisfatto dell’organizzazione e dello spettacolo di alto livello che ha offerto la manifestazione" ha detto Fabio Larceri, vice-Presidente vicario della Federazione Motociclistica Italiana, che ha assistito all’intera manifestazione. "Il campionato europeo dei giovanissimi continua ad esprimere un elevato standard sia tecnico sia agonistico ed i risultati dei piloti italiani ci fanno ben sperare per le finali. L’evento è stato sicuramente favorito dalle condizioni meteo della domenica; peccato solo per i larghi vuoti nelle file dei piloti esteri molti dei quali hanno evidentemente rinunciato alla trasferta. Su tutto hanno trionfato la correttezza ed il fair-play mostrato dai piloti, atteggiamento molto importante anche sotto l’aspetto sociale: possiamo dire che oggi i ragazzini ci hanno dato una bella lezione di comportamento".

La manifestazione si chiude con un'altra voce all’attivo, la totale assenza di infortuni; sulla sicurezza della due giorni internazionale, insieme ai volontari della Misericordia e Radioamatori C.B., ha vigilato il servizio medico del Moto Club Trasimeno, coordinato dal Dott. Giuseppe Bacci, coadiuvato dall’ortopedico, Dott. Michele Bisaccia e dall’infermiere Francesco Trinati, in collaborazione con la Dott.ssa Erica Ranalli, rianimatrice dello staff Clinica Mobile.

Prossimo appuntamento con il motocross al circuito di Castiglione del Lago il 1 e 2 giugno con Trofeo Giovani interregionale cl. 125 e minicross.


Campionato EUROPEO Motocross classe 65 -85 cc
CROSSODROMO INTERNAZIONALE DI GIOIELLA 27 – 28 APRILE (seconda prova)

Oggi si corre a goiella la prova continentale di minicross

Italiani grandi protagonisti delle prove ufficiali

KEVIN CRISTINO classe 65 e GIANLUCA FACCHETTI classe 85 in pole position

Campionato Europeo 2013 classe 65-85 - Crossdromo di GioiellaSulla babele di lingue che da due giorni regna nel paddock del circuito Vinicio Rosadi di Gioiella, che ospita la seconda selettiva, area sud-ovest, del campionato europeo di motocross classi 65 e 85, per una volta ha prevalso il linguaggio universale dello sport.

I circa settanta giovanissimi piloti, provenienti da sette nazioni del vecchio continente, che si sono ritrovati in Umbria per giocarsi l’accesso alle finalissime del campionato, dopo essersele suonate di santa ragione in pista, nella giornata di qualificazioni della gara, hanno formato un unico, affiatatissimo gruppo che ha continuato a scherzare e a giocare fino a che un acquazzone pomeridiano non li ha fatti rifugiare, ma sempre a gruppetti, nei rispettivi camper.

"Siamo tutti amici" ha confermato Gianluca Facchetti, 12 anni, bergamasco, che, dopo aver dominato la qualificazione della classe 85, ha ricevuto i complimenti di tutti gli avversari, messi inesorabilmente in fila.

Una bella lezione di vita e di sportività, al di là delle regole imposte dal fair play, che è sicurCampionato Eureope 2013 classe 65-85 - Crossdromo Gioiellaamente il frutto della passione comune e della giovane età e che fa da miglior “antipasto” al ricco menù della domenica.

Fin dalle prove libere c’è stato spettacolo, soprattutto quello offerto dai piccoli della classe 65, che hanno sorpreso tutti per le proprie capacità funamboliche e per l’inesauribile grinta.

Proprio nella classe minore, quasi un monomarca KTM, visto che il novanta per cento dei “pilotini” è in sella alla moto austriaca, a sorpresa, il migliore è risultato il piemontese Kevin Cristino, 9 anni, che, nella batteria decisiva, ha preceduto di quattro secondi il romano Alessandro Facca, 10 anni, attualmente terzo in classifica generale dopo la gara spagnola di due settimane fa. La coppia azzurra ha messo alle spalle il vincitore della gara di Albadia, il russo Nikita Kukerov, 9 anni, che ha accusato un ritardo abbastanza pesante, ma che probabilmente non ha forzato, accontentandosi di andare a occupare la terza casella dietro al cancello di partenza. Buon quinto crono per l’altro italiano ben posizionato in classifica generale, Alessandro Barcella (Bucci), 10 anni, preceduto di pochissimo dall’austriaco Rene Hofer, 11 anni.

Il leader del campionato Gianluca Facchetti (Suzuki) si è confermato il pilota da battere; infatti il lombardo, dopo aver dominato entrambe le manche della gara spagnola, si è presentato a Gioiella con tutte le intenzioni di fare il bis. Facchetti è stato velocissimo sui saliscendi del circuito umbro e ha rifilato ben cinque secondi e mezzo al francese Ludovic Bompar, 14 anni, e ancor di più allo sloveno Luka Milec, 12 anni, entrambi su KTM. Quarta posizione per il messinese Gabriele Oteri e quinto per il sanmarinese Andrea Zanotti, tutti e due su TM. Leggermente al di sotto delle aspettative il veneto Filippo Grigioletto (KTM), che occupa la seconda posizione nel campionato, che ha ottenuto il sesto crono ma abbastanza lontano dal dominatore Facchetti-

Il programma di oggi si aprirà alle 10.15 con i warm up delle due cilindrate; poi, dalle 12.50, il via alle quattro manche titolate che andranno avanti fino alle 16.00. Il botteghino: biglietto intero, 10,00 Euro; ridotto, 8,00 Euro.


Campionato EUROPEO Motocross classe 65 -85 cc
CROSSODROMO INTERNAZIONALE DI GIOIELLA 27 – 28 APRILE (seconda prova)

Le giovani speranze del motocross europeo a Gioiella per il Titolo Continentale

Dopo il successo del mese scorso con le gare del Campionato italiano MX1 E MX2, con la presenza di oltre 200 piloti e tanto pubblico, il crossodromo Vinicio Rosadi di Gioiella, torna ad ospitare un grande evento internazionale, la seconda prova del Campionato Europeo classi 65 e 85 cc. riservate alle giovani speranze del MotoCross, che si terrà questo week-end sulla pista gestita dal Moto Club Trasimeno.
E’ questa la sedicesima manifestazione internazionale organizzata a Gioiella in poco più di trenta anni di attività, praticamente un record assoluto non solo in Italia.

Campionato Europeo Motocross 2013 classe 65-85L’evento assume un significato particolare in quanto espressione di un campionato fortemente improntato alla promozione del moto cross, con al via esclusivamente piloti giovanissimi. Il torneo delle classi 65 e 85 è infatti riservato solamente ai ragazzi di età compresa tra gli 8 e i 12 anni nella cilindrata inferiore e tra gli 11 ed i 14 in quella superiore.
Potremmo tranquillamente definire la manifestazione una vera e propria festa fra ragazzi provenienti da paesi diversi, un momento d’incontro e di confronto che assume anche un valore che va ben oltre l’aspetto prettamente sportivo, sia per i giovani piloti che per le loro famiglie. La scelta fatta della Federazione Motocilcistica Europea "UEM" di assegnare all’Umbria, nota terra di pace e fratellanza, questo appuntamento, è anche un chiaro messaggio politico, in una fase storica non certo serena.
Il Campionato Europeo arriva a Gioiella per il suo secondo appuntamento dei sei in calendario, il primo si è svolto due settimane fa in Spagna sul circuito di Albadia, dove i ragazzi azzurri hanno dominato la classe 85. Infatti i primi quattro della graduatoria sono tutti italiani. Al comando della classifica generale c’è il lombardo di Treviglio Gianluca Facchetti (Suzuki) che precede i veneti Filippo Grigoletto e Alberto Forato entrambi su KTM e il messinese quattordicenne Gabriele Oteri (TM). Primo degli stranieri il francese Ludovik Bombar (KTM) quinto. La classe 65, praticamente quasi un monomarca KTM, vede il testo il russo Nikita Kukerov davanti allo spagnolo Oliver Oriol e all’undicenne romano Alessandro Facca.

Della partita anche un giovane pilota umbro Leo Angeli di Spoleto che nella circostanza farà il suo debutto internazionale come wild.card. Angeli, già detentore di quattro titoli regionali di minicross è considerato uno dei giovani piloti emergenti delle ruote artigliate umbre e quindi la sua partecipazione alla gara europea, è il giusto riconoscimento alla sua bravura e ai successi sin qui conseguiti.

All’interno della manifestazione continentale è inserita anche una gara interregionale Open, riservata alle classi MX1 e MX2, intitolata a Vinicio Rosadi, lo storico presidente del Moto Club Trasimeno scomparso sette anni fa.
Il programma si aprirà sabato alle ore 10,15 con le prove libere del Campionato Europeo, alle 12,30 le prequalifiche e dalle 14,30 in poi le batterie che definiranno gli schieramenti al cancello di partenza delle gare della domenica.
Le manche che assegneranno i punti validi per il titolo europeo si svolgeranno tutte domenica, la prima partirà alle 13.00 la seconda alle 16.00. Le gare del Trofeo Rosadi partiranno invece alle 8.30 e poi dalle 16.30.

In tema con lo spirito promozionale della manifestazione anche il costo dei biglietti è molto contenuto. Sabato gratis, domenica 10 Euro intero, 8 Euro il ridotto.


Campionato Italiano Motocross MX1 – MX2 2013.
CROSSODROMO DI GIOIELLA 23 -24 MARZO

Felice Compagnone e Michele Cervellin vincono a Gioiella la Seconda Prova del Campionato Italiano Motocross MX1 – MX2 2013.

Parziale delusione per i piloti umbri, il migliore Pagliacci

Successo dell'iniziativa promozionale "porte aperte al motocross", con 75 ragazzini che hanno animato il sabato pomeriggio

Nemmeno la pioggia, caduta nel finale della gara conclusiva, ha rovinato la splendida giornata di sport sul crossodromo "Vinicio Rosadi" di Gioiella, dove è andato in scena il secondo atto del Campionato Italiano di Motocross delle classi MX1 e MX2 con le vittorie andate rispettivamente, al laziale Felice Compagnone e al veneto Michele Cervellin entrambi su Honda.

Le manifestazione, perfettamente organizzate dal moto Club Trasimeno di Castiglione del Lago, si è svolta davanti a una buona cornice di pubblico e non è stata avversate da nessun incidente di rilievo.

Al via della prima gara della classe regina è il trentino Lorenzo Pedri (Honda) il più veloce allo starter, con in scia Alessandro D’Angelo (Kawasaki) e il toscano Marco Maddii (KTM), ma già al primo passaggio sotto la tribuna dei cronometristi, le posizioni si sono sostanzialmente modificate, con il solo Pedri che resiste in testa alla gara, anche se poco dopo, è costretto a dare strada allo scatenato emiliano Matteo Bonini (Kawasaki) che una volta passato al comando della corsa, non mollerà più fino la bandiera a scacchi.
Alle sue spalle si sono dati battaglia il veneto Pierfilippo Bertuzzo (Yamaha) e i laziali Felice Compagnone (Suzuki) e Daniele Bricca (Honda) che termineranno nell’ordine. Gara da dimenticate per il beniamino locale Alessandro Pagliacci (Honda) che partito malissimo è stato protagonista di un buon recupero, pagando però lo sforzo nel finale, tanto da chiudere sedicesimo. Meglio del piegarese ha fatto il magionese Ivo Lasagna (KTM) che con il tredicesimo posto assoluto è risultato il primo dei piloti della categoria Over 21.
Nella seconda Frazione è ancora Bonini a scattare per primo e prendere saldamente il comando delle operazioni, con tutti i migliori ad inseguirlo. In questa circostanza è partito bene anche Pagliacci che rimarrà a lungo in terza posizione, prima di cedere alla distanza e chiudere sesto. La corsa sembCampionato Italiano Motocross MX1 MX2 2013 - Michele Cervellinra ormai chiusa, con il battistrada che vanta oltre dieci secondi di vantaggio su Compagnone e ancor di più su Dami e Bricca, ma quando mancano duecento metri all’arrivo, in fondo al discesone, l’emiliano ha un contatto con un doppiato, cade, la sua moto si spegne e non riesce a riavviarla, chiudendo così ultimo. La vittoria va quindi a Compagnone che si aggiudica anche la classifica di giornata, Secondo termina Dami e terzo Bricca che rafforza la leadership della classifica di campionato.

Nella MX2 fantastica doppietta del giovane Michele Cervellin che dopo aver vinto una combattuta gara uno ha dominato la seconda frazione. Nella prima manche, grazie a uno spunto eccezionale è il lombardo Matteo Aperio (KTM) a condurre la gara nella fase iniziale, ma poi cede il passo, prima al corregionale Samuel Zeni (Yamaha) e quindi al giovane veneto Michele Cervellin (Honda) che una volta al comando ha controllato la corsa fino a cogliere una splendida vittoria. Alle sue spalle si è piazzato il veneziano Stefano Pezzuto (Suzuki) e il già citato Aperio. Sfortunato il fratello del vincitore, Andrea Cervellin (Suzuki) che aveva dominato entrambe le manche a Montevarchi, infatti, prima è caduto mentre era nel gruppo di testa e poi ha avuto problemi meccanici tanto da terminare intorno alla ventesima posizione.
Nella seconda manche è Roberto Lombrici (TM) il più lesto all’abbassarsi del cancelletto di partenza, ma subito dopo cede il comando della gara a Pezzuto che conduce per quattro tornate, prima di essere superato da Michele Cervellin, il quale si trascina dietro anche il fratello Andrea. I due controllano la corsa fino la bandiera a scacchi e precedono, in un convulso finale, Lombrici che completa il podio. Nella classifica di campionato Andrea Cervellin guida la categoria elite, mentre il fratello Michele quella della Under 21.

Da ricordare che nella giornata di sabato si è tenuto un evento promozionale, riservato ai ragazzi con età compresa fra i 7 e i 14 anni, denominata "Porte Aperte al Motocross" organizzata dalla Federazione Motociclistica Italiana in collaborazione con la FX Action e il Moto Club Trasimeno. All’evento hanno partecipato 75 giovanissimi che per la prima volta, seguiti da istruttori federali, sono saliti su una mini moto da cross e hanno potuto effettuare alcuni giri su un circuito ricavato all’interno del crossodromo. Alla fine della giornata attestati e foto ricordo per tutti.

Il prossimo appuntamento sul circuito di Gioiella è per il 27 e 28 aprile con il Campionato Europeo classe 85 c.c.


Campionato Italiano Motocross MX1 – MX2 2013.
CROSSODROMO DI GIOIELLA 23 -24 MARZO

Sabato 23 marzo, dalle 14.00 "Porta aperte al motocross". Mille ragazzi fra i 7 e i 14 anni invitati a provare in pista una minimoto da cross

Dopo il rinvio a data da destinarsi a causa del maltempo della prima prova del Campionato Interregionale di Moto Cross del 10 marzo che avrebbe dovuto inaugurare la stagione agonistica 2013 sul circuito internazionale Vinicio Rosadi di Gioiella di Castiglione del Lago, tocca ai piloti del Campionato Italiano delle classi MX1 e MX2 l’onore dell’apertura stagionale. Un 2013 ricco di appuntamenti e che comprende oltre a manifestazioni tricolori anche eventi internazionali come il Campionato Europeo che si svolgerà il 27 e 28 aprile.
Dunque, sabato 23 e domenica 24, il grande motocross torna sui saliscendi di Gioiella con la Seconda Prova del tricolore delle classi MX1 e MX2. La gara segna anche il debutto del rinnovato direttivo del Moto club Trasimeno, organizzatore dell’evento, alla cui guida è stato confermato pochi giorni fa il presidente uscente Giandomenico Baldi.
Sono attesi oltre 200 piloti, il gotha delle ruote artigliate della penisola che il 3 marzo scorso, hanno già dato grande spettacolo a Montevarchi, regalando al pubblico e agli appassioni forti emozioni.
Nella gara Valdarnese si sono imposti il veneto Andrea Cervellin (Suzuki) che ha dominato la MX2 e il laziale Daniele Bricca (Honda) dopo un bellissimo duello con Piefilippo Bertuzzo (Yamaha) che nonostante sia veneto difende i colori del Moto Club Spoleto.
Fra i partecipanti anche una discreta pattuglia umbra, con alcuni piloti in grado di lottare per le posizioni che contano, fra questi il più atteso è sicuramente il piegarese Alessandro Pagliacci (Honda), l’ex campione italiano junior, dopo il sesto posto assoluto di Montevarchi, ha tutta l’intenzione di fare meglio, approfittando della pista di casa che tante volte lo ha visto salire sul gradino più alto del podio. Attesa anche per il magionese Ivo Lasagna (KTM) che ha chiuso al terzo posto della categoria Over 21 della classe regina. Della partita dovrebbero far parte anche il ternano Alessio Zaccardo, il folignate Nicola Matteucci e il marscianese Gianmarco Spagna tutti in gara nella MX2.
Ma la corsa del torneo tricolore, che da quest’anno è concentrata nella sola giornata di domenica, sarà preceduta da un prologo che farà dell’evento un’autentica festa per bambini e ragazzi.
Sabato 23 marzo l’impianto intitolato a Vinicio Rosadi, ospiterà infatti l’iniziativa "Porte aperte al motocross", destinata ai giovanissimi di età compresa tra i 7 ed i 14 anni che, semplicemente presentandosi all’impianto, avranno la possibilità di provare, su un pistino appositamente allestito, una piccola moto da cross, partecipando al corso Hobby Sport Minicross.
Le moto e l’abbigliamento completo saranno messi a disposizione dagli organizzatori e la scuola sarà curata dai tecnici e dagli istruttori di guida della Commissione Sviluppo Attività Sportive di Federmoto.
Il Moto Club Trasimeno ha distribuito oltre mille inviti per questo evento, rivolto a tutti i ragazzi della scuola dell’obbligo dei comuni di Castiglione del Lago e Panicale.
Al termine dei corsi tutti i partecipanti potranno accedere al paddock dove troveranno una speciale accoglienza presso le hospitality dei team che saranno aperte, con i piloti e il personale a disposizione per illustrare le varie fasi del lavoro che si svolge sulle piste.
Ad ogni partecipante, oltre all’attestato di frequenza, sarà assegnato un pass per assistere gratuitamente, e da ospite d’onore, alla gara di domenica, mentre a tutti, grazie alla collaborazione con Kodak, sarà offerta la possibilità di stampare gratuitamente la propria foto ricordo.
Dunque un pomeriggio intero (il programma inizierà alle 14.00) da trascorrere a contatto con il mondo delle moto. Il Moto Club Trasimeno, in collaborazione con la FX Action, la società toscana che per conto di Federmoto promuove il campionato e che ha ideato l’iniziativa, ha predisposto un programma speciale di accoglienza per i ragazzi e le loro famiglie.
Il programma della gara tricolore, concentrato nella sola giornata di domenica si aprirà alle 8,30 con le prove libere, subito dopo seguiranno quelle cronometrate che definiranno l’ordine di schieramento al cancello di partenza. Le manche che assegneranno i punti validi per il titolo avranno inizio alle 12,30, dopo una breve pausa, riprenderanno alle 14,00 per protrarsi fino le 17,30. Popolari i biglietti: 15 Euro intero e 10 Euro il ridotto.


La pioggia ferma a Gioiella la prima del Regionale motocross ma non l'assemblea del Moto Club Trasimeno

Il Moto Club Trasimeno ha rinnovato il suo Consiglio Direttivo.
Baldi confermato alla presidenza, si lavora per il ritorno del mondiale

Partenza falsa per il Campionato regionale di motocross: la prima prova, che si sarebbe dovuta disputare ieri (domenica 10 marzo) sulla pista di Gioiella, organizzata dal Moto Club Racing Terni, è stata infatti rinviata a causa del maltempo; troppo abbondanti le piogge cadute nell’area del Trasimeno fino alla vigilia della gara per non rischiare di trasformare il confronto in un’inutile lotta contro la morsa di fango.
La decisione è stata assunta d’intesa tra il club ternano, i padroni di casa del Moto Club Trasimeno ed il Comitato regionale di Federmoto. Ora inizierà la ricerca, in un calendario già affollato di impegni, della data per il recupero che slitterà probabilmente a fine stagione; resta il rammarico per la forzata rinuncia ad una manifestazione che aveva fatto registrare un boom di interesse da parte dei piloti, provenienti da tutte le regioni d’Italia.
Si è invece svolta regolarmente nella serata di sabato, presso la palazzina della direzione gara dell’impianto intitolato a Vinicio Rosadi, l’assemblea del Moto Club Trasimeno, chiamata a rinnovare il direttivo all’inizio del nuovo quadriennio olimpico.
Tra gli ospiti, Mara Colligiani e Paolo Burini, rispettivamente presidente del Comitato umbro e componente del Comitato impianti della Federazione Motociclistica.
Il Presidente uscente, Giandomenico Baldi, ha presentato un bilancio di mandato molto positivo, all’insegna di un’intensa attività nazionale e territoriale e di una gestione accorta. Unica assenza quella del mondiale MX1 – MX2 che manca ormai a Gioiella dal 2005. "Ma oggi per un gran premio occorrono 400.000 Euro, è una cifra toppo alta che il territorio, nonostante l’attenzione delle Istituzioni e degli sponsor, non può garantire e che ci esporrebbe ad un rischio troppo alto", ha detto Baldi ai soci. "Dobbiamo continuare ad impegnarci e sperare che nella valutazione generale il merito torni a prevalere sulle stime economiche. Il nostro è un impianto-modello, sul quale abbiamo compiuto investimenti significativi, ed è ammirato in tutto il mondo al pari della nostra organizzazione. Continuando a lavorare come abbiamo fatto finora sono convinto che potremo tornare ad avere le nostre meritate soddisfazioni".
Approvati all’unanimità il bilancio consuntivo 2012 ed il programma 2013, impreziosito dal campionato europeo classi 65 e 85 che farà tappa in Umbria il 27 e 28 aprile, si sarebbe dovuti passare per il rinnovo dei dirigenti al responso dell’urna.
Ma i soci hanno proposto il voto palese sulla lista dei consiglieri e sull’unico candidato alla presidenza, lo stesso Giandomenico Baldi.
Scontata dunque la preferenza unanime che, dopo sette anni al vertice del "Trasimeno", rilancia per un ulteriore quadriennio Giandomenico Baldi. Piccoli aggiustamenti nel consiglio direttivo: Ezio Colligiani ha chiesto di passare la mano ma solo per alleggerire l’impegno, confermando la sua attuale, preziosa collaborazione, mentre su proposta dell’assemblea sono entrati la giovane e validissima segretaria Simona Filoni e Roberto Menozzi, apprezzato manager e da oltre 15 anni titolare del Team MCM di Pozzuolo Umbro.
Confermati i due vice-Presidenti uscenti Beniamino Filoni e Mauro Petrucci e gli altri consiglieri Adriano, Flavio e Paolo Luigetti, Benito Magionami, Massimo Massinelli, Silvano Scovacricchi, Sergio Spadoni, Gianluca Tanganelli e Andrea Valenti.
Il consiglio si insedierà prima della gara di Campionato Italiano classi MX1 e MX2 in calendario per il 23 e 24 marzo.


INTERNAZIONALI D’ITALIA MX 2012 (3a prova). CROSSODROMO VINICIO ROSADI – GIOIELLA, 11 Marzo 2012

Cairoli interrompe il dominio straniero negli Internazionali d’Italia di motocross. Bene gli umbri Lucaroni, Ciacci e Pagliacci

Un sole primaverile ha accolto a Gioiella, sulla pista intitolata a Vinicio Rosadi, il 3° round degli Internazionali d’Italia MX 2012.
E il richiamo della manifestazione, che, dopo 2 anni di assenza, ha segnato il ritorno in riva al Trasimeno delle grandi star del mondiale, è stato anche più forte del vento teso che ha pulito il cielo ma ha tenuto il clima fresco.
Così circa 6.000 appassionati, nei due giorni della manifestazione, si sono assiepati nel grande anfiteatro, gustando a fondo lo spettacolo grazie alla visibilità pressoché completa della pista.

Tony Cairoli in azione agli Internazionali d'Italia 2012 sul circuito di GioiellaDopo i successi di Montevarchi e Arco, la formula degli Internazionali d’Italia, proposta dalla Off Road Pro Racing, continua dunque a proclamare la sua validità, con gare combattute e di alto livello, proposte dal programma a ritmo incessante.
E l’appuntamento in Umbria, organizzato come sempre in maniera impeccabile dal Moto Club Trasimeno, ha offerto anche importanti responsi sportivi. Confermando una tradizione positiva ai piloti francesi, altri due specialisti transalpini hanno trionfato sulla pista di Castiglione del Lago, entrambi in sella alle Yamaha Factory del Team Monster Energy. Si tratta del ventunenne di Ajaccio Christophe Charlier nella MX2 e del ventiquattrenne lionese Steven Frossard nella Elite. Anche nella 125 gli Internazionali 2012 continuano a parlare straniero: con una perentoria doppietta si è imposto il sedicenne sloveno Tim Gajser, sulla KTM del team nostrano Silver Action.
Ma a tenere alti i colori italiani c’ha pensato il pilota più amato degli appassionati, il cinque volte campione del mondo Tony Cairoli (KTM – Red Bull) che, interrompendo un periodo un po’ opaco, ha vinto nella top class, la MX1, precedendo due rivali che troverà sul proprio cammino mondiale, ovvero David Philippaerts (Yamaha – Monster Energy) e ancora Frossard.

Nelle classifiche generali, quando alla fine del campionato manca solo la quarta ed ultima prova, in calendario il 25 marzo a Galaello (BS), Gajser guida nella 125 Under 17, inseguito dal varesino Davide Bonini (KTM – UFO Corse); il viterbese Alex Lupino (Husqvarna – Ricci) è al comando nella MX2, precedendo Charlier; Frossard comanda nella MX1 ma il suo vantaggio su Cairoli è irrisorio, appena 20 punti su 120 a disposizione; ancora il transalpino della Yamaha è al vertice della Elite, categoria che raggruppa i migliori 20 di MX1 ed MX2; in questo caso, però, a Frossard sarà sufficiente essere presente a Brescia per legittimare un titolo già praticamente vinto, con tre affermazioni in altrettante prove. Nella Elite solo il dettaglio regolamentare consente a Philippaerts di tenere accesa una speranza poco più che virtuale.

Dawid Ciucci agli Internazionali d'Italia 2012 a GioiellaPer quanto riguarda i piloti umbri, le tre punte di diamante della formazione di casa vanno via da Gioiella con un carico di soddisfazioni. In termini numerici il migliori risultato è stato ottenuto dal quindicenne di Castel del Piano Filippo Lucaroni (KTM – Power Boys) che, nella 125, si è classificato al 5° posto assoluto nonostante un calo fisico in entrambe le manche dovuto ad una condizione ancora non perfetta. Quinto nella prima manche e sesto nella seconda, ora Lucaroni, che è seguito per la parte tecnica dall’ex-gloria del motocross nazionale Silvano Fratini, è sesto in campionato, a un passo dal quinto.
Bella gara anche di Dawid Ciucci (KTM – Steels Dr Jack), il diciannovenne pilota di Città di Castello ha infatti conseguito il miglior risultato stagionale con il sesto posto nella MX2, al termine di una gara che lo ha visto costantemente a ridosso dei migliori e ora è a un passo dalla top ten generale.
Non da meno è stato Alessandro Pagliacci (Honda – Plasgomma) di Piegaro che prima nella top class e poi nella superfinale della Elite, ha ottenuto due ottavi posti. Eccezionale la seconda gara, quando è stato protagonista di un fantastico inizio, poi nel finale si è fatta sentire un po’ la fatica che comunque non ne ha pregiudicato il risultato.
Gli altri umbri in gara sono stati il perugino Marco Zaffini nella Under 17 e il folignate Nicola Matteucci nella MX2, entrambi hanno concluso dignitosamente la prova. Da sottolineare anche la prestazione del portacolori del Moto Club Trasimeno Gioele Meoni (KTM) di Castiglion Fiorentino, alla prima gara stagionale, che nonostante una preparazione ancora incompleta, ha chiuso a metà classifica della MX1.

Prossimo appuntamento con il motocross a Gioiella il 12 e 13 maggio con il Campionato Umbro Marchigiano classi MX2 e MX1.


Domenica 11 marzo a Gioiella la 3a prova degli Internazionali d’Italia. In pista i protagonisti del mondiale cross MX1 e MX2 CAIROLI – PHILIPPAERTS – FROSSARD – HERLINGS – CHARLIER

L’Umbria si affida a Pagliacci, Ciucci e al giovanissimo Lucaroni. Debutta il nuovo paddock coperto che produce energia pulita

Sono trascorsi appena nove mesi dal Round of Umbria, mondiale della classe MX3, e il grande motocross torna ancora una volta sul circuito "Vinicio Rosadi" di Castiglione del Lago.

Domenica prossima, (11 marzo), grazie all’impegno del Moto Club Trasimeno, va in scena la terza e penultima prova degli Internazionali d’Italia MX 2012, organizzata in collaborazione con la Off Road Pro Racing.
Si tratta di un’autentica anteprima della stagione iridata 2012, con al via molti big delle classi MX1 e MX2. In pista anche la 125, la categoria che tende a valorizzare le giovani speranze di questa spettacolare specialità motociclistica, riservata ai giovanissimi Under 17. La gara degli Internazionali d’Italia segna il debutto di un’importante novità dell’impianto di Gioiella. Il paddock è infatti quasi interamente coperto da una tettoia formata da pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile. La struttura occupa circa 13.500 dei 15.000 metri quadrati di superficie dell’area box e, oltre ad offrire un bel colpo d’occhio, garantirà a team e piloti protezione in qualsiasi condizione climatica. L’impianto è stato realizzato dal Comune di Castiglione del Lago, proprietario dell’area. "Ringraziamo il Comune per Alessandro Pagliacciquest’opera – afferma Giandomenico Baldi, Presidente del MC Trasimeno – e siamo lieti di ospitare un impianto che procura vantaggi ambientali ed economici alla comunità alla quale siamo orgogliosi di appartenere".
Orgoglioso per la Stella di Bronzo assegnata dal CONI proprio al Presidente Baldi e per il riconoscimento della Federmoto riservato ai moto club centenari, dopo gli Internazionali il "Trasimeno" ospiterà i tricolori di Quad Cross e Minicross e tre eventi di carattere regionale.

Lungo e qualificato l’elenco dei circa 200 piloti che si daranno battaglia nell’anfiteatro di Gioiella, una delle poche piste che per la sua conformazione offre al pubblico una visibilità pressoché integrale, e che si contenderanno un montepremi eccezionale, che al termine delle quattro prove distribuirà ben 210.000 Euro, dei quali 150.000 riservati ai primi dieci piloti della classifica finale e 60.000 al team vincitore.
Degli italiani non manca praticamente nessuno, a partire dai due iridati Tony Cairoli (KTM) e David Philippaerts (Yamaha), entrambi già in grande spolvero come hanno dimostrato in questo avvio di stagione e che dopo le prime due prove occupano rispettivamente la terza e seconda posizione della classifica Elite. Nella MX1 presente anche Davide Guarneri che nelle gare precedenti, a Montevarchi e ad Arco, è sempre riuscito ad inserirsi, con grande autorevolezza, nel ristretto gruppo dei migliori. Altrettanto nutrito l’elenco della MX2 con i giovani Alex Lupino, con la Husqvarna ufficiale, ottimo secondo ad Arco dietro al fuoriclasse francese Christophe Charlier (Yamaha) e attuale leader della classifica, e Ivo Monticelli (Suzuki); altro protagonista il "senatore" Chicco Chiodi (Suzuki), 5 volte iridato, brillantissimo nonostante le 39 primavere sulle spalle.

Davide CiucciMa per i nostri non sarà facile sfruttare il fattore-campo vista la presenza di squadroni ufficiali con i loro migliori piloti. Da citare la Red Bull KTM Factory Racing, con Jeffrey Herlings, dominatore della MX2 di Montevarchi e uno dei sicuri protagonisti del prossimo mondiale, e la Monster Energy Yamaha che, oltre a Philippaerts, schiera nella MX1 il francese Steven Frossard, vincitore degli Internazionali 2011 e vice-campione del mondo, che dopo la vittoria di Montevarchi si è ripetuto anche ad Arco di Trento ed è quindi il capoclassifica sia della MX1 che della Elite.

L’Umbria si affida a tre piloti, uno dei quali, Alessandro Pagliacci (Honda - Plasgomma), di Piegaro, ha già una buona esperienza internazionale e si è messo subito in evidenza in queste prime gare stagionali conquistando la top ten nella MX1 sia a Montevarchi che ad Arco. Nella MX2 sarà di scena Davide Ciucci (KTM – Steels Dr. Jack), ancora alle prese con alcuni problemi fisici, in particolare al pollice della mano destra, reduce da una frattura, che non gli permette di esprimersi al meglio; il giovane tifernate, dopo una sfortunata gara a Montevarchi, si è parzialmente rifatto domenica scorsa andando a punti nella sua categoria e accedendo anche alla finale Elite dove ha concluso a metà classifica. Ci si aspetta molto dal giovanissimo Filippo Lucaroni (KTM) dopo le ottime prove fornite a Montevarchi ed a Arco nella 125, dove in gara 1 ha ottenuto un esaltante terzo posto. Correre sulla pista dove già nel minicross ha colto importanti risultati, dovrebbe rappresentare uno stimolo in più per il perugino.

La manifestazione si aprirà sabato con l’arrivo dei piloti e le verifiche tecniche, mentre le prove ufficiali e le gare saranno concentrate nella domenica; il programma si articolerà su due manche per i due raggruppamenti (A e B) della classe 125 Under 17, su una manche ciascuna per le classi "regine", la MX1 e la MX2 per poi proporre, in chiusura di giornata, la sfida più esaltante, la super-finale tra i primi 20 di ciascuna categoria. Il tutto raggruppato in una giornata da gustare tutta d’un fiato, con prove e gare dalle 8.30 alle 16.40. Prezzo dei biglietti: 25 Euro intero e 20 il ridotto.

La manifestazione è patrocinata dal Comune di Castiglione del Lago, Provincia di Perugia e Regione Umbria ed è supportata da CrediUmbria e Burani movimento terra.


Sulla pista di Gioiella, il Round of Umbria per MX3, Femminile e Trofeo KTM

Lo spettacolo del Cross mondiale a Castiglione del Lago

Lo svizzero Bill domina la MX3, Chiara Fontanesi protagonista tra le donne. Tra i piloti umbri il migliore è Alex Pagliacci, vicino al top iridato

Limpido il sole estivo sul circuito di Gioiella e limpidi anche i risultati delle gare del Mondiale di Motocross Femminile e MX3 che ha fatto tappa in Umbria grazie al Moto Club Trasimeno. L'atteso spettacolo di alta qualità non è mancato e a goderselo è stato un caloroso ed affezionato pubblico di appassionati che è andato aumentando nel corso della giornata.

Dopo il Round of Umbria, 4.a prova della stagione 2011, la MX3, top class iridata, conosce un unico dominatore: lo svizzero Julien Bill (Honda) impone il suo ritmo superiore per tutto il weekend e distacca nelle due manche il ceko Martin Michek (KTM); ben definiti i valori in campo, visto che il francese Potisek (Honda) parte sempre in testa ma giunge poi terzo in entrambe le frazioni. In evidenza anche gli italiani: Daniele Bricca (Honda) è quarto in gara 1, mentre in gara 2 scivola ed è costretto al ritiro. Marco Maddii (KTM, 10° e 6°) chiude con l'ottavo complessivo. Nella classifica mondiale Bill, passato a condurre sette giorni prima in Finlandia, consolida il suo primato (165 p.) distanziando ulteriormente Potisek con Michek sempre terzo. Maddii perde una posizione ed ora è sesto ad un punto dal ceko Martin Zerava (Honda).

Giunto ugualmente al 4° round stagionale, il femminile WMX è ormai un duello tra l'azzurra Chiara Fontanesi (Yamaha) e la tedesca Steffi Laier, rider ufficiale KTM: sui saliscendi di Gioiella le due sfidanti si aggiudicano infatti un primo e un secondo posto ciascuna, facendo sempre il vuoto alle loro spalle, ed è la campionessa in carica a vincere la tappa umbra, in virtù del migliore risultato in gara 2; in classifica generale la Laier conserva quindi 9 punti di vantaggio sulla diciassettenne parmense. Terza in entrambe le frazioni l'altra tedesca Larissa Papenmeier (KTM) che dunque è anche terza di giornata e nel mondiale. Dopo la Fontanesi, la migliore delle italiane è la diciassettenne toscana Floriana Parrini (KTM), 10.a, mentre un errore allo start di gara 2 penalizza Francesca Nocera (KTM) che scivola dunque dal 4° posto in classifica mondiale al 6°.

La festosa cerimonia di premiazione è stata caratterizzata dalla presenza di Marco e Licia Rosadi, figli di Vinicio, il creatore della pista che ora porta il suo nome e storico Presidente del Moto Club Trasimeno. Consegnata a Giandomenico Baldi, attuale presidente e coordinatore dell'organizzazione, la targa blu, riconoscimento assegnato da Youthstream, la società che gestisce il campionato del mondo di motocross.

MX3, DOMINA LO SVIZZERO BILL

Il più veloce al via di Gara 1 è Potisek (Honda) che precede Michek (KTM) e Bricca (Honda). Alla fine del primo giro Bill è già terzo e alla sesta tornata è secondo. Bricca conserva la 4.a posizione davanti al finlandese Pyrhonen (Honda), all’austriaco Staufer (KTM) e al ceko Zerava (Honda) mentre ai margini della top ten lottano Maddii (KTM) e Valente (Suzuki). Al 7° giro Bill rileva la prima posizione di Potisek, che cala il ritmo, e inizia la sua galoppata solitaria. Potisek commette un errore e consente a Michek di rubargli la piazza d’onore mentre le altre posizioni di testa rimangono invariate. Il francese Martin (Honda) rimonta dalla 23.a posizione all’8.a mentre il ventitreenne pilota locale Pagliacci (Honda) recupera dal 26° posto al 14°. Applausi per Bricca, 4° dopo due anni di semi-inattività dovuta a problemi fisici. Gli altri italiani: Maddii, 10°; Valente, 11°; Meoni, 21°; Fontanesi, 24°; Di Luccia, 26°; Barbieri, 28°; Buso, 30°; Gambarotti, 31°; Soccolini, 32°; Spagna, 33°; Bagnarelli, 34°; Vestri, n.c.
È ancora Potisek a firmare l’hole shot al via di gara 2, sempre inseguito da Michek. Stavolta Bill è subito terzo davanti a Staufer, Pyrhonen e Bricca mentre Maddii parte bene ed è ottavo. Al quarto giro i primi sono molto vicini poi Bill passa Michek ma Potisek resiste in testa fino a che non commette un errore che spiana la strada all’ormai abituale rivale svizzero. Potisek accusa anche un problema meccanico e perde così la seconda posizione, rimanendo subito sensibilmente distanziato. Poi a Bricca, a causa di una caduta, a dover rinunciare ad una gara promettente quando è quinto. Bill incrementa il proprio vantaggio su Michek e Potisek mentre Pyrhonen, Kragely e Zerava conservano le posizioni davanti a Maddii. Con questa classifica si conclude la manche. Sorprendente la prova del giovane Pagliacci (Honda) che si classifica nono al termine di una prova di alto livello, molto regolare. Gli altri italiani: Valente, 15°; Fontanesi, 20°; Barbieri, 23°; Di Luccia, Gambarotti, Buso, Spagna, Bagnarelli e Meoni, nell’ordine dal 26° al 31° posto; Soccolini, 33°.

WMX FEMMINILE, FONTANESI IN FORMA

Nella prima frazione del WMX femminile, è la Laier a scappare fortissimo dal cancello di partenza, ma bastano appena due giri alla Fontanesi per liberarsi delle avversarie e passare al comando. La giovanissima rider tricolore, abituata ad amministrare quando si trova davanti, dimostra un'evidente personalità anche su una pista più dura e teoricamente a lei meno congeniale. Dietro, a 1”6 secondi, la tedesca Stephanie Laier (KTM), insidiata dalla connazionale Papenmeier che solo sul finale si accontenta della terza piazza. Una prima manche in cui il quarto posto va all'olandese De Mol (TM), tallonata dall'azzurra Francesca Nocera (KTM), mentre, tra le altre italiane, dodicesima Parrini, 16.a Decarli, 18.a Padrini, 20.a Giorda, 22.a Lago, 23.a Innocenzi. Gara 2, con il tracciato innaffiato, vede la Laier scattare di nuovo in testa; stavolta la numero uno del ranking fa subito il vuoto, anche perché dietro di lei la Fontanesi soffre più del dovuto per liberarsi della Papenmeier. Francesca Nocera (KTM) anticipa lo start, nel tentativo di partire davanti, e rimane bloccata sul cancello, perdendo tempo e posizioni: alla fine chiuderà diciottesima. In testa, la tabella rossa s'invola: dopo soli 3 giri ha 11 secondi di vantaggio sulla Fontanesi che a quel punto decide di accontentarsi del posto d'onore, a costo d'incassare un distacco 27 secondi. La Papenmeier, terza, transita all'arrivo con 1'12”, ancor più indietro il terzetto olandese Van Der Vekken (Honda), De Mol (TM), Verkade (KTM). In questa seconda frazione, si classificano tutte le altre azzurre: Parrini 10.a, Decarli 16.a, Giorda 17.a, Padrini 21.a, Lago 22.a, Innocenzi 23.a.

TROFEO KTM

Il trofeo KTM ha visto sfidarsi più di 50 riders, con un'agguerrita pattuglia di piloti umbri. Nella MX1 si afferma Alessandro Alunno, 18 anni di Marsciano, che s'impone di misura su Mirko Milani; terzo Ivo Lasagna, trentenne di Magione che si era distinto nelle qualifiche ma è poi incappato in una giornata negativa. Tra le MX2 si è affermato Yuri Di Pauli, secondo Pasquale Carbone, terzo Ubaldo Di Domenicantonio. Nella 125, Alessandro Brugnoni vince entrambe le frazioni, precedendo Filippo Lucaroni, quindicenne di Castel del Piano (PG). Gli umbri protagonisti nella classifica a squadre: il Team Fratini di Perugia risulta infatti primo, proprio grazie alle performance di Alunno, Lasagna e Lucaroni.

PILOTI UMBRI NEL MONDIALE

Il 9° posto assoluto di Alex Pagliacci (Honda) nel Round of Umbria della MX3 rappresenta il risultato di maggior rilievo tra quelli ottenuti dai piloti locali ma assume un valore assoluto. Il 23enne di Piegaro, abitualmente impegnato nel Campionato Italiano, è infatti reduce da un lungo infortunio che lo ha costretto a una serie di cure di riabilitazione e allenamenti per poter recuperare una forma accettabile. "Sono soddisfatto: in gara 1 sono partito male e nella fretta di recuperare, in mezzo al gruppo, sono incappato in una scivolata; molto meglio in gara 2, sono partito bene e ho tenuto un buon ritmo che mi ha consentito di stare sempre con i primi. Negli ultimi 10 minuti sono un po' calato fisicamente: senza l'incidente e la lunga convalescenza forse avrei potuto puntare ad un posto tra i primi 5 o 6". Umori diversi per i due piloti di Marsciano. Il diciannovenne Gianmarco Spagna è felice per l'esperienza: "È stato molto divertente, soprattutto in gara 2: sono riuscito a rimanere tranquillo e razionale". Jacopo Soccolini accusa invece un po' di stanchezza, dovuta anche alla difficoltà della pista: "Fisicamente non sono al top e pur essendo partito bene sono scivolato 2 volte e ho fatto molta fatica".


A Gioiella scendono in pista la MX3, il Femminile e il Trofeo KTM. Domenica 19 giugno il Round of Umbria

Tutti qualificati i piloti umbri: si distinguono Pagliacci e Meoni. Chiara Fontanesi, 17 anni, velocissima nell'iridato femminile

È il gran giorno del Mondiale Motocross a Castiglione del Lago. Grazie al Moto Club Trasimeno, la competizione iridata è di nuovo protagonista sul circuito "Vinicio Rosadi" di Gioiella con le sfide che danno vita al Round of Umbria della MX3 e del Femminile; in pista anche la pattuglia del Trofeo nazionale KTM.

MX3, FAVORITO LO SVIZZERO BILL

Julien Bill favorito per il Mondiale Cross MX3Nella classe MX3, va all'arrembaggio lo svizzero Julien Bill che domina con la sua Honda la prova di qualificazione, imponendo agli avversari distacchi consistenti. Al cancello di partenza delle due manche mondiali della domenica si presenta invece per secondo il più diretto inseguitore nella classifica generale, il francese Milko Potisek (Honda) che ha preceduto il connazionale Christophe Martin, anch'egli su Honda.
La prova delinea alterne fortune per i piloti italiani. Il migliore è stato il frusinate Daniele Bricca (Honda), nono, davanti ad Alessandro Valente (Suzuki). Sfortunato Marco Maddii (KTM), 5° dopo le prime tre prove nella graduatoria iridata, che era decimo fino a 3 giri dal termine ma è poi incappato poi in un rovinoso capitombolo che lo ha retrocesso fino alla 24.a posizione. Tra i locali, in evidenza Alessandro Pagliacci, 23enne di Piegaro: dopo aver rotto gli occhiali in avvio, è stato costretto a fermarsi per poi recuperare fino al 21° posto, con un ritmo analogo a quello dei primi.

WMX FEMMINILE

Chiara Fontanesi si conferma come la nuova stella del mondiale femminile WMX: nelle qualifiche del sabato, la diciasettenne di Parma, in sella alla sua Yamaha, impone un passo impetuoso alla campionessa tedesca Steffi Laier che con la sua KTM ufficiale darà vita ad un duello imprevedibile in gara. Il terzo posto della bergamasca Francesca Nocera (KTM), anche lei 17 anni, completa il quadro di una giornata incoraggiante per le paladine del cross italiano; nonostante il forfait per infortunio della ternana Romina Dionisi, il pubblico umbro si prepara a vivere una gara che induce all'ottimismo per i colori azzurri. Da segnalare anche il 16° tempo di Stefania Padrini (Kawasaki) e il 19° di Gloria Decarli (Honda).

TROFEO KTM

Quanto al trofeo KTM, vince Alessandro Brugnoni (MT Moto); bene anche i piloti umbri: secondo posto per Ivo Lasagna (team Rosignano) che ha fatto fatica a trovare le traiettorie sulla pista asciutta del pomeriggio. Terzo il perugino Filippo Lucaroni (MC Panicale).

PILOTI UMBRI NEL MONDIALE

Quattro i piloti del mondiale MX3 che esprimono la realtà del motocross umbro. Le qualificazioni non hanno rappresentato per i giovani Soccolini, Spagna, Meoni e Pagliacci il temuto scoglio in quanto tutti i presenti sono stati ammessi alle 2 manche di domenica. Il primo vero test è stato dunque rappresentato dalla manche che ha determinato l'ordine di allinamento al cancello di partenza.
Detto di Pagliacci, che dopo essere stato doppiato per la sosta forzata ai box, ha girato a lungo nella scia del battistrada Bill, facendo segnare tempi che lo avrebbero proiettato nella top ten, Jacopo Soccolini, 23 anni, di Marsciano, esprime la propria soddisfazione, almeno per la prima metà della manche: "Nelle prime battute mi sono espresso al di sopra delle mie possibilità, ho effettuato qualche sorpasso e riuscivo a resistere agli attacchi di Meoni. Poi mi ha tradito la tensione, mi si sono induriti gli avambracci e ho dovuto mollare. Anche la stanchezza, con questo caldo, si è fatta sentire". Il portacolori del Moto Club Trasimeno Gioele Meoni, figlio d'arte, parte malissimo per poi recuperare diverse posizioni: "Ho perso tantissimo all'inizio per evitare la caduta di Fontanesi e da lì, complice l'innaffiatura della pista che non mi aspettavo, è stata dura; ma sono fiducioso perché ho un notevole margine di miglioramento e l'importante sarà affrontare la gara insieme ai primi".
Anche Gianmarco Spagna, altro esordiente umbro di Marsciano, confida nel round domenicale: "Le qualifiche sono state importanti per prendere confidenza con un circuito così impegnativo e selettivo; c'è anche la stanchezza dovuta al caldo, ma ora voglio solo dedicare questo debutto mondiale a mio padre che oggi compie gli anni".


Cresce l'attesa per il mondiale

La pista è in condizioni perfette e le previsioni meteo sono ideali

Alle 8.30 di sabato mattina i motori cominceranno a far sentire il proprio rombo e da quel momento inizierà il crescendo di emozioni e di entusiasmo che andrà avanti fino a domenica sera, epilogo dell'appuntamento iridato. Il Moto Club Trasimeno dopo 6 anni torna dunque ad ospitare un campionato del mondo e lo staff coordinato da Giandomenico Baldi si è impegnato a fondo per dimostrare che è già pronto per appuntamenti ancor più impegnativi.


Pista in condizioni perfette, paddock ospitale ed attrezzato, organizzazione curata fin nei minimi dettagli. D'altra parte non era solo il moto club ad attendere con ansia il ritorno a Gioiella del primo mondiale dopo la scomparsa di Vinicio Rosadi. E' un'intera comunità quella che si è mossa come dimostrano il sostegno delle Istituzioni (Regione Umbria, Provincia di Perugia, Comune di Castiglione del Lago) ma anche il clima di febbrile attesa del grande evento che attraversa tutti gli ambienti, non solo quelli motociclistici.
Dal punto di vista tecnico ed agonistico i tre partner della manifestazione (oltre al "Trasimeno", la Off Road Pro Racing per la logistica e Youthstream, la società che gestisce il campionato) hanno verificato ogni aspetto e dunque via alle qualificazioni di sabato.


Il programma

Come detto il primo a scendere in pista per le prove, alle 8.30, sarà il trofeo nazionale monomarca KTM, alle 10.00 avranno inizio le prove libere della MX3, alle 11.00 quelle del campionato Femminile. Seguiranno le prove di pre-qualifica e, alle 12.20, la prima gara, quella del gruppo A della KTM. Poi, dalle 15.00, si farà veramente sul serio, con la gara di qualifica della MX3 e con il successivo round del Femminile. Il programma di oggi si chiuderà alle 16.35 con la prima gara gruppo B KTM ma a quel punto sarà già nota la griglia di partenza delle due formule iridate e dunque sarà già possibile stilare un primo bilancio.


La 3.a prova, disputata domenica scorsa a Vantaa, in Finlandia, ha dato un deciso scossone alle classifiche. Nella MX3 si è verificato addirittura un sorpasso al vertice, con lo svizzero Julien Bill (Honda -- UFO Racing Team) che ha sopravanzato il francese Milko Potisek (Honda). In classifica generale insegue il ceko Michek Martin, in sella alla KTM del team italiano RSC Italia Corse Orion RS Petrol. Ma al quinto posto continua a tenere botta il nostro Marco Maddii (KTM), 23 anni, toscano, figlio del grande campione Corrado, che si sta dimostrando costante e battagliero.


Gli italiani nella MX3

In qualità di paese ospitante, l'Italia ha potuto infoltire l'elenco dei partecipanti al Round of Umbria, che conta 51 nomi. Non ci sarà, purtroppo, l'ex-iridato a squadre Claudio Federici che, a 36 anni, meditava un clamoroso ritorno sulla quella stessa pista che nel '95 lo vide trionfare nel GP d'Italia della 125. Presenti invece numerosi esponenti di prima piano della scuola nazionale tra cui Cristian Beggi, vice-campione 2008, e Daniele Bricca, che torna dopo 2 anni ai massimi livelli. L'obiettivo per i nostri sarà superare lo scoglio delle qualifiche e potersi dunque schierare al via delle due manche della domenica.


I piloti umbri in gara

Per quanto riguarda i piloti di casa, si registra, purtroppo, l'assenza della ternana Romina Dionisi, bloccata dalle conseguenze di un infortunio al ginocchio destro patito due settimane orsono in una gara di enduro. Romina, 35 anni, sposata con Adelio, a sua volta pilota di motocross, e mamma di Nicolò, 9 anni, portiere di calcio, ce l'ha messa tutta per recuperare ma l'entità dell'infortunio all'articolazione già danneggiata in un precedente incidente l'ha costretta al forfait. "Ho dovuto rinunciare -- dice Romina, che già medita il riscatto -- non sono in condizioni di affrontare una gara mondiale e non mi va di fare solo presenza: mi preparerò per l'anno prossimo!


Sono invece carichi a mille i quattro giovani piloti ai quali il Round of Umbria ha consentito di mettere un piede nel mondiale MX3. Si tratta di Jacopo Soccolini, 23 anni, e Gianmarco Spagna, 19 anni, entrambi di Marsciano e compagni nel team Yamaha dell'ex-pilota di Colfiorito Ivan Caparvi; del diciannovenne Gioiele Meoni (KTM), figlio del compianto campionissimo di rally Fabrizio, toscano di nascita ma iscritto proprio al Moto Club Trasimeno e assistito dal team MCM Racing di Castiglione del Lago e, infine, del ventitreenne Alex Pagliacci (Honda), di Piegaro, che sta ritrovando la forma migliore dopo un brutto incidente in cui è incappato in Germania. Per tutti l'imperativo d'obbligo è superare le qualifiche e schierarsi al cancello di partenza della gara mondiale.


Il botteghino e la televisione

Il prezzo del biglietto di oggi è molto popolare, 10 Euro. Ma è anche possibile acquistare l'abbonamento che, per 25 Euro, consente di assistere anche domenica alle gare. Eccezionale la copertura mediatica dell'evento garantita da Youthstream: servizi sulla gara saranno trasmessi dalle TV satellitari di tutto il mondo e, in Italia, da MotoTV.

 


Campionato del Mondo di Motocross Femminile e Classe MX3

Nel femminile Chiara Fontanesi scrive una pagina storica e va all’attacco

Nel primissimo pomeriggio di ieri (martedì) Youthstream, la società che gestisce il mondiale di motocross, ha reso nota la lista ufficiale degli iscritti alla 4.a prova della classe MX3, in programma sabato e domenica prossima sulla pista di Castiglione del Lago, insieme alla gara iridata femminile.
Si tratta del primo atto ufficiale del “Round of Umbria”, organizzato dal Moto Club Trasimeno, in collaborazione – per la logistica – con Off Road Pro Racing, ed atteso con impazienza dall’intero ambiente per conoscere i nomi dei piloti di casa ammessi alla manifestazione.

Su 51 iscritti di 13 nazionalità (tutti europei), ben 17 sono italiani e tra questi, come era negli auspici degli organizzatori, figurano tre rappresentanti del motocross umbro. Oltre a Gioiele Meoni, diciannovenne toscano iscritto però al Moto Club Trasimeno e impegnato nel campionato regionale, sono stati infatti ammessi altri due giovani, Gianmarco Spagna e Jacopo Soccolini, entrambi di Marsciano (PG).
Il tabellone degli iscritti comprende anche alcuni nomi noti del motocross nazionale come quelli di Daniele Bricca (al rientro ai massimi livelli) e Cristian Beggi, due rocciosi driver sicuramente in grado di ben figurare in una classe impegnativa non solo dal punto di vista tecnico come la MX3.

Ma la punta di diamante della folta pattuglia tricolore sarà rappresentata dall’altro giovane toscano Marco Maddii che, anche dopo la difficilissima gara di domenica scorsa in Finlandia, conferma la 5.a posizione nel ranking mondiale.
Non mancano i due piloti che stanno monopolizzando la classica iridata e cioè lo svizzero Julien Bill, che sulla sabbia finlandese si è imposto in entrambe le manche, ed il francese Milko Potisek, che si è visto sfilare la leadership provvisoria proprio dall’arrembante avversario.

Per quanto riguarda il torneo iridato Femminile, la gara in terra scandinava è stata contrassegnata dal clamoroso trionfo di Chiara Fontanesi. La diciassettenne parmense si è imposta da dominatrice in entrambe le manche, facendo segnare la prima – storica – affermazione di una pilotessa italiana nel mondiale in rosa.
Chiara, in sella alla Yamaha, ha dovuto rimediare anche ad una caduta in cui è rimasta coinvolta poco dopo la partenza di gara 1. Ma il suo passo è stato formidabile tanto che anche la campionessa in carica, la tedesca Steffi Laier, pilota ufficiale KTM e da molti considerata praticamente imbattibile, ha dovuto alzare bandiera bianca.

La Fontanesi giunge quindi a Gioiella al secondo posto nella classifica mondiale, ad appena 9 punti dalla Laier, con il vantaggio di correre in casa e su una pista che l’ha vista trionfatrice, nel campionato nazionale, un mese e mezzo fa.

Da evidenziare anche il comportamento della bergamasca Francesca Nocera, brillantissima anche in Finlandia, tanto da conservare la quarta posizione, tenendo a distanza tutte le inseguitrici.

 


De Rosa (MX1) e Zecchina (MX2) i vincitori nel Trofeo Italia

Come da pronostico è Fontanesi la stella del motocross femminile a Gioiella

Ivo Lasagna e Romina Dionisi i piloti umbri più in vista

Pronostici rispettati a Gioiella dove è andato in scena il 2° round del Campionato Italiano Femminile – Trofeo Italia di motocross.
Impeccabile l'organizzazione del Moto Club Trasimeno, che prosegue la preparazione in vista della tappa mondiale del 19 giugno, e del promoter FX Action.
Le condizioni meteo finalmente favorevoli, con sole caldo mitigato dalla costante ventilazione, e la perfetta preparazione della pista hanno favorito lo svolgimento delle dieci gare della domenica.

Chiara Fontanesi durante la gara del Campionato Femminile Motocross a GioiellaSul gradino più alto del podio sono saliti la diciassettenne parmense Chiara Fontanesi (Yamaha), che ha vinto entrambe le manche Femminile, il ventinovenne piemontese Luca De Rosa (Honda) nella MX1, ed il diciassettenne lombardo Simone Zecchina (Suzuki) nella MX2.
La Fontanesi è stata l'autentica vedette della giornata non solo per il risultato sportivo ma anche perché all'impegno nel Femminile ha affiancato quella nella MX2. Non solo, la parmense è scivolata nella seconda manche del Trofeo Italia, ha rimediato una botta ad una gamba ma si è regolarmente presentata al via della gara seguente, vincendola d'autorità. Chiara, che è l'unica pilotessa professionista d'Italia, si è dunque preparata al meglio in vista del mondiale in cui è attualmente terza è che farà tappa proprio a Castiglione del Lago il 19 giugno.

Gli appassionati hanno avuto modo di ammirare anche la classe del diciassettenne lombardo Simone Zecchina (Suzuki), fresco campione italiano della Under 17 ed attuale leader dell'europeo 125. Zecchina è considerato una delle più concrete promesse del motocross italiano.
Il migliore degli umbri è risultato Ivo Lasagna che sembra essersi finalmente lasciato alle spalle il periodo nero che ha fatto seguito ad un intervento chirurgico. Il trentenne di Magione, in sella alla KTM, ha chiuso la gara della MX1 al 5° posto assoluto ma ha soprattutto offerto lampi della sua forma migliore, in particolare nella prima manche, chiusa al 3°posto. Meno incisiva la seconda, anche a causa di un paio di "sfollate" che gli hanno perdere altrettante posizioni proprio nel finale.

Giornata altalenante, infine, per la trentacinquenne ternana Romina Dionisi (KTM) che ha trascorso la Festa della Mamma in pista, sotto gli occhi del figlio Nicolò, 9 anni, e del marito Adelio, pilota a sua volta. Bloccata in gara 1 da un guasto meccanico (il bloccaggio del freno posteriore), la bionda Romina, reduce da due seri infortuni, si è riscattata nella seconda manche disputando una prova in rimonta. Anche lei sarà al via del mondiale del 19 giugno.
Il Trofeo Italia – Campionato Italiano Femminile di motocross riprenderà il 5 giugno a Castellarano, in Emilia. Nuovo appuntamento col motocross a Gioiella il 29 maggio, con il campionato interregionale, sempre in vista del Round of Umbria, mondiale Femminile e MX3, in calendario il 19 giugno.

LA CRONACA DELLA GIORNATA

FEMMINILE – Gara 1
Chiara Fontanesi (Yamaha) domina, come da pronostico, la prima manche del campionato Italiano Femminile. La diciassettenne parmense, appena terminata la gara della MX2 che l'ha vista 24.a, parte in testa e recita il consueto monologo fino alla bandiera a scacchi. Posizioni cristallizzate anche alle spalle del battistrada con la diciottenne toscana Floriana Parrini (KTM) sempre seconda e comunque mai troppo distante dalla leader e la ventunenne piemontese Eleonora Rivetti (KTM) costantemente terza. Ad animare il centro classifica è la sarda Alice Giorda (Suzuki), che rimonta alcune posizioni, mentre è da sottolineare la prova della dodicenne piemontese Elena Dell'Angelo che, con la Kawasaki in configurazione mini, chiude al nono posto. Sfortunata l'unica rappresentante umbra, la trentacinquenne Romina Dionisi (KTM) che, dopo appena un giro, è costretta a fermarsi a causa del bloccaggio del freno posteriore.

FEMMINILE – Gara 2
Copione rispettato anche nella seconda manche dell'Italiano riservato alle ragazze. Nonostante una scivolata – con conseguente botta alla gamba sinistra – nella gara della MX2, Chiara Fontanesi si è regolarmente presentata al via ed ha nuovamente conquistato la vittoria. Solo al via la parmense della Yamaha si è vista sfilare davanti la toscana Parrini poi il copione è stato pienamente rispettato. Anche i rapporti di forza non sono cambiati visto che Parrini e Rivetti hanno mantenuto, rispettivamente, la 2.a e la 3.a posizione. Buona prova della ternana Dionisi che, nonostante i postumi di due seri infortuni, è riuscita anche a rimontare alcune posizioni. Classifica di giornata in fotocopia, con Fontanesi, Parrini e Rivetti, nell'ordine, sul podio e identica situazione nel campionato italiano.

MX2 – Gara 1
La MX2 si conferma fin dalle prime battute autentica vetrina per i giovani emergenti. La prima manche vede infatti la brillante affermazione di Simone Zecchina (Suzuki), mantovano di 17 anni, fresco campione italiano della Under 17 e lader dell'Europeo 125. La gara è caratterizzata dall'iniziale supremazia di Gilles Neri (Honda); poi il ventinovenne marchigiano accusa i postumi di un recentissimo infortunio (frattura di un metacarpo) e riduce l'andatura. Zecchina è invece in costante crescita e dal 9° dei 13 giri passa a condurre per poi concludere vittoriosamente. Neri è secondo mentre per la terza posizione la spunta il sedicenne marchigiano Alessio Della Mora (TM) sul diciassettenne corregionale Luca Moroni (KTM). Nel finale perde alcune posizioni – ed esce dunque dalla parte alta della classifica – il diciassettenne laziale Alessandro Brugnoni (KTM).

MX2 – Gara 2
Una splendida partenza spiana la strada verso la vittoria nella gara 2 della MX2 ad Alessio Della Mora. Il giovanissimo pilota di S.Severino Marche scatta in testa e diventa subito imprendibile per gli inseguitori. Zecchina deve fare i conti con un singolare inconveniente: nel giro di ricognizione perde il tappo del radiatore e deve dunque fare i conti col rischio incombente di un guasto meccanico. Situazione senza scossoni anche alle spalle dei primi con Neri sempre terzo mentre Moroni difende la quarta piazza dal prepotente ritorno di Marco Roncaglia (Husqvarna). La vittoria assoluta va al favorito Zecchina, presente una tantum al Trofeo Italia, davanti a Della Mora e a Neri. In testa al campionato vola il diciassettenne marchigiano Moroni su Della Mora e sul precedente leader Leonardo Amadio (Honda).

La partenza della MX1 del Trofeo Italia disputato a GioiellaNel Gruppo B della MX2 si sono imposti Franceschini (Honda) e Lini (KTM).

MX1 – Gara 1
La prima manche della MX1 riserva un copione molto movimentato con numerosi protagonisti. Ma alla fine la costanza ad alto livello premia la prova del piemontese Luca De Rosa (Honda). Nelle prime battute è il laziale Federico D'Attilio (Yamaha) a mettersi in grande evidenza soprattutto grazie ad un'ottima partenza. Poi è il ventottenne romagnolo Luca Malimpensa (Yamaha) a condurre per quattro tornate fino a che una foratura all'anteriore non rallenta sempre più sensibilmente la sua marcia. De Rosa non si fa sfuggire l'occasione e rileva la prima posizione mentre Malinpensa perderà anche la piazza d'onore a vantaggio del rimontante laziale Riccardo Mocini (Honda) e sarà infine costretto a fermarsi ai box per poi precedere a passo d'uomo. Sale così sul podio anche il trentenne pilota di casa Ivo Lasagna (KTM), autore di una prova brillante, sempre a ridosso dei primi, nonostante i postumi di un intervento chirurgico che lo ha tenuto fermo per tutto il mese di marzo.

MX1 – Gara 2
Molto spettacolare anche la gara 2 della MX1 con tre piloti assoluti protagonisti. Alla fine l'ha spuntata Malimpensa che ha così riscattato la sfortuna patita nella prima manche. Ma all'inizio è stato il poleman Filippo Debbi (Suzuki) a guidare il gruppo; poi Luca Fontanesi ha tenuto la testa per 3 giri. Ma da quando Malimpensa è passato a condurre non c'è stata più storia. Il romagnolo ha tagliato il traguardo davanti a De Rosa, autore di un finale travolgente, che gli ha consentito di rimontare alcune posizioni, ed a Debbi. Il magionese Lasagna ha accusato un po' la mancanza di allenamento ma è stato soprattutto tradito da due "sfollate" che gli hanno impedito di mantenere la 4.a piazza. La classifica di giornata premia De Rosa, vincitore assoluto davanti a Debbi e Mocini. Il ventinovenne piemontese consolida così la sua leadership nel Trofeo Italia su Malimpensa e D'Attilio.

Nel Gruppo B della MX1 doppia vittoria per Balducci (Honda).


Prove di ieri caratterizzate dal sole e dal caldo

Domenica 8 maggio: motocross a Gioiella con il Trofeo Italia. La stella è Chiara Fontanesi, autentico talento del cross femminile

Giorgio Marincioni - Motocross Trofeo ItaliaChiara Fontanesi (Yamaha) nel femminile; Filippo Debbi (Suzuki) nella MX1; Giorgio Marincioni (Suzuki) nella MX2.
Sono questi i piloti che hanno fatto segnare i migliori tempi al termine delle qualifiche del 2° round del Trofeo Italia – Campionato Italiano Femminile, in programma oggi (domenica 8 maggio) sulla pista Vinicio Rosadi di Gioiella.
La favoritissima Fontanesi, attualmente 3.a nella classifica mondiale, non solo ha nettamente ottenuto la pole position nella propria categoria, ma si è anche brillantemente qualificata nell'agguerrita classe MX2.
Fari puntati dunque sulla diciassettenne parmense, un autentico talento, ma anche sulla sua famiglia visto che il fratello Luca partirà con il secondo tempo nella MX1.
Le prove sono state caratterizzate da condizioni meteo finalmente favorevoli; anzi, il sole improvvisamente caldo ha rappresentato un valido test per le condizioni atletiche dei circa 200 piloti presenti.
Con un vezzoso ed elegantissimo casco rosa è scesa in pista nel Femminile anche la trentacinquenne ternana Romina Dionisi, in sella alla KTM del Team 2MR. Reduce da un paio di seri infortuni, la Dionisi ha badato soprattutto a ritrovare la forma migliore. Oggi sarà sicuramente una delle protagoniste della prova tricolore.
Il migliore degli umbri nel Trofeo Italia è stato il magionese Ivo Lasagna, sesto nella MX1. Nella top ten è rientrato anche il toscano Gioele Meoni che, con le insegne del "Trasimeno", sarà al via il 19 giugno nel Round of Umbria del mondiale MX3. Il programma di oggi si aprirà con i warm up di tutte le classi. Poi, dalle 10.30, scatteranno le manche valide per le classifiche di campionato.
Il prezzo del biglietto per oggi, intero 10 Euro, ridotto 8 Euro.


Sabato 7 e domenica 8 maggio primo appuntamento del 2011 col motocross

Le campionesse del motocross in passerella a Gioiella. Il Moto Club Trasimeno ospita anche il Trofeo Italia. Attesi 200 piloti

Con la 2a prova del Campionato italiano femminile e del Trofeo Italia di motocross, in programma sabato 7 e domenica 8 maggio a Gioiella, non solo si apre ufficialmente la stagione 2011 del Moto Club Trasimeno ma inizia il conto alla rovescia che tra poco più di un mese, il 19 giugno, culminerà nel "Round of Umbria" del mondiale femminile e della classe MX3.Chiara Fontanesi a Gioiella per il Campionato Italiano Femminile
In attesa dunque di poter vivere l'elettrizzante atmosfera del grande evento e di poter ammirare i protagonisti dei due tornei iridati, ecco la "prova generale" con due campionati nazionali organizzati quest'anno dal promoter FX Action.
Circa 200 piloti si ritroveranno presso l'impianto intitolato a Vinicio Rosadi, con una significativa rappresentanza di "amazzoni".
Il Campionato italiano femminile richiama infatti una ventina di specialiste tra le quali alcune protagoniste del mondiale, come Chiara Fontanesi (attualmente terza nella classifica iridata), Floriana Parrini o Erica Lago che potranno dunque effettuare un utile test in vista della gara del 19 giugno. Il tricolore si è aperto a Fermo, nelle Marche, con una netta vittoria della quattordicenne parmense che ha preceduto Eleonora Rivetti e Floriana Parrini.
Il Trofeo Italia, che mette a confronto i piloti che svolgono esclusivamente attività nazionale, si articola sulle classi MX1 e MX2 con graduatorie distinte per gli Under e gli Over 21.
A Fermo le vittorie sono andate al lombardo Luca De Rosa (MX1) e al marchigiano Leonardo Amadio (MX2).
Molto intenso il programma della manifestazione che si aprirà sabato 7 maggio con la sequenza delle prove ufficiali e di qualificazione al termine delle quali si conoscerà la composizione dei gruppi di partenza.
Domenica 8 maggio saranno ben 10 le partenze, dalle 10.30, di cui 2 riservate al Femminile, 4 per la MX1 e altrettante per la MX2.
Il prezzo del biglietto: 10 Euro intero, 8 Euro ridotto.


Torna il mondiale di motocross a Gioiella: MX3 e femminile in pista

Si svolgerà il 19 giugno 2011, a coronamento dei lavori di adeguamento dell'impianto

Domenica 6 marzo il via alla stagione ufficiale col minicross regionale

Sono bastati due anni al Moto Club Trasimeno per vedersi di nuovo assegnata una prova di Campionato del Mondo di Motocross. Dopo il totale restyling della pista, adeguata agli standard tecnici internazionali, in queste due stagioni l'impianto di Gioiella è stato sottoposto a continui interventi di miglioramento che lo rendono ora perfetto per una gara iridata.Crossdromo Gioiella - Il nuovo tracciato
Così, il 19 giugno, sul tracciato intitolato a Vinicio Rosadi, andrà in scena la settima delle 13 prove del Mondiale classe MX3, abbinato al Campionato del Mondo Femminile.
E di straordinario significato sarà l'intitolazione della manifestazione che, su proposta del "Trasimeno", porterà il nome di "Round of Umbria" del Campionato del Mondo MX3.
E' dunque un'intera regione, con il suo bagaglio di eccellenze, non solo in ambito sportivo, quella che si ripresenta sulla ribalta mondiale del motocross, a 6 anni dall'ultimo Gran Premio iridato di Castiglione del Lago.
"Ringrazio le Istituzioni locali (Regione, Provincia, Comune e CONI) per la fiducia e la costante collaborazione che ci consentono di riportare il mondiale di motocross a Gioiella" afferma Giandomenico Baldi, Presidente del Moto Club Trasimeno. "La nostra riconoscenza va anche alla Federazione Motociclistica Italiana, che guarda sempre con particolare attenzione alla nostra attività, ed al promotore del campionato, la Youthstream, con il quale non è stato difficile trovare un accordo di reciproca soddisfazione".
L'appuntamento del 19 giugno si tradurrà in una nuova opportunità per proporre ad un ambiente cosmopolita ed abituato a girare il mondo la straordinaria offerta complessiva del territorio fatta di paesaggio, ambiente, clima, infrastrutture, qualità del tessuto ricettivo, ricchezza enogastronomica, equilibrio sociale e qualità della vita.Cairoli in azione sul tracciato di Gioiella
Il motocross continua dunque ad offrire un elevato contributo all'immagine dell'intera regione, garantendo un'ampia diffusione del nome Umbria in un contesto, quello motoristico internazionale, in cui la qualità occupa un ruolo importante.
Il turismo cosiddetto sportivo (legato cioè ad eventi o luoghi simbolo dell'agonismo) si è poi affermato come una delle voci trainanti del settore viaggi e tempo libero e il nuovo appuntamento mondiale offrirà al territorio un importante ritorno anche in termini economici.
Da non sottovalutare, infine, la singolare attenzione alla componente femminile del motocross con ben due appuntamenti in calendario (uno anche nazionale), il massimo che possa offrire il panorama di questo sport. Per le donne che praticano il fuoristrada Gioiella diventa dunque un punto di riferimento.

La stagione 2011 del Moto Club Trasimeno sulla pista Rosadi di Gioiella sarà comunque caratterizzata dalla consueta, intensissima attività.
Ben 6 gli appuntamenti in calendario, oltre al mondiale, articolati tra manifestazioni territoriali (per la promozione dell'attività di base) e nazionali.
Si comincerà il 6 marzo con il campionato interregionale di minicross.
Il 7 e 8 maggio faranno tappa a Castiglione del Lago il Trofeo Italia e il Campionato Italiano Femminile mentre 28 e 29 maggio sarà la volta del campionato interregionale di motocross.
Il 2 e 3 luglio, dopo il mondiale MX3 – Femminile, prima delle due prove del tricolore riservato agli over 40 (formula ideata dal moto club Trasimeno e fatta propria dalla Federmoto) in abbinamento al Campionato Italiano Minicross.
Il 3 e 4 settembre di nuovo in pista i protagonisti dell'interregionale motocross prima del festoso epilogo con il Trofeo delle Regioni (8 – 9 ottobre).


Internazionali d’Italia MX 2010 (2a prova) al Crossodromo "Vinicio Rosadi" di Gioiella - 27/28 febbraio 2010

La Yamaha domina gli Internazionali di Gioiella
Philippaerts controlla Cairoli e si impone nella MX1
Gautier Paulin senza rivali nella MX2
Dawid Ciucci continua a prevalere nella Under 17

Internazionali d’Italia double face sulla pista "Vinicio Rosadi" di Gioiella: mentre nella MX1 il vibranteTony Cairoli agli Internazionali d'Italia a Castiglione del Lago confronto tra David Philippaerts (Yamaha – Rinaldi Monster Energy) e Tony Cairoli (KTM – Red Bull Factory), pur senza raggiungere i toni roventi del corpo a corpo, ha comunque confermato la supremazia della scuola italiana, nella MX2 il dominio francese, che si incarna soprattutto nell’inarrestabile Gautier Paulin (Yamaha – Rinaldi Monster Energy), assume contorni quasi imbarazzanti per le altre nazioni. A rendere più sereno l’orizzonte per il nostro paese ci sono i segnali che giungono dalla classe Under 17, che ha nel vincitore Dawid Ciucci (KTM – Max Bart Steels) il protagonista assoluto seguito però da numerosi altri giovani promettenti.
Dopo una vigilia all’insegna del bel tempo, la manifestazione organizzata dal Moto Club Trasimeno di Castiglione del Lago e dalla Off Road pro Racing si è svolta sotto una compatta coltre di nubi ma senza pioggia grazie anche al vento che ha soffiato costantemente, a tratti anche con forza. Non è mancata invece una splendida cornice di appassionati: il pubblico, stimato in oltre 5.000 presenze, voleva assistere al duello tra Philippaerts e Cairoli e non ha mancato di far sentire il suo sostegno.
Nella MX1 il ventiseienne toscano (ormai trapiantato in Piemonte) David Philippaerts, in sella alla Yamaha ufficiale, ha vinto con grande autorevolezza entrambe le manche. Il campione del mondo 2008 è apparso sempre molto sicuro e determinato ed ha tenuto a debita distanza il "pericolo" Tony Cairoli. Il ventiquattrenne siciliano della KTM, che ha scelto Castiglione del Lago per il suo debutto stagionale negli Internazionali, si è classificato sempre secondo ma non ha mai "morso" la ruota dell’amico-rivale forse anche per una precisa strategia di gara. Philippaerts guida a punteggio pieno la graduatoria di campionato.
Su terzo gradino del podio della top class è salito il venticinquenne belga Ken De Dycker, che ha dato spettacolo con la Yamaha – Ricci precedendo Jimmy Albertson (USA – Honda Martin) e Davide Guarneri (Honda – LS Motor.Be). Un’ottima prova ho offerto il perugino Manuel MonniManuel Monni agli Internazionali d'Italia a Castiglione del Lago (Yamaha – 3C) che ha concluso al 6° posto assoluto ed ora è 5° negli Internazionali. Ancora alla ricerca di uno stato di forma accettabile dopo il lungo stop per infortunio, il venticinquenne pilota delle Fiamme Oro è apparso decisamente più incisivo ed è riuscito a mantenere a lungo un ritmo vicino a quello dei migliori.
Senza sorprese la MX2 ancora stravinta da Gautier Paulin che ha completato, come nella prima di Montevarchi, lo strapotere della Yamaha – Rinaldi Monster Energy; il ventenne francese è ormai il dominatore assoluto degli Internazionali. Tutto straniero il podio, con un altro transalpino, Christophe Charlier (Yamaha – Gariboldi Monster Energy), al secondo posto e con il tedesco Marcus Schiffer (KTM – Axo Silver Action) sul terzo. Primo degli italiani il diciannovenne laziale (sportivamente cresciuto a Gioiella) Alex Lupino (Yamaha – Ricci), quarto assoluto.
Come Philippaerts e Paulin, anche Dawid Ciucci (KTM – Steels Max Bart) ha bissato la vittoria di Montevarchi. A parte il prestigio della compagnia, il non ancora diciassettenne talento di Città di Castello ha disputato come sempre una gara generosa ed incisiva. Ciucci ha dominato la prima manche, infliggendo pesanti distacchi a tutti gli avversari e concedendosi anche un ritmo non esasperato. Nella seconda, dopo aver inseguito, raggiunto e sorpassato il battistrada Samuele Bernardini (KTM – Maglia Azzurra UFO Corse), il tifernate ha percorso in testa solo poche centinaia di metri prima di entrare in collisione con un doppiato. Il tempo perso per riavviare la moto gli ha precluso la possibilità di vittoria parziale ma non di quella assoluta. Nell’assoluta Ciucci ha preceduto Bernardini e Riccardo Babbini (KTM) mentre in campionato vanta già 23 punti di margine su Ivo Monticelli.

Prossimo appuntamento con il motocross a Gioiella il 28 marzo per il campionato regionale umbro.


Domenica a Castiglione del Lago gli Internazionali di motocross

Le due generazioni del cross umbro: Monni e Ciucci

Manuel tra i migliori della MX1, Dawid difende la sua leadership nella under 17

Internazionali d'ItaliaFra gli oltre 200 piloti che domenica si sfideranno sul rinnovato crossodromo “Vinicio Rosadi” di Gioiella, nella 2.a prova degli Internazionali d’Italia, figurano anche due umbri che hanno tutte le carte in regola per puntare molto in alto, il perugino Manuel Monni nella classe MX1 e il giovanissimo tifernate Dawid Ciucci nel tricolore riservato agli Under 17.
Monni, campione in carica della classe MX2, ha fatto il salto nella top class a causa del limite d’età introdotto nel mondiale che ora è under 23. Ma il venticinquenne pilota della Yamaha – 3C era comunque maturo per schierarsi della stessa formula dei campioni del mondo Tony Cairoli e David Philippaerts.
“Questa classe è veramente ostica – ammette Monni – ci sono tanti fuoriclasse e in più vengo da un lungo stop, conseguente all’intervento al ginocchio, che mi ha praticamente impedito di prepararmi durante l’inverno”.
“Sono risalito in moto all’inizio di febbraio, per lo Star Cross di Mantova debuttando nella MX1 e subito dopo c’è stata la prima prova degli Internazionali di Montevarchi. Ho sofferto sia il ritardo di preparazione sia il passaggio di cilindrata: nella MX2, anche se si avverte la stanchezza si può rischiare, nella MX1, con la potenza che hanno queste moto non si può, perché si rischia di pagare molto caro ogni errore”.
A Montevarchi Monni ha comunque conquistato punti grazie ad un undicesimo e ad un ottavo posto. Sulla pista amica il perugino spera di fare meglio, anche perché nel frattempo la condizione fisica è migliorata; non mancherà poi il supporto dei suoi fans che a Gioiella sarà particolarmente rumoroso rappresentando quasi un “valore aggiunto”.
Manuel, che ormai si divide tra la caserma delle Fiamme Oro e la sede del team, a Parma, non ha però mai corso sul nuovo tracciato né lo hai mai provato ma a suo giudizio il “Vinicio Rosadi” rimane “uno dei circuiti più belli del mondo”.
Proprio per la sua nuova residenza, Manuel dice di aver perso un po’ i contatti con la realtà motocrossistica locale. Ma, pur non conoscendolo di persona, ha avuto modo di seguire la crescita di quello che potrebbe essere il suo erede: Dawid Ciucci. “Apprezzo molto la sua grinta e ritengo che abbia tutte le carte in regola per continuare a rappresentare l’Umbria sportiva nel mondo”.
Dawid Ciucci è in ottima forma, come ha dimostrato il 14 febbraio a Montevarchi, quando si è aggiudicato la prima prova degli Internazionali d’Italia Under 17.
Dice di conoscere poco il nuovo tracciato di Gioiella, avendoci girato solo un paio di volte, ma esprime ottimismo: “è una pista che mi piace molto e su cui mi trovo benissimo, è abbastanza tecnica e si adatta bene alle mie caratteristiche, poi ci saranno tanti amici ad incitarmi e questo mi darà una carica in più”.Internazionali d'Italia
Dopo aver conquistato due titoli tricolori nel minicross nel 2006 e nel 2008 ed essere praticamente fermo per tutto il 2009, a causa di un incidente, Dawid ha seguito una specifica preparazione fisica in inverno, con molta palestra e poca moto, un tipo di allenamento che dovrebbe portarlo in condizioni ottimali all’inizio del Campionato Europeo Under 19 ad aprile.
Il non ancora diciassettenne pilota della KTM – Steels Max Bart punta molto sul torneo continentale e ritiene che la gara di domenica prossima possa essere molto utile in vista delle otto prove europee.
Nato a Lodz, in Polonia, ma subito trasferitosi a Città di Castello, dove vive con i genitori e due sorelle più piccole, svolge una vita apparentemente simile a quella di tanti coetanei. In realtà si sottopone a molti sacrifici per una grande passione: la moto. La prima l’ha inforcata ad appena 5 anni, nell’azienda di un cugino del padre che produce sospensioni per moto. L’ultima è la preparatissima KTM 250 4 tempi con cui gareggia quest’anno.
“Il motocross è la mia vita, dovrei anche studiare, frequento l’istituto per geometri, ma lo studio e io siamo due cose diverse”.
“Oggi il maggior rappresentante del motocross umbro è Manuel Monni; non lo conosco bene ma ho avuto modo di ammirarlo più volte in gara e di vederlo cogliere importanti vittorie. E’ ancora molto giovane ma chissà che in futuro non possa essere io a prendere il suo posto!”.
La gara di domenica è organizzata dal Moto Club Trasimeno “G. Capecchi” in collaborazione con la Offroad Pro Racing e gode del supporto del Comitato Regionale del CONI; il presidente Valentino Conti, ex–motociclista, si è fortemente adoperato per questa manifestazione. La manifestazione è sostenuta inoltre dalla Banca di Credito Cooperativo Crediumbria.
Il programma aprirà i battenti sabato con le operazioni preliminari per concludersi domenica con un programma intenso. Si inizierà alle ore 9.00 con le batterie di qualificazione che designeranno i 40 finalisti delle classi MX1, MX2 e Under 17. Il via alle gare valide per il campionato a partire dalle ore 13.00 e andranno avanti ininterrottamente fino le 17.30. Biglietti: intero, 25 Euro; ridotto 20 Euro, ingresso al paddock compreso.


A Gioiella torna il grande motocross con gli Internazionali d’Italia 2010

La sfida perfetta: Cairoli vs Philippaerts

GRANDE ATTESA PER IL PERUGINO MONNI  E PER IL TIFERNATE CIUCCI

La sfida "perfetta", quella a cui ogni appassionato di motocross non intende mancare, andrà in scena domenica 28 febbraio sulla pista “Vinicio Rosadi” di Castiglione del Lago.
Due i contendenti: da una parte Tony Cairoli, siciliano, 24 anni, 3 volte campione del mondo, in sella alla rivoluzionaria KTM 350 con cui ha vinto subito, all’esordio; dall’altra David Philippaerts, toscano di nascita da papà belga, 26 anni, un titolo iridato all’attivo, pilota ufficiale Yamaha.
Teatro della sfida, il circuito di Gioiella che affronta il primo test internazionale dopo il radicale restyling a cui è stato sottoposto e che ha reso il tracciato molto più tecnico e selettivo, con tratti caratterizzati da gobbe in successione e dal fondo sabbioso. Occasione del confronto, il 2° round degli Internazionali d’Italia di motocross, classe MX1.
Cairoli e Philippaerts rappresentano oggi l’espressione più elevata del motocross italiano: prima amici, poi acerrimi avversari sotto lo stesso tetto (la Yamaha), con contorno di roventi polemiche e recriminazioni, poi di nuovo uniti dalla Maglia Azzurra.

Le loro strade tornano ad incrociarsi per la prima sfida titolata del 2010 ed il confronto tecnico tra la rivoluzionaria KTM 350 del Team De Carli – Red Bull e la nuovissima Yamaha 450 YZF del Team Rinaldi Monster Energy fa aumentare l’attesa.
Sarà un testa–a–testa vibrante che potrebbe escludere dalla lotta per il successo qualsiasi avversario. Ma la 1a prova degli Internazionali, disputata a Montevarchi, ha messo il luce  nella MX1 anche le chance di Davide Guarneri (Honda – LS Motor BE), del suo compagno di squadra, l’estone Tanel Leok, e della squadra ufficiale Aprilia con Priem e Coppins. Atteso il belga Ken de Dycker (Yamaha – Ricci), da rivedere lo statunitense Jimmy Albertson (Honda – Martin) mentre sono pronti ad inserirsi nelle prime posizioni anche gli altri italiani Alex Salvini (Husqvarna Factory) e soprattutto il beniamino di casa Manuel Monni (Yamaha – 3C Racing). Il perugino, che è campione in carica della classe MX2, non ha patito più di tanto il passaggio alla cilindrata superiore, tanto da cogliere subito un buon risultato nella gara d’esordio di Montevarchi nonostante una preparazione ancora approssimativa.

La manifestazione, organizzata dal Moto Club Trasimeno e dalla Off Road Pro Racing, comprende anche la classe MX2 ed il campionato italiano under 17, per un totale di 200 piloti.
La cilindrata minore parla molto straniero, a conferma che la formula degli Internazionali d’Italia è un vero e proprio pre-mondiale. Non è dunque azzardato prevedere nuova gloria per il francese Gautier Paulin (Yamaha – Rinaldi Monster Energy), dominatore a Montevarchi, per l’altro giovane transalpino Charlier (Yamaha – Gariboldi), per il tedesco Schiffer (KTM – AXO Silver Action) e per il finlandese Kullas, compagno di Charlier.
In Toscana il migliore degli italiani è stato il trentasettenne Chicco Chiodi (Suzuki – Valenti MX Racing) dunque si spera in una riscossa dei giovani come Moroni (Yamaha – 3C Racing), Cervellin (Husqvarna Factory), Lupino (Yamaha – Ricci) e altri.
Grande attesa per la neonata Under 17, una categoria che punta a scoprire nuovi talenti, in cui il quindicenne tifernate Dawid Ciucci (KTM – Steels Max Bart) ha già dimostrato una netta superiorità. A contrastare  la marcia del giovane pilota umbro un toscano che abita molto vicino alla pista di Gioiella, Samuele Bernardini (KTM–Team UFO), di Cortona, e il marchigiano Ivo Monticelli (Suzuki – Max Team).

La manifestazione aprirà i battenti sabato 27 con l’apertura del paddock e le operazioni preliminari. Domenica sarà una giornata sportiva intensissima, si inizierà alle ore 9.00 con le batterie di qualificazione che selezioneranno i 40 finalisti di ogni classe, poi a partire dalle 13.00 le manche; per prima scenderà in pista la Under 17 a seguire la MX2 e la MX1, le seconde manche avranno lo stesso ordine ad iniziare dalle 15,30.

Biglietti: 25 Euro interi, 20 Euro ridotti


Gioiella supera brillantemente il primo test dopo i lavori

Raduno collegiale degli “azzurrini” sul rinnovato impianto dedicato a Vinicio Rosadi

Il Moto Club Trasimeno premiato dal CONI umbro per i 100 anni di attività

Si è appena concluso, sula pista “Vinicio Rosadi” di Castiglione del Lago, il raduno collegiale dei giovani piloti italiani di motocross che disputeranno il Campionato Europeo 2009 della classe MX2.
Una ventina gli atleti selezionati dalla Federazione Motociclistica Italiana e convocati presso l’impianto di Gioiella per allenarsi agli ordini del direttore tecnico Giorgio Bonfigli, del CT del motocross Andrea Bartolini, ex – campione del mondo della classe 500, e di un altro ex – pilota di esperienza iridata, Enrico Oddenino.

La scelta del crossodromo di Castiglione del Lago e di avvalersi per il raduno della collaborazione del Moto Club Trasimeno, che gestisce l’impianto, ha rappresentato l’ennesima conferma della considerazione di cui godono presso la Federmoto l’associazione umbra ed il suo impianto.
Ma l’occasione ha segnato la riapertura semi – ufficiale di Gioiella dopo gli ingenti lavori di ristrutturazione e di ammodernamento a cui è stato sottoposto l’impianto. E il test è stato superato brillantemente.

Tutti ci hanno espresso grande compiacimento per come abbiamo trasformato la pista” spiega Giandomenico Baldi, recentemente riconfermato alla presidenza del moto club. “I commenti dei tecnici, dei piloti e di Andrea Bartolini, che su quest’impianto ha firmato alcune imprese straordinarie come pilota, sono stati molto positivi per non dire addirittura entusiastici. Il direttore Bonfigli ha ammesso di non aspettarsi una situazione praticamente ideale e, dopo aver detto che l’impianto è perfetto sia per chi “gira” sia per chi assiste, ha riferito queste impressioni ai vertici della Federazione Motociclistica”.

Solo il maltempo incessante dell’inverno ha rallentato un po’ i tempi” prosegue Baldi. “Ma proprio in questi giorni l’impianto sarà omologato per le prove aperte a tutti i licenziati (che dovrebbero riprendere a breve) e immediatamente dopo anche per le gare. I nostri sacrifici sono stati ampiamente ripagati dall’entusiasmo che ci hanno trasmesso i tecnici federali ed i giovani piloti; condividiamo la soddisfazione con la Regione Umbria ed il Comune di Castiglione del Lago (quest’ultimo proprietario del crossodromo) che ci sono stati sempre vicini, e con l’impresa Burani che, oltre ad aver effettuato i lavori con impegno e professionalità, ci ha aggiunto una dose di passione!”.

Giandomenico Baldi (pres. MC Trasimeno) ritira il riconoscimento assegnato dal CONI regionale per i 100 anni di attività del Moto ClubLa pista, che è stata rinnovata per l’85%, riaprirà ufficialmente il 18 e 19 aprile con il meeting promosso da Mxforum, un mega – raduno nazionale di piloti di ogni livello che potranno allenarsi sui saliscendi del crossodromo provando l’ebbrezza di girare fianco a fianco con i protagonisti del mondiale. Il 16 e 17 maggio farà tappa in Umbria il Campionato Italiano mentre 14 giugno sarà la volta del Trofeo Italia; prevista anche una gara di campionato regionale il cui calendario è in fase di ultimazione.

Ma intanto il Moto Club Trasimeno non dimentica il suo impegno anche in campo culturale e prosegue la ricerca di materiale storico avviata in coincidenza con il primo secolo di attività di un’associazione motociclistica a Castiglione del Lago.
La ricorrenza è stata ampiamente celebrata in occasione della cerimonia di apertura del quadriennio olimpico umbro 2009 – 2012, svoltasi a Perugia. Al Moto Club Trasimeno è stato infatti attribuito un premio speciale per i 100 anni di attività. Il riconoscimento è stato consegnato al Presidente Giandomenico Baldi da Maurizio Romano, responsabile degli Enti Territoriali del Coni Nazionale. “Siamo abituati ai premi ed alle situazioni ufficiali – ha dichiarato Baldi – ma quella di Perugia è stata una cerimonia veramente emozionante, forse proprio perché si svolgeva “in casa”: Ringraziamo il Presidente Valentino Conti che, con la consueta sensibilità, ha colto l’importanza storica e culturale della ricorrenza, ma anche per il costante contributo prestato alla crescita del motociclismo umbro e della nostra associazione”.


L’assemblea dei soci ha approvato la gestione degli ultimi 4 anni e ha riconfermato Giandomenico Baldi alla Presidenza

L’ambizioso programma 2009 del Moto Club Trasimeno

Quattro eventi in calendario con due gare nazionali sulla pista “Vinicio Rosadi” di Gioiella sottoposta ad un profondo re-styling

Una pista rinnovata all’85%, due grandi eventi nazionali ed un campionato regionale in calendario oltre ad un meeting che riunirà centinaia di appassionati di motocross provenienti da tutta Italia.
Non si può certo definire "di ripiego", dopo la clamorosa mancata assegnazione del Gran Premio d’Italia, il programma che il Moto Club Trasimeno si appresta a realizzare nel 2009.

Ad illustrare la situazione e le prospettive ai soci, riuniti per l’annuale assemblea ordinaria, è stato il Presidente Giandomenico Baldi che ha anche spiegato con estrema chiarezza le cause che hanno portato alla perdita del mondiale.
"Non potevamo accettare condizioni economiche a nostro giudizio troppo gravose ed altrettanto rischiose" ha detto Baldi. "Così la società che gestisce il campionato del mondo, che può ignorare le indicazioni delle federazioni nazionali, ha compiuto una scelta diversa".
L’assemblea ha espresso una valutazione ampiamente positiva della gestione che, nel quadriennio olimpico appena concluso, ha realizzato il direttivo in carica tanto che, al momento di votare per il rinnovo del Presidente, la riconferma di Baldi è giunta per acclamazione.

Nella foto, il nuovo Consiglio Direttivo del Moto Club TrasimenoConfermata anche la compagine del direttivo, rafforzato dall’ingresso di 3 candidati. Formano dunque il consiglio del moto club in carica fino al 2012 Valerio Baldi, Mara Colligiani, Ezio Colligiani, Paolo Burini, Beniamino Filoni, Mauro Petrucci, Paolo Luigetti, Adriano Luigetti, Flavio Luigetti, Benito Magionami, Massimo Massinelli, Silvano Scovacricchi, Pasquale Serafini, Sergio Spadoni, Gianluca Tanganelli e Andrea Valenti.

Nella sua relazione Baldi ha annunciato le date degli eventi che si svolgeranno sulla pista di Gioiella; l’impianto riaprirà il 18 e 19 aprile con il meeting promosso da Mxforum, un mega – raduno nazionale di piloti di ogni livello che potranno allenarsi sui saliscendi del crossodromo intitolato a Vinicio Rosadi provando l’ebbrezza di girare fianco a fianco con i protagonisti del mondiale. Il 16 e 17 maggio farà tappa in Umbria il Campionato Italiano mentre 14 giugno sarà la volta del Trofeo Italia; prevista anche una gara di campionato regionale il cui calendario è in fase di ultimazione.

Come è noto, in vista del mondiale l’impianto di Gioiella è stato sottoposto ad un profondo intervento di rinnovamento che si sta ultimando in queste settimane ed al quale ha contribuito anche il Comune di Castiglione del Lago che ne è proprietario. Ma intanto la pista è stata "testata" dal perugino Thomas Traversini, ora tecnico federale, e dal vice – campione italiano Alessandro Pagliacci che hanno promosso a pieni voti la nuova fisionomia del tracciato che diventa più tecnico e selettivo.

L’Assemblea ha approvato all’unanimità anche il consuntivo 2008 ed il bilancio di previsione 2009.


I francesi De Maria (KTM) e Tarroux (Kawasaki) si aggiudicano rispettivamente l'undicesima prova del mondiale MX3 e la nona del Campionato Europeo 125

Doppietta francese al Gran Premio d’Italia di Motocross svoltosi domenica 11 settembre 2005 sul crossodromo internazionale di Gioiella di Castiglione del Lago con Yves De Maria (KTM) che domina la gara iridata e Jeremy Tarroux (Kawasaki) che fa bottino pieno in quella europea.
De Maria, grazie ai cinquanta punti conquistati, riapre quindi il mondiale della massima cilindrata che si deciderà domenica prossima, in occasione dell’ultima gara che si terrà in Bulgaria. Ora infatti il transalpino ha un ritardo dal capoclassifica Breugelmans (KTM) abbastanza in ombra sulla pista castiglionese, di 26 punti. Ma il belga più che da De Maria, dovrà guardarsi dall’elvetico Julien Bill (KTM) che grazie ai due secondi posti di ieri, ora ha solo 20 punti di svantaggio; un margine abbastanza esiguo e che non da nessuna sicurezza, visti anche i valori espressi.
Grande prova dei piloti italiani, con l’emiliano Cristian Beggi (Honda) salito sul terzo gradino del podio finale, grazie a un terzo e a un quarto posto, ma bene ha fatto anche il piemontese Enrico Oddenino (Suzuki), protagonista di una fantastica rimonta nella seconda frazione, quando dopo una brutta partenza, giunto a metà gara è riuscito in una sola tornata, a superare prima Breugelmans e poco dopo Beggi, andando a conquistare punti importanti per la classifica assoluta, grazie ai quali è entrato nei primi cinque, riscattando così un inizio di stagione tutta da dimenticare. Primi punti iridati per il perugino Luca Andreani grazie alla quattordicesima piazza conquistata nella seconda frazione. Bene anche il portacolori locale Alessandro Pagliacci, il più giovane pilota in gara con i suoi diciassette anni, che è riuscito a concludere entrambe le manche intorno alla ventesima posizione.

Nella gara valida per il Campionato Europeo, il francese Jeremy Tarroux realizza una fantastica doppietta e mette una serie ipoteca sul titolo continentale. A contrastare il predominio del transalpino ci ha provato il perugino Manuel Monni (KTM) ma la fortuna non è stata decisamente dalla sua, infatti nella prima manche è stato costretto al ritiro quando era in testa a causa di un banale problema tecnico, ha perso il tappo del serbatoio con conseguente fuoriuscita di benzina e quindi stop forzato. Nella seconda, dopo una non buona partenza ha recuperato terreno, superando Tarroux al termine di una stupenda battaglia e restandovi per alcuni giri; poi nel finale un lieve calo fisico e il francese è tornato nuovamente al comando restandovi fino alla fine. La classifica del gran premio per somma di punti ha visto quindi la vittoria di Tarrox, davanti allo slovacco Josef Kulhavy (KTM) che ha ottenuto un secondo e un terzo posto e al belga Dennis Verbruggen (Yamaha). Il migliore degli italiani è stato Matteo Aperio quarto assoluto, grazie a un quarto e un quinto posto di manche. Non è riuscito ad andare a punti il tifernate Alessio Polidori, terminato oltre la ventesima piazza in entrambe le manche.

 

 

 

 

 

 


CAMPIONATO MONDIALE MOTOCROSS CLASSE MX3 (11a Prova)
CAMPIONATO EUROPEO CLASSE 125 (9a Prova)
Crossodromo internazionale di Gioiella - Castiglione del Lago (PG)
10 - 11 settembre 2005

Ancora non si è esaurita l’ondata di entusiasmo suscitata dalla prova iridata delle classiMX1 e MX 2 dello scorso 12 giugno che il Moto Club Trasimeno torna ad impegnarsi per un altro grande evento internazionale, l’organizzazione dell’undicesima prova del Campionato Mondiale MX3 (ex classe 650) e della nona prova del Campionato Europeo classe 125.
Come di consueto, l’ormai collaudatissimo staff organizzativo del Moto Club Trasimeno è in pieno fermento, praticamente nessuno è andato in ferie per preparare al meglio questo secondo impegno mondiale della stagione che vedrà confermate tutte le strutture operative già utilizzate in occasione del Gran Premio del giugno scorso alle quali, in questa circostanza, si aggiunge la DBO, azienda specializzata nell’organizzazione di questo tipo di eventi.

LA SITUAZIONE DEL MONDIALE

Attualmente la classifica della MX3 è guidata dal belga Sven Breugelmans su KTM con 288 punti che precede lo svizzero Julien Bill (228 punti) e il francese Yves De Maria, campione in carica, a quota 215, anch’essi in sella alle moto austriache. Ma prima del G.P. d’Italia si disputerà, il 4 settembre, quello d’Austria che potrebbe rendere ancor più facile la corsa al titolo di Breugelmans.

GLI ITALIANI

Come si vede, purtroppo non ci sono piloti italiani al vertice della classifica anche se qualche buona prestazione, peraltro sporadica, è stata offerta dagli emiliani Cristian Beggi (Honda), nel 2004 in lotta per il titolo ma penalizzato quest’anno dai postumi di un serio infortunio, e Alex Salvini (Suzuki), dal laziale Felice Compagnone (Yamaha) e principalmente dal piemontese Enrico Oddenino (Suzuki) che, nonostante alcune prove davvero sfortunate, occupa il sesto posto provvisorio in classifica generale.
Si sa però che correre in casa spesso aggiunge un particolare stimolo ai protagonisti e dunque l’auspicio è che anche in questa occasione i nostri si galvanizzino a tal punto da lasciare il segno.
A Castiglione del Lago la pattuglia italiana, composta oltre che da Oddenino, Beggi, Salvini e Compagnone anche da Luca Cherubini (Suzuki), Massimo Bartolini (KTM), Gianluca Faccioli (Honda) e Matteo Zecchin (Honda), sarà rafforzata dalla presenza di alcune wild card.
Si tratta del toscano Fabrizio Dini (KTM – Silver Action), in caccia di riscatto dopo una stagione sfortunata, del perugino Luca Andreani, già presente il 12 giugno al Mondiale MX1, e dei giovani Federico Franceschi, Marco Casucci, Nicola Lauro e Alessandro Pagliacci.
Portacolori del Moto Club Trasimeno e attuale capo-classifica del Campionato Italiano Export classe Open, Pagliacci si appresta ad esordire sulla ribalta mondiale ad appena diciassette anni, sulla pista di casa e disponendo di una Yamaha 450 4 tempi messagli a disposizione dal Team MCM di Panicarola: come dire pista, pilota e moto rigorosamente provenienti dall’area del Lago Trasimeno!
Alla lista dei partenti potrebbero aggiungersi alcuni protagonisti della MX1 e della MX2 che sfrutterebbero la pausa del loro campionato per gareggiare a Gioella, una pista tradizionalmente molto amata dai crossisti.
Proprio grazie allo stop del campionato principale, sarà presente alla manifestazione anche un altro perugino, Manuel Monni, recentemente salito sul podio del mondiale MX2 che dovrebbe essere al via della gara di Campionato Europeo della 125.

IL CAMPIONATO EUROPEO

Giunto alla nona prova, il torneo continentale vede al momento il belga Dennis Verbruggen (Yamaha) guidare la classifica con 272 punti sul francese Jeremy Tarroux (Kawasaki) che di punti ne ha 255; questi sono gli unici in grado di aggiudicarsi il titolo, fuori dai giochi è infatti l’altro francese Remy Annelot (Suzuki) distanziato di oltre cento lunghezze dal capoclassifica. In questa categoria il migliore degli italiani è Daniel Boscolo (Yamaha) che ha 59 punti ed è oltre la decima posizione, così come il vincitore della gara di Asti, Matteo Aperio (Honda), che dopo quell’exploit non si è più ripetuto anche se proprio a Castiglione del Lago ha dimostrato tutta la sua capacità ottenendo un’insperata qualificazione nella gara della MX2.
Gli altri italiani in gara saranno: Alessandro Cinelli (Honda), Angelo Pellegrini (Suzuki), Dany Philippaerts (KTM), Mirko Bartolini (Suzuki), Francesco Levi (Suzuki), Marco Animento (Honda), Giordano Manzoni (KTM), Pierfilippo Bertuzzo (Honda), Giacomo Gallione (KTM), Simone Cappellini (Yamaha), Daniele Lorenzon (Honda), Fabio Torsello (Yamaha) e Michele De Bortoli (Honda).

IL PROGRAMMA

La manifestazione si aprirà il venerdì con le verifiche tecniche, il sabato sarà interamente dedicato alle batterie di qualificazione che selezioneranno i finalisti del mondiale e dell’europeo. Domenica le gare – tutte della durata di 30 minuti più due giri – inizieranno alle ore 12.00 con la prima manche della 125 europea, alle 13.30 il via alla MX3, poi alle 15.25 la seconda gara della 125 e alle 16.30 la seconda della MX3 (vedi il programma in dettaglio)

I BIGLIETTI

Anche in questa circostanza, come già avvenuto in occasione del mondiale MX1 e MX2, il costo dei biglietti sarà molto contenuto e prevede anche particolari offerte per i ragazzi al di sotto dei 12 anni che potranno entrare sia il sabato che la domenica pagando solo 1 Euro. Per gli altri, il sabato biglietto unico 10 Euro, la domenica intero 25 Euro, ridotto 20 Euro.

 

Copyright©2002 Motoclub Trasimeno • Webmaster: GoalNet Srl www.goalnet.it